Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Innovazione sostenibile al femminile: Daniela Ducato (Edilana) al primo posto in Europa:

Innovazione sostenibile al femminile: Daniela Ducato (Edilana) al primo posto in Europa

dicembre 3, 2013 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Le donne hanno molto da dare alla green economy. Pochi giorni fa, l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) ha lanciato la prima edizione dell’Environmental & Gender Index, per approfondire il livello di coinvolgimento e responsabilità delle donne, nonché l’uguaglianza di genere, nel settore ambientale. Dallo studio è emerso che non ci sono dati sufficienti di dimensioni globali, e nelle trattative intergovernative su questi temi, la presenza delle donne è pari al 36%. Eppure, il ruolo femminile nelle politiche ambientali, così come nell’innovazione ecologica, ha dimostrato di essere determinante: sono ambiti in cui le donne raggiungono livelli di straordinaria eccellenza.

Ne è un esempio il caso di Daniela Ducato, ricercatrice e imprenditrice cagliaritana premio Itwiin come migliore innovatrice italiana del 2011 e vincitrice di diversi riconoscimenti in Italia e all’estero per le sue innovazioni nel settore dell’edilizia sostenibile, è stata premiata in questi giorni a Stoccolma come migliore innovatrice d’Europa nell’edilizia verde con l’Euwiin International Awards 2013. Il premio è  uno dei riconoscimenti più prestigiosi al mondo nel settore dell’innovazione.

Selezionata per rappresentare l’Italia, ha partecipato con altre 72 finaliste provenienti da tutti i Paesi europei, ed è stata scelta dalla giuria internazionale come migliore innovatrice europea nella categoria eco-friendly con la seguente motivazione:

Daniela Ducato, ideatrice di Casa Verde CO2.0, è un esempio per il mondo. Ha creato i materiali per l’efficienza energetica carbon free e per l’edilizia verde più ecofriendly e innovativi d’Europa mettendo insieme tenacia, rigore scientifico, eccellenza tecnica, economia collaborativa, rispetto e valorizzazione dei paesaggi del mondo. Ha inoltre ideato opportunità di economia collaborativa ed economia di genere, riscrivendo regole nuove per la gestione sostenibile delle risorse naturali e per rispettare meglio e sempre di più il nostro pianeta e i suoi abitanti: donne e uomini“.

Daniela Ducato è stata premiata dal ministro svedese per le Pari Opportunità e Viceministro alla Cultura Maria Arnholm, dal Ministro degli Affari esteri nigeriano Viola Onwuliri, e dalla europarlamentare e moglie del Ministro degli Esteri svedese Anna Maria Corazza Bildt nell’ambito del selezione europea di Gwiin, la rete globale delle donne inventrici e innovatrici con sede europea alla Metropolitan University di Londra. La cerimonia è stata celebrata a pochi giorni dalla Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne, una data significativa, in una città Capitale Verde dell’Europa nel 2010 e con alti livelli di partecipazione femminile nelle questioni ambientali.

Tutti i prodotti ideati dall’imprenditrice, che ha una lunga esperienza nel riutilizzo di ingredienti naturali iniziata con una Banca del Tempo, prevedono l’uso di materiali residui di altri processi produttivi, come i reflui della lavorazione del latte, o le sottolavorazioni della lana sarda, che vengono così salvati dallo smaltimento e re-immessi nel ciclo della produzione, in accordo con la strategia europea di riuso e riciclo. Con questa logica sono nate, una dopo l’altra le linee Edilana, Edilatte, Editerra.

Daniela Ducato è anche coordinatrice del Polo Produttivo la Casa Verde CO2.0. Oltre al premio Euwiin, ha ricevuto anche un altro riconoscimento dall’Accademia degli Istituti di Architettura di Svezia per le pitture Edilatte e per il progetto “Architecture of Peace”.

“Domus Nautilus” Eco Space: Green House – CO2.0 “Architecture Of Peace”, struttura realizzata con i prodotti Edilana, Edilatte, Editerra ed Edimare, è il primo spazio al mondo ad ospitare e illustrare un  vocabolario dell’edilizia carbon free da toccare e ascoltare attraverso le soluzioni più avanzate, dentro una libreria con oltre 500 materiali certificati, tracciabili a 360°provenienti da filiere corte a chilometro ravvicinato e distribuiti con km scambiato. “Prodotti capaci di legare insieme architettura e agricoltura, in un unico racconto, dove efficienza energetica fa rima con etica. Per una vera architettura di pace in un ambiente a misura d’uomo e di donna”, commenta Daniela Ducato.

“Non c’è solo una ragione ecologica nell’uso di colori naturali di Edilatte derivati da eccedenze, ma anche la volontà di recuperare e poi innovare le ricette delle tradizioni edili di decorazione e del mondo e restituire ai colori la memoria geografica la luce dei luoghi di cui sono portatori. Come si fa a non emozionarsi davanti ad un bianco caramellato ottenuto con la stessa ricetta dei ricami delle pitture di riso della tradizione indiana?”, continua l’imprenditrice-ricercatrice, che rivela: “Devo moltissimo al regista Giuseppe Tornatore. I colori di Edilatte, oltre 400 per tinteggiare gli edifici, sono nati grazie a lui. Ho potuto conoscere e ricostruire quelle tonalità grazie alla documentazione accurata realizzata per un decennio dal regista sui saperi e segreti di famiglia”. Il regista siciliano ha infatti portato avanti un lungo lavoro di ricerca sui Ducato, una famiglia di artisti-artigiani di Bagheria di cui Giuseppe Tornatore scrive: “Vedere i Ducato all’opera, ascoltare i loro racconti e guardare quei colori ha segnato indelebilmente il mio modo di guardare attraverso la macchina da presa”.

L’8 dicembre Daniela Ducato racconterà in anteprima i suoi colori, tra architettura e agricoltura, a LINEA VERDE su RAI1

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende