Home » Comunicati Stampa »Idee » Incidente nucleare a Flamanville: un rischio annunciato:

Incidente nucleare a Flamanville: un rischio annunciato

febbraio 9, 2017 Comunicati Stampa, Idee

Il 7 dicembre scorso ricevevamo dall’azienda torinese Kite Gen, di cui avevamo già parlato nel 2011 nella nostra rubrica “Campioni d’Italia“, un comunicato con una riflessione sulla pericolosità della tecnologia nucleare e le possibili alternative. Oggi, l’incidente alla centrale nucleare di Flamanville, in Francia, riporta con urgenza, sul tavolo dei decisori politici, il tema della sostituzione della fonte energetica nucleare con altre fonti rinnovabili meno rischiose ed inquinanti. Qui di seguito pubblichiamo un estratto del testo di Carmen D’Auria per Kite Gen.

Già il filosofo torinese Norberto Bobbio aveva  richiamato più volte la necessità del  sorgere  di una “coscienza atomica”, una coscienza della tragicità della guerra condotta attraverso  le armi nucleari, che  possiamo considerare ormai  affermata oggi.  Infatti,  la tragedia  avvenuta  su Hiroshima e Nagasaki nel 1945 stende ancora un ampio velo di amarezza negli animi di chi legge le pagine della storia.

Ma nell’epoca contemporanea  ciò che,  nell’immaginario collettivo, rappresenta un pericolo  per l’uomo  e  per l’ambiente  circostante  non  è  soltanto  l’utilizzo  del  nucleare  per  scopi  bellici,  bensì anche il suo utilizzo in campo energetico. Tale fenomeno non meraviglia se si pensa che l’ultimo allarme proveniente dal settore dell’energia atomica  è  sorto proprio in questi ultimi giorni dal territorio francese, dove è noto che attualmente circa il 78% del fabbisogno di energia elettrica è soddisfatto dalla produzione di energia nucleare.

Nel corso dell’intervista rilasciata dal presidente dell’Authority Francese sulla Sicurezza Nucleare (ASN), Pierre-Franck  Chevet, a Le  Figaro si evince una preoccupazione per la produzione di energia nucleare in Francia, dal momento che è stata scoperta una quantità di carbonio nell’acciaio che compone  l’involucro del reattore EPR  in costruzione a Flamanville superiore a quella prevista. Tale  eccesso  potrebbe  inficiare la capacità di resistenza meccanica dei generatori  di vapore radioattivo. Dalla  rilevazione  di  possibili  problemi  al  reattore  EPR  di  ultima  generazione,  l’ASN  ha esteso l’indagine ai più vecchi, obsoleti e perciò potenzialmente insicuri reattori nucleari francesi. Pertanto, al  fine di effettuare  ulteriori controlli è stata  fermata  l’attività  di 18  reattori  su  58,  all’interno del parco nucleare francese. Inoltre,  dai  controlli  è  emerso  che  per  lungo  tempo sono  stati  censurati  o  apparentemente falsificati  circa  400  dossier  descrittivi  dell’attività  dei  reattori  e  ciò  farebbe  dubitare  della  reale sicurezza degli  stessi,  tanto  che  l’ASN ha  richiesto, per gli opportuni  controlli,  altri 10.000 dossier…

Carmen D’Auria*

* Ufficio stampa KiteGen

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende