Home » Comunicati Stampa »Progetti » In Danimarca il più grande centro al mondo per la ricerca sulle turbine eoliche:

In Danimarca il più grande centro al mondo per la ricerca sulle turbine eoliche

marzo 29, 2013 Comunicati Stampa, Progetti

Il Settore Energy di Siemens ha aperto in Danimarca due innovative strutture dedicate alla ricerca e sviluppo di tecnologia eolica. Il nuovo centro di Brande realizza test sui principali componenti degli aerogeneratori Siemens come cuscinetti e navicelle complete. In Aalborg sono presenti invece sette banchi prova in grado di eseguire test su pale eoliche di tutte le dimensioni, fra cui quella più lunga al mondo, la B75, che misura 75 m (il doppio dell’ala di un Airbus 380). I due stabilimenti, insieme, formano il più grande centro al mondo di Ricerca e Sviluppo di tecnologie per le turbine eoliche.

Gli investimenti sui test di oggi si tradurranno in risparmi per i nostri clienti domani“, ha dichiarato Felix Ferlemann, CEO della Divisione Wind Power di Siemens. “Con i test effettuati su tutti i principali componenti di una turbina eolica possiamo ridurre significativamente il rischio di problemi tecnici sul campo. Il nostro impegno continuo nella R&S ci consente di realizzare turbine eoliche innovative e affidabili allo stesso tempo”.

I due stabilimenti per i test hanno un’estensione indoor di più di 27.000 metri quadri. I banchi prova per navicelle del centro di Brande, tra i più avanzati del settore eolico, sono in grado di eseguire test dettagliati sulla piattaforma D6 direct drive di Siemens, la più grande turbina eolica prodotta dall’azienda, con una capacità di 6 megawatt, e sono progettati per testare turbine ancora più grandi.

All’interno dei suoi nuovi stabilimenti, Siemens è in grado di eseguire test HALT (Highly Accelerated Lifetime Tests) su tutti i principali componenti che costituiscono le piattaforme delle turbine eoliche direct e geared drive. Nei programmi di test HALT, che possono durare fino a sei mesi, Siemens sottopone i prototipi a carichi di gran lunga superiori rispetto a quelli che, una volta installati, sopportano durante il loro intero ciclo di vita.

“Nei test HALT, verifichiamo i carichi maggiori in un intervallo di tempo breve in modo da sollecitare maggiormente la turbina,” precisa il CEO della Divisione Wind Power, Ferlemann. Durante i test HALT, ad esempio, i prototipi a scala reale delle pale sono sottoposti a oscillazioni di gran lunga superiori rispetto a quelle che potrebbero subire una volta installati, per un totale di 2 milioni di cicli verticali e 2 milioni di cicli orizzontali.

Il 2013 è l’anno del 25esimo anniversario del Dipartimento Test and Measurement della Divisione Wind Power di Siemens. Nel 1988, l’Azienda fu la prima dell’intero settore eolico, a istituire un Dipartimento capace di effettuare un’ampia gamma di misurazioni sul campo, con l’obiettivo di sviluppare e verificare le moderne turbine eoliche. “L’innovazione richiede che i processi di verifica siano eseguiti con successo”, prosegue Ferlemann. “Siemens è l’azienda con la maggiore esperienza nei test e nella misurazione sul campo dell’intero comparto industriale eolico.”

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende