Home » Comunicati Stampa »Eventi » In periodo di crisi il design diventa sostenibile:

In periodo di crisi il design diventa sostenibile

aprile 9, 2011 Comunicati Stampa, Eventi

Collettivi e fai-da-te, più progetti consapevoli e meno impatto ambientale. Il ruolo sociale del design si fa spazio, anche quest’anno, al Fuori Salone di Milano. Materia, ma anche relazioni umane. “Perché quello che conta – raccontano Giuliana Zoppis e Clara Mantica, menti e braccia di Best Up (di cui proponiamo in esclusiva – cliccando qui – l’itinerario sostenibile per districarsi all’interno del Fuori Salone e visitare così le installazioni delle aziende che si dedicano alla sostenibilità, ambientale e d’impresa) il circuito dell’abitare sostenibile – sono le persone. Ne basta una, a volte, a generare nuovi processi. Ciascuno può essere quella persona, serve credere al miglioramento e seguire i propri talenti. La prima azione di un percorso sostenibile è valorizzare le risorse umane a disposizione”.

Dal 12 al 17 aprile basterà sedersi a un tavolo della sostenibilità, sfogliare un manuale delle buone pratiche,  armarsi di occhi curiosi e dirigersi alla Fabbrica del Vapore in via Procaccini 2 (apertura dalle 10 alle 22). Best Up promuove, in partnership con Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, il Network Europeo C2C fondato sui principi del Cradle to Cradle (dalla Culla alla Culla). Verrà presentato, in anteprima nazionale, il “Good practice handbook” (Manuale delle buone pratiche europee) curato dal Network C2C. Momento clou con Lifecycle (in via Tortona 27) e l’allestimento proposto quest’anno da Tagina Ceramiche d’Arte, un progetto firmato da Simone Micheli e Marco Tortoioli Ricci.

Lifecycle è uno spazio che parla di rigenerazione e sostenibilità, dedicato all’energia vitale e all’aria aperta con spettacoli di proiezioni dove saranno presenti biciclette collegate a generatori che trasformeranno l’energia dell’uomo in energia sostenibile. Inoltre per il terzo anno consecutivo l’azienda produttrice di componentistica per la cucina Sabaf viene scelta da Best Up per rappresentare le aziende virtuose nel campo della responsabilità sociale e ambientale d’impresa. L’azienda di Ospitaletto è tra le prime aziende in Italia ad avvalersi, dal 2001, del Bilancio Sociale, oggi Rapporto Annuale, come strumento di comunicazione dei risultati con gli stakeholder. Un impegno che si traduce concretamente anche nella produzione: l’ultima linea di bruciatori precorre infatti ancora una volta i tempi, anticipando gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per il 2020, ossia la riduzione del 20% delle emissioni inquinanti e l’innalzamento del 20% del risparmio energetico. I nuovi bruciatori ad alta efficienza, sono in grado di ottenere un rendimento fino al 69%, contro il 52% richiesto dalla normativa europea, permettono infatti un notevole risparmio di gas, dimezzando le emissioni nocive e riducendo i tempi di cottura.

E in tempi di crisi hanno pensato a oggetti da creare con materiali reperibili in un qualsiasi centro per il “bricolage” e con  istruzioni per il montaggio che si scaricano dalla rete i 40 progettisti di Recession Design. Il collettivo è un’avventura iniziata nel 2009 che oggi prosegue la sua personale ricerca sulla progettazione “fatta in casa”. Presentata con successo durante la passata edizione del Salone del Mobile e al Mak Museum di Vienna, nel corso del Vienna Design Week 2009, quest’anno sarà ospite al Fuori Salone 2011, in uno spazio multifunzionale allestito all’interno della Fabbrica del Vapore. Sarà una riflessione sull’architettura presentata attraverso la collezione My place. L’idea attorno a cui è nato il progetto Recession Design è molto semplice ma apre un interessante dibattito su cosa voglia dire “Fare Design” oggi: la crisi economica è infatti il pretesto e l’occasione per una riflessione critica sul mondo del design contemporaneo. Un design limpido ma mai scontato, semplice ma non misero, questi oggetti mostrano come un buon progetto possa generare un design di alto livello anche a partire da materiali e utensili di semplice reperibilità. Come la lampada “Secchio di luce” di Cristiano Mino (vincitore quest’anno del Red dot design award, uno dei più importanti premi del design mondiale con la progettazione di saune e bagni turchi per Starpool). Attrezzi creativi? Basta un secchio bianco, una molla, un mattone, viti e altri pochi arnesi et voilà, la lampada di design per tutti.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende