Home » Comunicati Stampa » Il WWF lancia la Turtle Week:

Il WWF lancia la Turtle Week

giugno 8, 2011 Comunicati Stampa

In occasione della giornata mondiale degli Oceani, il WWF lancia l’appuntamento per la “turtle-week”, la settimana delle tartarughe marine, che dal 14 al 19 giugno celebrerà uno degli animali simbolo, ma purtroppo tra i più minacciati, degli oceani e anche del Mediterraneo. Per tutta la settimana, nei porti e sulle spiagge italiane, iniziative speciali, mostre e laboratori, monitoraggio delle spiagge, liberazione in mare degli esemplari curati nei centri di recupero, e una nutrita squadra di esperti e volontari che spiegherà al grande pubblico, ai pescatori e a tutto il “popolo del mare” come è possibile, con pochi semplici gesti e una maggiore attenzione, preservare uno dei tesori più preziosi del nostro mare.

La prima anticipazione già ieri, 8 giugno, all’Oasi WWF Dune degli Alberoni, nel Lido di Venezia dove, insieme a oltre duecento ragazzi delle scuole, il WWF ha liberato alcuni esemplari di tartarughe marine in collaborazione con la Capitaneria di Porto di Venezia e Direzione Marittima del Veneto e il Corpo Forestale dello Stato. Ma da martedì 14 inizierà un crescendo di iniziative: il 16 si celebra l’anniversario della nascita di Archie Carr, scienziato di fama mondiale che nel secolo scorso ha dato un grande impulso allo studio delle tartarughe marine. E domenica 19 la grande festa al porto di Molfetta e in una ventina di località costiere disseminate tra Toscana, Campania, Calabria, Puglia, Sicilia, Basilicata, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Su wwf.it il nuovo video sull’iniziativa e tutti i programmi regione per regione.

La turtle-week apre la nuova Campagna Mare del WWF per un “Mediterraneo di qualità” che l’Associazione lancerà nelle prossime settimane con una speciale piattaforma web.

Delle 7 specie di tartarughe marine che vivono nei mari di tutto il mondo, 3 frequentano anche il Mediterraneo (la Caretta caretta, la tartaruga verde Chelonia mydas e la tartaruga liuto Dermochelys coriacea). Ma la loro sopravvivenza oggi è sempre più a rischio, soprattutto per gli impatti con l’attività umana: la crescente urbanizzazione delle coste e l’attività turistica incontrollata mettono a rischio i nidi e la corsa verso il mare delle tartarughe appena nate, mentre sono sempre di più gli esemplari che rimangono catturati accidentalmente negli attrezzi da pesca, cosa che ne provoca facilmente la morte.

Per limitare questi impatti e coinvolgere i pescatori, gli operatori del mare e il grande pubblico nella salvaguardia delle tartarughe il WWF ha istituito un vero e proprio “network tartarughe” che opera, in collaborazione con enti locali, università e istituti di ricerca, lungo le coste dove questi animali transitano o nidificano, dal Veneto fino alla Puglia, alla Calabria e alla Sicilia. Spesso bastano poche azioni mirate per dare un grande contributo: proteggere i luoghi dei nidi per esempio, rendendo compatibile il turismo con la riproduzione delle tartarughe, oppure informare i pescatori su come aiutare le tartarughe che trovano nei loro attrezzi da pesca, anche attraverso le magliette illustrate a vignette, appositamente realizzate dal WWF.

E sono moltissime le iniziative a cui tutti possono partecipare nel periodo estivo:

SEGUI LE TRACCE DELLE TARTARUGHE - Proprio in questi giorni il WWF ha lanciato sul proprio sito l’iniziativa “Segui le tracce” per coinvolgere i frequentatori delle spiagge nell’individuare la presenza delle tartarughe e tutelarla con l’aiuto degli esperti WWF: bastano una semplice locandina, una scheda di monitoraggio e la voglia di “curare” una spiaggia alla ricerca di indizi preziosi, per identificare zone di nidificazione lungo e informare bagnanti ed esercenti sulla possibile presenza delle tartarughe. A ben vedere, un notevole valore aggiunto per qualunque pomeriggio di sole!

 

I CAMPI DI VOLONTARIATO PER LE TARTARUGHE MARINE - Per chi quest’estate volesse davvero “dare una mano” alle tartarughe, da maggio a settembre il WWF organizza i Campi di Volontariato in cui i partecipanti sono coinvolti attivamente nel pattugliamento delle spiagge, nel controllo dei nidi, nel recupero e censimento degli esemplari spiaggiati o catturati accidentalmente dagli attrezzi di pesca, nelle attività di informazione, specialmente nei confronti dei pescatori. I Campi sono riservati ai maggiorenni e si svolgono a Lampedusa presso il Centro di Recupero Tartarughe, a Palizzi (Reggio Calabria), a Siculiana, nell’Oasi WWF di Torre Salsa (Agrigento) e nell’Oasi WWF di Policoro (Matera). Tutte le info sul nuovo portale WWF per il turismo “NA.TU.RE” wwf.it/turismo.

PER I PIU’ PICCOLI E LE FAMIGLIE: I CAMPI AVVENTURA A POLICORO

Per i ragazzi e le famiglie che vogliono approfittare delle vacanze per conoscere da vicino le tartarughe marine, il WWF consiglia i campi avventura a Lampedusa, nell’Oasi WWF di Torre Salsa in Sicilia o nell’Oasi WWF di Policoro in Basilicata.

 

“ADOTTA UNA TARTARUGA” – Tutti coloro che vogliono aiutare le tartarughe marine e sostenere l’azione del WWF per la loro tutela, possono “adottarla”: con una donazione minima sul sito wwf.it/turtle riceveranno in cambio un certificato di adozione, un morbido peluche o uno screensaver con bellissime immagini di tartaruga per il proprio computer.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

aprile 21, 2017

Orange Fiber e Ferragamo lanciano la prima collezione moda ottenuta dalle arance

Salvatore Ferragamo e Orange Fiber, l’azienda che produce innovativi tessuti eco-sostenibili, lanceranno il 22 aprile la prima collezione moda realizzata con tessuti ottenuti dai sottoprodotti della spremitura delle arance. Una data scelta appositamente per la coincidenza con la Giornata della Terra, che ricorda a tutti la necessità della tutela dell’ambiente e della ricerca di fonti [...]

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

aprile 21, 2017

A Veglie nasce BEA, la Bottega dell’EcoArredo che fa upcycling

Il laboratorio urbano di Veglie, in provincia di Lecce, diventa un cantiere aperto per la trasformazione di rifiuti in nuovi oggetti con BEA – Bottega dell’EcoArredo, il laboratorio partecipato di design ecologico. Creatività, upcycling e life-coaching per un progetto promosso da CulturAmbiente onlus insieme a Urban Lab e Laboratorio Linfa nell’ambito dell’avviso pubblico della Regione Puglia [...]

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

aprile 21, 2017

Quattro passi in Fiera a Treviso per parlare di “Futuro al lavoro”

“Futuro al lavoro”: è questo in duplice accezione, il tema scelto per la XII edizione della Fiera4passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia) al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia – [...]

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

aprile 20, 2017

Indagine TripAdvisor: cresce la voglia di ospitalità sostenibile. Lefay Resort primo in Europa

  I viaggiatori italiani sembrano sempre più attenti all’impatto ambientale delle strutture in cui soggiornano e dei tour e attrazioni che prenotano durante il loro viaggio. È quanto emerge da un’indagine condotta da TripAdvisor, il sito per la pianificazione e prenotazione dei viaggi, su oltre 1.800 viaggiatori italiani in occasione dell’Earth Day del 22 aprile, la [...]

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

aprile 19, 2017

Buone pratiche italiane: Acea Pinerolese indicata come modello dal Ministero tedesco dell’Energia

Il Ministero dell’Economia e dell’Energia della Germania ha scelto l’italiana Acea Pinerolese con il suo Polo ecologico di trattamento del rifiuto organico da raccolta differenziata come modello di best practice tra i progetti di energie rinnovabili di tutto l’Arco Alpino. Il rapporto analizza tutte le realtà dei Paesi che si affacciano sull’arco alpino che hanno [...]

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

aprile 19, 2017

Car sharing elettrico: con Share ‘ngo ora te lo paga il supermercato

Saranno le “destinazioni”, ossia gli esercizi commerciali che offrono prodotti e servizi (palestre, cinema, teatri, negozi ecc.) a pagare con sempre maggiore frequenza il costo dell’auto in car sharing? Ne è convinta Share’ngo, il primo operatore italiano di car sharing elettrico, che dopo le prime esperienze con Carrefour Express e Carrefour Market a Milano, renderà [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende