Home » Comunicati Stampa »Idee » Incidente nucleare a Flamanville: un rischio annunciato:

Incidente nucleare a Flamanville: un rischio annunciato

febbraio 9, 2017 Comunicati Stampa, Idee

Il 7 dicembre scorso ricevevamo dall’azienda torinese Kite Gen, di cui avevamo già parlato nel 2011 nella nostra rubrica “Campioni d’Italia“, un comunicato con una riflessione sulla pericolosità della tecnologia nucleare e le possibili alternative. Oggi, l’incidente alla centrale nucleare di Flamanville, in Francia, riporta con urgenza, sul tavolo dei decisori politici, il tema della sostituzione della fonte energetica nucleare con altre fonti rinnovabili meno rischiose ed inquinanti. Qui di seguito pubblichiamo un estratto del testo di Carmen D’Auria per Kite Gen.

Già il filosofo torinese Norberto Bobbio aveva  richiamato più volte la necessità del  sorgere  di una “coscienza atomica”, una coscienza della tragicità della guerra condotta attraverso  le armi nucleari, che  possiamo considerare ormai  affermata oggi.  Infatti,  la tragedia  avvenuta  su Hiroshima e Nagasaki nel 1945 stende ancora un ampio velo di amarezza negli animi di chi legge le pagine della storia.

Ma nell’epoca contemporanea  ciò che,  nell’immaginario collettivo, rappresenta un pericolo  per l’uomo  e  per l’ambiente  circostante  non  è  soltanto  l’utilizzo  del  nucleare  per  scopi  bellici,  bensì anche il suo utilizzo in campo energetico. Tale fenomeno non meraviglia se si pensa che l’ultimo allarme proveniente dal settore dell’energia atomica  è  sorto proprio in questi ultimi giorni dal territorio francese, dove è noto che attualmente circa il 78% del fabbisogno di energia elettrica è soddisfatto dalla produzione di energia nucleare.

Nel corso dell’intervista rilasciata dal presidente dell’Authority Francese sulla Sicurezza Nucleare (ASN), Pierre-Franck  Chevet, a Le  Figaro si evince una preoccupazione per la produzione di energia nucleare in Francia, dal momento che è stata scoperta una quantità di carbonio nell’acciaio che compone  l’involucro del reattore EPR  in costruzione a Flamanville superiore a quella prevista. Tale  eccesso  potrebbe  inficiare la capacità di resistenza meccanica dei generatori  di vapore radioattivo. Dalla  rilevazione  di  possibili  problemi  al  reattore  EPR  di  ultima  generazione,  l’ASN  ha esteso l’indagine ai più vecchi, obsoleti e perciò potenzialmente insicuri reattori nucleari francesi. Pertanto, al  fine di effettuare  ulteriori controlli è stata  fermata  l’attività  di 18  reattori  su  58,  all’interno del parco nucleare francese. Inoltre,  dai  controlli  è  emerso  che  per  lungo  tempo sono  stati  censurati  o  apparentemente falsificati  circa  400  dossier  descrittivi  dell’attività  dei  reattori  e  ciò  farebbe  dubitare  della  reale sicurezza degli  stessi,  tanto  che  l’ASN ha  richiesto, per gli opportuni  controlli,  altri 10.000 dossier…

Carmen D’Auria*

* Ufficio stampa KiteGen

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

febbraio 15, 2019

E-commerce: la rinascita dei piccoli comuni passa anche dal digitale

Secondi dati di Ebay diffusi nei giorni scorsi, nel 2018 il 65% delle nuove aziende che si sono aperte allo shopping online provengono da città medio-piccole. Approfittano di un nuovo canale di vendita che offre ampie possibilità di espansione e di ritorno economico. L’e-commerce può essere un antidoto all’abbandono del commercio e delle imprese nei [...]

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

gennaio 29, 2019

Air Liquide: investimento da 20 milioni di dollari per produrre idrogeno “pulito” da elettrolisi

Il gruppo francese Air Liquide ha annunciato ieri di aver acquisito una quota del 18,6% del capitale della società canadese Hydrogenics Corporation, specializzata in impianti di produzione di idrogeno per elettrolisi e celle a combustibile. Questa operazione strategica, che rappresenta un investimento di 20,5 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro), consente al Gruppo [...]

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

gennaio 25, 2019

“Non c’è più spazio per fregarsene”. La nuova campagna di Marevivo

“Non c’è più spazio per fregarsene” è l’allarme lanciato dall’Associazione Marevivo con la campagna di sensibilizzazione contro l’utilizzo delle plastiche monouso #StopSingleUsePlastic e la realizzazione di un video che mostra come ormai siamo invasi dalla plastica. A dimostrare quanto sia importante cambiare rotta i dati diffusi dal programma per l’ambiente delle Nazioni Unite (Unep) sull’inquinamento da plastica. [...]

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

gennaio 17, 2019

Global Risks Report 2019: il commento del WWF

Secondo il Global Risks Report 2019, pubblicato ieri dal World Economic Forum, i rischi ambientali, come i fenomeni atmosferici estremi, la mancanza di azioni sul clima e la perdita di biodiversità, rappresentano le più grandi sfide, sempre crescenti, con cui l’umanità deve fare i conti. Proprio quelli di carattere ambientale rappresentano tre dei primi cinque rischi [...]

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

gennaio 16, 2019

Bando Prism-E della Regione Piemonte: finanziamenti per PMI che innovano nelle “cleantech”

Sono in arrivo nuove agevolazioni a sostegno delle clean technologies piemontesi, un settore sempre più strategico per il futuro del Paese. È infatti aperto il bando Prism-E della Regione Piemonte, che mette a disposizione 8,5 milioni di euro a piccole medie imprese – a cui si aggiungono grandi imprese che collaborano con le PMI – di Piemonte e [...]

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

gennaio 16, 2019

“Worn Wear Tour”: Patagonia promuove la riparazione dell’abbigliamento da sci

Il prossimo 24 gennaio a Innsbruck, in Austria, prenderà il via il “Worn Wear Tour” di Patagonia, lo storico brand di abbigliamento da montagna fondato da Yvon Chouinard, che farà tappa presso le destinazioni sciistiche più importanti di tutta Europa riparando cerniere, bottoni, strappi e anche abbigliamento tecnico in GORE-TEX. Ideata nel 2013, l’iniziativa Worn Wear [...]

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

gennaio 10, 2019

Il turismo minerario dell’Isola d’Elba. Alla scoperta delle pietre e degli storici giacimenti ferrosi

Il rosso del ferro, l’oro della pirite e l’argento dell’ematite, fino alle mille sfumature del granito. Quello dell’Isola d’Elba è un viaggio tra i colori delle pietre, custodite da sempre nel ventre dell’isola e scavate, a partire dagli Etruschi fino a una manciata di anni fa, con giacimenti apparentemente inesauribili. Chiuse nel 1981 dopo quasi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende