Home » Comunicati Stampa »Non-Profit »Pratiche »Pubblica Amministrazione » “Chi mangia bio spreca zero”: via alla campagna in Piemonte e Valle d’Aosta:

“Chi mangia bio spreca zero”: via alla campagna in Piemonte e Valle d’Aosta

A distanza di un anno dall’attivazione in rete della piattaforma Unabuonaoccasione.it e dopo tre mesi dall’essere stata insignita, da parte del Ministro Galletti, del Premio Vivere a Spreco Zero (29 ottobre 2014), l’iniziativa di lotta agli sprechi alimentari della Regione Piemonte e della Regione Autonoma Valle d’Aosta entra in una nuova fase a partire dal 25 marzo.

La quasi totalità dei negozi specializzati in alimenti bio presenti nelle due Regioni (100 su 110) e tutte le “botteghe del mondo” (50 punti vendita del commercio equo solidale) diverranno parte attiva, con la diffusione di materiale informativo (pieghevoli, opuscoli, locandine) e con offerte promozionali di prodotti alimentari in prossimità di scadenza, della campagna di sensibilizzazione “Chi mangia bio spreca zero” che vuole raggiungere più di 100.000 consumatori.

L’obiettivo è quello di arricchire di nuove potenzialità quel servizio di “consumer experience” che il retail “bio” e “fair trade” già (in molti casi) garantisce in ambito salutistico, ambientale e sociale: il punto vendita non più focalizzato soltanto sul bene da offrire ma sull’individuo che lo frequenta, sulle sue esigenze, e sul suo bisogno di essere informato per fare scelte consapevoli. Un settore in grande crescita nonostante la flessione dei consumi alimentari che si rivolge ad un consumatore “nuovo” (quello della società della post-crescita) non più guidato soltanto dalla “price sensitivity” ma attento alle implicazioni sociali, ambientali ed etiche delle proprie scelte.

L’obiettivo della campagna è che questi consumatori prendano coscienza del problema dello spreco alimentare che (probabilmente) essi stessi generano e divengano protagonisti e ambasciatori di comportamenti utili alla sua prevenzione e riduzione.

Questa iniziativa segue la campagna “Alla ricerca del risparmio virtuoso” che ha coinvolto quasi 500.000 clienti della grande distribuzione e il programma educativo Just Eat It con più di 10.000 studenti delle scuole superiori protagonisti di dibattiti e incontri formativi, e sarà il primo che si tiene nell’anno di Expo 2015 dove la lotta agli sprechi alimentari costituisce uno degli asset principali. Seguiranno “Uniti contro lo spreco” che vedrà accomunati 1.280 Comuni del Piemonte e della Valle d’Aosta in azioni di contrasto degli sprechi alimentari, l’attivazione di una App con consigli sulle corrette modalità di conservazione degli alimenti, sull’esatta porzionatura e sulla cucina degli avanzi, la realizzazione di un cartoon “Il cibo smarrito: missione recupero” ed una massiccia campagna educativa rivolta ai ragazzi in età preadolescenziale.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Rapporto Deloitte “Digital Green Evolution”: nel 2022 gli smartphone genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2

marzo 14, 2022

Rapporto Deloitte “Digital Green Evolution”: nel 2022 gli smartphone genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2

Di fronte ad un numero di dispositivi che ormai nel complesso supera la popolazione mondiale, cresce l’attenzione ai temi della sostenibilità e degli impatti ambientali derivanti dalla produzione, dall’uso e dallo smaltimento dei “telefonini“, i device di più comune utilizzo sia tra giovani che adulti. A evidenziare la criticità di questi numeri è intervenuto il [...]

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende