Home » Comunicati Stampa » In Puglia il maggior numero di bandiere Bosco Sicuro:

In Puglia il maggior numero di bandiere Bosco Sicuro

luglio 28, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of LegambienteGli incendi boschivi diminuiscono ma fanno ancora paura, soprattutto al Sud e sulle isole. Come lo scorso anno infatti anche nel 2009 il numero dei roghi in Italia è calato, passando da 6.479del 2008 a 5.422, il numero più basso degli ultimi 18 anni, il 20% in meno rispetto al 2008. Ma nonostante la conferma del trend positivo, la situazione rimane da codice rosso soprattutto al Sud e sulle isole dove il fenomeno degli incendi non sembra attenuarsi. Basti pensare che nell’ultimo anno solo in Sardegna sono bruciati 37mila ettari di territorio, più della metà di tutta la superficie italiana colpita dalle fiamme.

L’emergenza incendi nel 2009 ha coinvolto il 16% dei comuni italiani, a fronte del 19% registrato nell’anno precedente. Un risultato positivo che in alcune regioni sembra rappresentare un punto di svolta. In particolare l’Umbria, che ha un importante patrimonio forestale, nell’ultimo biennio, è riuscita a diminuire del 70% i municipi interessati dagli incendi, la Basilicata li ha dimezzati e in Puglia i comuni colpiti sono diminuiti di un terzo.

Sono 20 i comuni che ottengono quest’anno le bandiere ‘Bosco Sicuro’ per l’ottimo lavoro svolto nella mitigazione del rischio di incendi boschivi e la piena applicazione della legge quadro 353/2000. La top 20 di questi municipi virtuosi è distribuita tra Campania, Puglia, Sicilia, Emilia Romagna, Toscana e Veneto.

La regione con il maggior numero di comuni ‘Bosco Sicuro’ è risultata la Puglia: otto infatti i comuni pugliesi che riceveranno quest’anno da Legambiente le bandiere “Bosco Sicuro“: Alberobello, Andria, Bari, Corato, Melendugno, Nardò (per il secondo anno consecutivo), Pietramontecorvino e Putignano.

Questi i dati emersi a Bari nella presentazione di “Ecosistema Incendi 2010“, l’indagine che fotografa la situazione dei comuni italiani nella lotta agli incendi boschivi realizzata nell’ambito della campagna nazionale “Non scherzate col Fuoco” di Legambiente e Dipartimento della Protezione Civile, con il patrocinio dal Corpo Forestale.

I dati riferiti alla Puglia sono stati illustrati dall’assessore regionale alla Protezione civile, Fabiano Amati, ed dal presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini. Nel 2009 è diminuito il numero degli incendi in Puglia: 277 roghi, 4.358 ettari di territorio andati in fumo ed una diminuzione di un terzo per i comuni pugliesi colpiti dagli incendi. Bari è la provincia più colpita con 79 incendi e 2.799 ettari bruciati. È seguita da Foggia con 70 incendi. Mentre i comuni dove sono andati in fumo più ettari di territorio nel biennio 2008/2009 sono Gravina in Puglia e Andria rispettivamente con 1.201 e 1.000 ettari. Sono stati 75 comuni interessati da incendi boschivi, un terzo in meno rispetto 2008.

L’analisi dei dati si è basata sulle risposte complete ricevute da 898 comuni, tra i 2.057 interessati da incendi pari superiori all’ettaro di estensione nel biennio 2008-2009 ai quali Legambiente ha inviato un questionario. In Puglia hanno risposto 70 amministrazioni comunali su 120 che hanno subito almeno un incendio di estensione pari o superiore ad un ettaro, cioè il 58 per cento del campione. Nel 2009 – è stato spiegato nella conferenza stampa – il Corpo Forestale ha compiuto in Puglia 2.063 controlli, denunciando 18 delle 175 persone controllate.

Nella classifica generale i 70 comuni pugliesi sono così divisi: otto nella fascia di merito “ottimo” (Alberobello, Andria, Bari, Corato, Melendugno, Nardò, Pietramontecorvino e Putignano); 33 nella fascia di merito “buono” (tra cui Fasano, Gravina di Puglia, Canosa di Puglia, Cassano delle Murge, Gioia del Colle, Monopoli, Lequile, Turi, Vieste); 15 nella fascia della “sufficienza” e 14 nella fascia dell’insufficienza dove chiudono la classifica con punteggio a 2,5, quasi da maglia nera, i comuni di Bitonto e Taranto. Il 53 per cento dei comuni ha realizzato campagne informative e il 43 ha svolto attività di avvistamento e prevenzioni incendi.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

aprile 28, 2017

Quale scegliere? Piccola guida alla lettura delle etichette energetiche degli elettrodomestici

Di recente il Parlamento Europeo ha annunciato di aver raggiunto un accordo su un nuovo tipo di etichetta energetica per gli elettrodomestici con l’obiettivo di creare un sistema che sia realmente “2.0″. L’intenzione è fare in modo che, grazie alla presenza di QR code e link, entro la fine del 2019 ogni etichetta rimandi ad [...]

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

aprile 27, 2017

“Fare i conti con l’ambiente” verso la decima edizione

“Fare i conti con l’ambiente” il festival formativo ravennate, che si terrà da mercoledì 17 a venerdì 19 maggio 2017, si appresta a tagliare il traguardo dei dieci anni con un programma ricco di iniziative. Grande spazio sarà previsto sulle tematiche connesse alla mobilità sostenibile con la presentazione di due progetti europei. Il primo, Low Carbon Transport [...]

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

aprile 27, 2017

SIMPLA: formazione gratuita per i Comuni su mobilità sostenibile ed efficienza energetica

Decongestionare il traffico, ottenere una maggiore efficienza energetica, ridurre le emissioni inquinanti: sono obiettivi sempre più stringenti che le amministrazioni locali devono perseguire per concorrere alla tutela ambientale e contrastare i cambiamenti climatici, in linea con le indicazioni dell’UE. Per questo il progetto europeo SIMPLA (Sustainable Integrated Multi-sector PLAnning) ha aperto un bando dedicato ai [...]

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

aprile 26, 2017

Per salvare il suolo bastano 54.000 firme in Italia. Legambiente al rush finale

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile Legambiente si è mobilitata in tutta Italia per incrementare le adesioni alla petizione popolare europea People4Soil. Nelle piazze i volontari del cigno verde hanno raccolto le firme per chiedere all’Unione Europea di introdurre una legislazione specifica sul suolo, riconoscendolo e tutelandolo come patrimonio comune. Il traguardo da [...]

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

aprile 24, 2017

Da Città di Castello a Roma, parte la Discesa del Tevere in ricordo di Goethe

Domenica 23 aprile è partita da Città di Castello in Umbria la 38°Discesa Internazionale del Tevere, per arrivare il 1 maggio a Roma e attraversare la Città Eterna in canoa, in bici e a piedi. Lungo il percorso visite ad ecomusei e borghi, pasti con prodotti biologici locali e anche “la cena di Wolfgang Goethe“, per celebrare, in [...]

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

aprile 24, 2017

Adidas presenta le nuove running Parley realizzate con i rifiuti plastici degli Oceani

Adidas ha presentato in occasione dell’Earth Day 2017 le edizioni Parley delle iconiche scarpe running UltraBOOST, UltraBOOST X e UltraBOOST Uncaged, realizzate utilizzando i rifiuti plastici che inquinano gli oceani (simboleggiati dalle tonalità blu e azzurre dei nuovi modelli), disponibili nei negozi e online a partire dal 10 maggio. Ricavando uno speciale filato destinato ai dettagli [...]

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

aprile 22, 2017

Anche in Italia si marcia per la scienza nella Giornata della Terra

Nel gennaio scorso un gruppo di ricercatori statunitensi ha promosso una March for Science da realizzarsi durante la Giornata della Terra per appoggiare la ricerca scientifica impegnata nella difesa della nostra salute, della sicurezza e dell’ambiente e denunciare le pressioni che la minacciano. L’obiettivo è di dare un forte segnale pubblico a favore della ricerca e di politiche [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende