Home » Comunicati Stampa » Il vincitore degli Holcim Awards per l’Europa:

Il vincitore degli Holcim Awards per l’Europa

settembre 22, 2011 Comunicati Stampa

I vincitori del terzo concorso internazionale Holcim Awards per progetti e prospettive di edilizia sostenibile di tutta Europa sono stati annunciati in occasione di una cerimonia a Milano. Un totale di 300.000 dollari è stato devoluto a dieci progetti eccellenti, presentati da architetti,urbanisti, ingegneri e progettisti. I progetti vincitori si caratterizzano per la loro varietà di approcci nell’ambito delle costruzioni sostenibili nella regione e per la loro capacità di far fronte sia alla crescente urbanizzazione, sia all’innovazione dei materiali e alle tecniche di costruzione.

La Holcim Foundation for Sustainable Construction, con sede in Svizzera, gestisce il concorso parallelamente in cinque aree del mondo a livello globale. Gli Holcim Awards hanno raccolto oltre 6.000 candidature per progetti in 146 paesi diversi. Il concorso mira a promuovere soluzioni sostenibili dal settore dell’edilizia e delle costruzioni per problematiche tecnologiche, ambientali, socio-economiche eculturali.

L’Holcim Awards Gold, il primo premio di 100.000 dollari, è andato a un progetto urbanistico di ristrutturazione di un ramo sottoutilizzato del fiume Spree a Berlino, per trasformarlo in una “piscina” naturale lunga 745m. Il progetto Flussbad nel centro storico della città crea un’area per il nuoto equivalente a 17 piscine olimpioniche e offre uno spazio ricreativo urbano pubblico, sia per i residenti che per i turisti, vicino alla Museuminsel, sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Dalla caduta del Muro di Berlino nel 1989,la popolazione residente nell’area è aumentata del 75%, con una conseguente perdita di spazi liberi. Il piano urbanistico, comprensivo di una riserva naturale a canneto di 1,8 ettari, con filtri a sabbia nel substrato per purificare le acque, è opera di un team diretto dall’architetto Tim Edler di Realities United, Germania. Lucy Musgrave, membro della giuria e co-direttrice dell’agenzia di pianificazione del territorio con sede a Londra, Publica, ha espresso le sue congratulazioni al progetto, per il miglioramento netto e diretto sulla qualità della vita urbana e il positivo contributo ecologico grazie al risanamento dei corsid’acqua cittadini. “È un eccellente esempio di fattibilità in aree problematiche di un centro storico che vanta una ricca tradizione con un notevole patrimonio culturale e dove spesso il patrimonio pubblico èstato trascurato”, ha affermato.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende