Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Ismea: ad aprile meno 6% sui prezzi agricoli:

Ismea: ad aprile meno 6% sui prezzi agricoli

maggio 16, 2013 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Indietro tutta ad aprile per i prezzi agricoli, che cedono il 6,2% su base mensile. Le coltivazioni perdono rispetto a marzo l’11,6%, mentre limitano i ribassi a un meno 1,2% le produzioni zootecniche. Lo rileva l’Ismea sulla base dell’indice dei prezzi all’origine dei prodotti agricoli, che si è attestato il mese scorso a 135, da 143,9 di marzo (base 2000=100). Un livello che resta comunque superiore del 7,8% al dato di aprile 2012.

Tra le coltivazioni arretrano tutti i comparti produttivi, ad eccezione dei cereali, che spuntano un più 1,3% in un mese, e delle sementi e colture industriali, stazionarie rispetto a marzo. Particolarmente rilevante il calo degli ortaggi (-32,3%) a seguito dei ribassi delle ortive in serra,  penalizzate dall’aumento delle disponibilità e dalla caduta dei listini delle varietà invernali, giunte ormai a fine ciclo produttivo e divenute meno attrattive per i consumatori.

Per la frutta Ismea rileva ad aprile un calo dei prezzi all’origine del 7,8%, riconducibile soprattutto al comparto agrumicolo e al cambio stagionale del paniere monitorato dall’Istituto. Modeste flessioni, per il secondo mese consecutivo, interessano gli oli di oliva ( -0,7%), dopo un avvio di 2013 decisamente favorevole. Anche il vino segna il passo ad aprile, con un meno 0,8% giunto dopo una serie ininterrotta di rialzi dall’inizio della campagna 2011/2012.

Nonostante i ribassi mensili, per le colture vegetali il confronto annuo conferma un andamento positivo (+12,5%), con rincari particolarmente evidenti per oli di oliva (+37,6%), vini (+25,4%) e frutta (+24,3%). Prezzi più alti rispetto ad aprile 2012 anche per cereali (+7,2%), sementi e colture industriali (+9,1%) e ortaggi in generale (+0,7%).

Passando al comparto zootecnico, Ismea rileva incrementi mensili solo per i lattiero-caseari (+0,4%) e gli avicoli (+2,3%).  Flettono del 7,7% sia le quotazioni degli ovicaprini sia quelle dei suini, con questi ultimi influenzati dai ribassi dei capi da macello imputabili a un rallentamento della domanda. Cali più contenuti interessano uova (-3,8%), bovini (-0,4%) e conigli (-0,5%). La dinamica tendenziale rivela una variazione positiva del 2,5% per l’intero aggregato zootecnico, con rincari per avicoli (+17%), latte e derivati (+1,7%), bovini (+4,2%) e conigli (+11%). Negativo su base annua l’andamento dei prezzi per suini (-1,4%), ovi caprini (-11,4%) e uova (-6,5%).

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende