Home » Comunicati Stampa »Pratiche »Pubblica Amministrazione » Impianti fotovoltaici e auto elettriche: l’ateneo bolognese in prima linea per la sostenibilità:

Impianti fotovoltaici e auto elettriche: l’ateneo bolognese in prima linea per la sostenibilità

Ogni mese vengono raccolte quasi dieci tonnellate di carta e cartone e quasi una tonnellata di imballaggi di plastica in 77 strutture universitarie ubicate nel centro storico. Per la raccolta delle pile invece nei primi mesi del 2013 si è passati da 11 a 31 sedi servite, mentre la raccolta dei toner è attiva in 52 dipartimenti. Sono alcuni dati della prima fase di sperimentazione (partita il 26 novembre scorso) che ha preceduto la firma di un protocollo tra l’Alma Mater, il Comune di Bologna ed Hera sulla raccolta differenziata per le strutture universitarie del centro storico di Bologna.

Il protocollo definisce i ruoli delle parti necessari all’attivazione e messa a regime del processo di smaltimento dei materiali recuperati. Nel dettaglio, sono stati attivati i servizi di recupero carta, plastica, toner e pile per tutte le strutture del centro storico di Bologna; sono stati distribuiti a tutte le strutture ecobox dedicati  e personalizzati per il recupero di carta e plastica e contenitori il recupero di toner e pile; sono state gettate le basi per il possibile recupero di altri materiali (ad esempio il progetto di compostaggio presso l’Orto botanico); sono state messe in cantiere alcune attività per coinvolgere e sensibilizzare docenti, personale tecnico-amministrativo e studenti.

Il maggior impegno nell’ambito della raccolta differenziata fa parte del nuovo Piano della sostenibilità ambientale dell’Università di Bologna (2013-2016) che è allo studio in questi mesi. Tra le azioni previste ci sono la creazione di prototipi di edifici energeticamente autosufficienti e l’estensione delle misure per l’impiego delle risorse rinnovabili. Particolare attenzione, tramite interventi mirati, sarà rivolta alla sensibilizzazione degli utenti universitari e al coinvolgimento attivo degli studenti sul campo della sostenibilità.

L’Università inoltre sta sottoscrivendo il Protocollo d’intesa con il Comune per il PAES (Piano d’azione per l’energia sostenibile) con l’intento di promuovere, in sinergia con i diversi stakeholder cittadini, la filiere del green ICT, definire la rete di coordinamento degli Energy management e le campagne comunicative. Il protocollo verrà firmato il 5 giugno.

L’impegno in campo della sostenibilità ambientale è iniziato già dal 2009, anno in cui l’ateneo ha predisposto il suo primo Piano dell’energia e della sostenibilità ambientale, con le finalità di creare una cornice omogenea ai diversi temi e iniziative. A partire dagli impianti fotovoltaici installati in diverse sedi: Lazzaretto, Morassutti (Fisica, INFN), il comparto di Medicina veterinaria ad Ozzano e il comparto di agraria a Cadriano, per una potenza di picco superiore ad 1Mw (1169 kWp). Gli impianti sono attivi dall’estate 2012 e oggi si stanno implementando con un sistema di supervisione che effettui il monitoraggio della produzione di energia.

Per quanto riguarda la flotta aziendale, da quasi 100 vetture l’ateneo passerà nel giro di un anno a circa 50, adottando vetture completamente elettriche, gestite in modalità car sharing. Un sistema software dedicato permetterà a tutto il personale universitario di prenotare le autovetture tramite le proprie credenziali e di sapere al momento della prenotazione stessa il livello di carica elettrica. Le prime autovetture sono già in dotazione (Renault Kangoo Z.E.) e si prevede di completare la dotazione dei mezzi entro l’estate 2013. L’ateneo bolognese sostiene anche l’utilizzo dei mezzi pubblici da parte dei propri dipendenti: negli anni si è riscontrato un significativo aumento dell’uso del trasporto pubblico negli spostamenti casa-lavoro, arrivando ad interessare oltre 2.000 unità di personale.

Al fine di avere una prospettiva affidabile, concreta e in tempo reale del consumo di energia, l’università ha avviato un progetto per l’adozione di un sistema informativo di supervisione impianti basato sull’impiego di modelli open source. Ad oggi, in via sperimentale, sono gestite alcune cabine elettriche e si prevede l’estensione a tutte le cabine elettriche e alle centrali termiche. La seconda fase del progetto permetterà l’evoluzione dalla semplice acquisizione dati al controllo degli impianti stessi, migliorando le performance degli stessi alla luce del contenimento dei consumi energetici. Sul fronte della certificazione energetica, sono stati analizzati e certificati diversi fabbricati, tra quelli con maggiori consumi: il complesso sportivo Record, la sede storica di Ingegneria, il Lazzaretto.

L’Alma Mater prevede anche di aggiudicare entro i primi mesi del 2014 un appalto innovativo di global service, dove tra gli interventi previsti viene dato forte spazio a quelli di riqualificazione tecnologica degli impianti esistenti e contenimento dei consumi energetici.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende