Home » Comunicati Stampa »Eventi » Il successo di Puliamo il Mondo 2010:

Il successo di Puliamo il Mondo 2010

settembre 27, 2010 Comunicati Stampa, Eventi

Puliamo il Mondo 2010, Courtesy of cuorenormanno.it700mila persone in 1.700 Comuni per ripulire 4.500 località dai rifiuti abbandonati e decine di migliaia di firme per dire stop ai sacchetti di plastica. Questo il successo, in numeri, di Puliamo il Mondo 2010, la tre giorni di volontariato ambientale promossa da Legambiente nel corso del weekend.

Anche quest’anno, per la sua diciottesima edizione, l’iniziativa (versione italiana di Clean Up the World, nata in Australia nel 1989) si è dunque rivelata all’altezza delle aspettative, nonostante il mal tempo abbia costretto alcuni volontari a rimandare le operazioni di pulizia al prossimo week-end.

I 700 mila cittadini coinvolti sono intervenuti per ripulire strade, piazze, parchi e sponde dei fiumi, raccogliendo rifiuti e rottami di ogni tipo, elettrodomestici, cartelli stradali, batterie esauste, materassi, mobili e tanta, tantissima plastica.

Un’occasione importante per ribadire la necessità di bandire i sacchetti di plastica non biodegradabili su tutto il territorio nazionale entro il 1° gennaio 2011. Un divieto che sarebbe dovuto scattare già dal primo giorno del 2010. Promuovere un rapporto di scambio tra cittadinanza e istituzioni, insieme all’informazione su una corretta gestione dei rifiuti – da quelli solidi urbani a quelli speciali – è infatti da sempre l’obiettivo principale della campagna di Legambiente.

Tra i moltissimi centri a mobilitarsi, il porto di Acciaroli a Pollica (SA) è stato eletto “capitale” di Puliamo il Mondo. Il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente, amici, amministratori e personaggi del mondo della cultura hanno ricordato qui la figura del sindaco Angelo Vassallo, vittima delle ecomafie.

“Angelo era così attento all’ambiente e al decoro del suo comune“, ha ricordato Cogliati Dezza, ”da aver firmato addirittura un’ordinanza che prevede mille euro di multa per chi getti cicche di sigarette a terra”. “Le pulizie fatte dai volontari in questi tre giorni – ha aggiunto il presidente di Legambiente - sono qualcosa di molto concreto, ma con Puliamo il Mondo vogliamo sorpattutto dare un segnale forte sulla questione rifiuti, una delle maggiori emergenze ambientali in tutto il Pianeta con cui deve fare seriamente i conti anche l’Italia, dove l’emergenza in troppi territori è ancora all’ordine del giorno”.

50 tonnellate di rifiuti sono stati raccolti dai volontari a Roma, dove alla giornata di pulizia del Parco Ruderi di Casa Calda-Parco Belon nel quartiere di Torre Maura, hanno partecipato anche il sindaco Gianni Alemanno, l’Ambasciatore d’Australia in Italia, David Ritchie e i rappresentanti di numerose altre Ambasciate. A Milano, l’iniziativa è stata dedicata al fiume Lambro, colpito 7 mesi fa da un importante sversamento di idrocarburi: i volontari si sono ritrovati al Parco Lambro, in via Marotta per pulire la roggia e le rive del fiume. A Palermo, intanto, le operazioni di pulizia si sono concentrate alla foce di un altro fiume, l’Oreto, ormai trasformato in discarica. Camion di rifiuti pieni a Torino, presso il campo Rom di Lungo Stura Lazio, dove le pulizie dell’area hanno coinvolto cittadini e abitanti del campo e si sono svolte all’insegna dell’integrazione e della pace tra i popoli. Cumuli di bottiglie e buste di plastica raccolti dai volontari nell’Altipiano di Castelluccio di Norcia (Pg) in Umbria, il “Piccolo Tibet italiano”, luogo incontaminato nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, dove, tuttavia, i rifiuti non mancano. Giornata dedicata ai parchi, invece, in Puglia, dove, tra le varie iniziative, è stato organizzato a Polignano a Mare (Ba)Puliamo il Mondo Sommerso” con la pulizia dei fondali antistanti la Cala di Lama Monachine. Anche a Cadimare (Sp), le associazioni subacquee si sono dedicate ai fondali marini, mentre altri volontari erano impegnati a ripulire il borgo. I partecipanti di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Piceno hanno raccolto i rifiuti abbandonati alla Riserva Naturale della Sentina, dedicandosi contemporaneamente alla scoperta dell’area naturalistica. A Cagliari, riflettori puntati sul Parco Archeologico Paesaggistico di Tuvixeddu-Tuvumannu per il riassetto idrogeologico del colle e contro il degrado dell’area. Appuntamento con “Puliamo il Buio” a Muro Lucano (Pz), dove in collaborazione con lo Speleo Club Marmo Platano sono state bonificate discariche abusive sotterranee. A Ricadi (Vv) pulizia della Fiumara Ruffa e delle aree adiacenti la Torre Marrana, un monumento storico nel centro del paese. A Fucecchio (Fi), ai volontari impegnati fuori dal centro abitato si sono uniti quelli delle dodici contrade del Palio.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende