Home » Comunicati Stampa »Eventi » In periodo di crisi il design diventa sostenibile:

In periodo di crisi il design diventa sostenibile

aprile 9, 2011 Comunicati Stampa, Eventi

Collettivi e fai-da-te, più progetti consapevoli e meno impatto ambientale. Il ruolo sociale del design si fa spazio, anche quest’anno, al Fuori Salone di Milano. Materia, ma anche relazioni umane. “Perché quello che conta – raccontano Giuliana Zoppis e Clara Mantica, menti e braccia di Best Up (di cui proponiamo in esclusiva – cliccando qui – l’itinerario sostenibile per districarsi all’interno del Fuori Salone e visitare così le installazioni delle aziende che si dedicano alla sostenibilità, ambientale e d’impresa) il circuito dell’abitare sostenibile – sono le persone. Ne basta una, a volte, a generare nuovi processi. Ciascuno può essere quella persona, serve credere al miglioramento e seguire i propri talenti. La prima azione di un percorso sostenibile è valorizzare le risorse umane a disposizione”.

Dal 12 al 17 aprile basterà sedersi a un tavolo della sostenibilità, sfogliare un manuale delle buone pratiche,  armarsi di occhi curiosi e dirigersi alla Fabbrica del Vapore in via Procaccini 2 (apertura dalle 10 alle 22). Best Up promuove, in partnership con Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, il Network Europeo C2C fondato sui principi del Cradle to Cradle (dalla Culla alla Culla). Verrà presentato, in anteprima nazionale, il “Good practice handbook” (Manuale delle buone pratiche europee) curato dal Network C2C. Momento clou con Lifecycle (in via Tortona 27) e l’allestimento proposto quest’anno da Tagina Ceramiche d’Arte, un progetto firmato da Simone Micheli e Marco Tortoioli Ricci.

Lifecycle è uno spazio che parla di rigenerazione e sostenibilità, dedicato all’energia vitale e all’aria aperta con spettacoli di proiezioni dove saranno presenti biciclette collegate a generatori che trasformeranno l’energia dell’uomo in energia sostenibile. Inoltre per il terzo anno consecutivo l’azienda produttrice di componentistica per la cucina Sabaf viene scelta da Best Up per rappresentare le aziende virtuose nel campo della responsabilità sociale e ambientale d’impresa. L’azienda di Ospitaletto è tra le prime aziende in Italia ad avvalersi, dal 2001, del Bilancio Sociale, oggi Rapporto Annuale, come strumento di comunicazione dei risultati con gli stakeholder. Un impegno che si traduce concretamente anche nella produzione: l’ultima linea di bruciatori precorre infatti ancora una volta i tempi, anticipando gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per il 2020, ossia la riduzione del 20% delle emissioni inquinanti e l’innalzamento del 20% del risparmio energetico. I nuovi bruciatori ad alta efficienza, sono in grado di ottenere un rendimento fino al 69%, contro il 52% richiesto dalla normativa europea, permettono infatti un notevole risparmio di gas, dimezzando le emissioni nocive e riducendo i tempi di cottura.

E in tempi di crisi hanno pensato a oggetti da creare con materiali reperibili in un qualsiasi centro per il “bricolage” e con  istruzioni per il montaggio che si scaricano dalla rete i 40 progettisti di Recession Design. Il collettivo è un’avventura iniziata nel 2009 che oggi prosegue la sua personale ricerca sulla progettazione “fatta in casa”. Presentata con successo durante la passata edizione del Salone del Mobile e al Mak Museum di Vienna, nel corso del Vienna Design Week 2009, quest’anno sarà ospite al Fuori Salone 2011, in uno spazio multifunzionale allestito all’interno della Fabbrica del Vapore. Sarà una riflessione sull’architettura presentata attraverso la collezione My place. L’idea attorno a cui è nato il progetto Recession Design è molto semplice ma apre un interessante dibattito su cosa voglia dire “Fare Design” oggi: la crisi economica è infatti il pretesto e l’occasione per una riflessione critica sul mondo del design contemporaneo. Un design limpido ma mai scontato, semplice ma non misero, questi oggetti mostrano come un buon progetto possa generare un design di alto livello anche a partire da materiali e utensili di semplice reperibilità. Come la lampada “Secchio di luce” di Cristiano Mino (vincitore quest’anno del Red dot design award, uno dei più importanti premi del design mondiale con la progettazione di saune e bagni turchi per Starpool). Attrezzi creativi? Basta un secchio bianco, una molla, un mattone, viti e altri pochi arnesi et voilà, la lampada di design per tutti.

Francesca Fradelloni

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

dicembre 19, 2018

Agricoltura biologica: il testo unificato riconosce “il ruolo ambientale” e prevede un logo nazionale

La Camera dei Deputati ha approvato a grande maggioranza, nei giorni scorsi, il testo unificato delle proposte di legge “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”, che prevede l’introduzione di un logo nazionale e il riconoscimento del ruolo ambientale dell’agricoltura biologica, oltre a quello economico-sociale [...]

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

dicembre 19, 2018

Reborn Ideas, il nuovo aggregatore di prodotti italiani da upcycling

Reborn Ideas è la nuova start up marchigiana nata con l’obiettivo di aggregare e vendere prodotti “ecochic”, 100% Made in Italy, ispirati all’upcycling, al recycling, o realizzati con nuovi materiali ecosostenibili, grazie alla riscoperta della sapiente manualità artigianale italiana. L’upcycling, in particolare, è il processo di conversione di materie prime di scarto o prodotti dismessi [...]

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende