Home » Comunicati Stampa »Eventi » “Italia Legno Energia”, dal 13 al 15 febbraio ad Arezzo vanno in scena le biomasse:

“Italia Legno Energia”, dal 13 al 15 febbraio ad Arezzo vanno in scena le biomasse

gennaio 12, 2015 Comunicati Stampa, Eventi

Il futuro delle energie rinnovabili fa tappa ad Arezzo. Dal 13 al 15 febbraio 2015 infatti è alla Fiera del capoluogo di provincia toscano che si svolgerà Italia Legno Energia, un evento che ospiterà tutte le novità del settore biomasse. Italia Legno Energia è la prima edizione di una manifestazione pensata per la filiera della produzione di calore dal legno nel Centro Italia, voluta da Piemmeti SpA che organizza a Verona Progetto Fuoco, Mostra internazionale di impianti ed attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna in Fiera di Verona.

A due mesi dal taglio del nastro la fiera ha già fatto registrare il tutto esaurito per quanto riguarda gli spazi espositivi. “Saranno presenti ad Arezzo in forma diretta le aziende leader a livello internazionale - dichiara Raul Barbieri, direttore di Piemmeti – e tra queste ricordo tra i produttori di caldaie Okofen, Uniconfort, Kwb, Viessmann, Eta Italia, Herz, Froling, Solarfocus, Schmidt, Etatech, Tatano, Biodom, Domusa, San-Hell E Windhager, mentre tra i produttori di caminetti, stufe e cucine nomi molto conosciuti quali Palazzetti, Clam, Nordica, Mcz, Cadel, Cola, Rizzoli, Greithwald, Supra, Valmarecchi, Castiello, Cerampiu’ E Eta Kamini; così come sono numerose le aziende di pellet e combustibile (tra cui Germanpellet, Bioholz, Triade, Pelletlegno, Firelux, Seppele, Austrian Pellet, Woodtech, Ronchiato, Ricci, Latiesse) e aziende produttrici di macchine e aziende di articoli e accessori per la fumisteria (smalbo; mc costa moreno, etna). Nell’area esterna sono presenti le macchine per la prima trasformazione del legno con le aziende più rappresentative del settore: Pinosa, Pezzolato, Gl&D, Antonelli”.

Aziende agricole, agriturismi, imprese del turismo rurale, pubbliche amministrazioni, ma anche operatori del settore dell’Italia centrale, sono solo alcuni dei soggetti ai quali si rivolge questo appuntamento che non dimentica il consumatore finale che, con gli apparecchi domestici, può tornare a riscaldare la propria casa con la fonte primaria di energia, il legno. “Abbandonare le fonti fossili a vantaggio della biomassa legnosa - aggiunge Ado Rebuli, presidente di Piemmeti – è la scelta più efficace per abbattere i costi energetici. Una scelta di risparmio, per la possibilità di accedere agli incentivi del Conto Termico e di rispetto ambientale, scegliendo una fonte energetica pulita e sicura”.

Molti i convegni e i seminari in programma nei tre giorni di fiera, organizzati in collaborazione con AIEL, Associazione Italiana Energia del Legno, partner storico di Piemmeti. Ogni giorno sono in programma appuntamenti di rilievo nazionale su svariati temi: dallo sviluppo delle energie da fonte legnosa per il centro Italia, passando per la gestione dell’applicazione e dell’istallazione di caldaie a biomassa. Sempre promosso da AIEL si svolgerà ad Arezzo il secondo incontro nazionale degli operatori agroforestali per fare il punto su una professione in crescita. Assocosma invece, l’associazione nazionale dei produttori di stufe, proporrà incontri rivolti anche al consumatore su come scegliere la stufa più adatta e come utilizzarla al meglio. Durante la fiera si incontreranno anche gli spazzacamini del centro Italia grazie a un appuntamento promosso dall’associazione di categoria, l’Anfus.

Le foreste in Italia oggi occupano quasi 11 milioni di ettari, poco meno di un terzo della totalità del territorio nazionale, e la superficie boscata cresce ogni anno al ritmo di migliaia di ettari. Anche il volume dei boschi nazionali cresce: mediamente di 32 milioni di metri cubi di legno all’anno, dei quali, sempre in media, ne vengono prelevati poco meno di 8 milioni di metri cubi. Il capitale legnoso “depositato” nei boschi italiani, quindi, aumenta al ritmo annuale di circa 24 milioni di metri cubi. Senza contare che il legno da destinare alla produzione di calore può provenire anche dal cosiddetto “fuori foresta”, cioè dai campi: siepi e  filari, tutta la vegetazione che cresce lungo i corsi d’acqua e a cui viene fatta periodicamente manutenzione, nonché le potature degli alberi da frutto, degli oliveti e dei vigneti.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

febbraio 26, 2021

Su Infinity arriva “Green Storytellers”, storie di ambiente e sostenibilità

Arriva sulla piattaforma Infinity di Mediaset “Green Storytellers”, il primo programma TV su sostenibilità e ambiente voluto e finanziato interamente grazie ad una campagna di crowdfunding di successo su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation. Il progetto “green” dei due autori, registi e conduttori, Marco Cortesi e Mara Moschini, ha incontrato il sostegno e l’entusiasmo di [...]

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

gennaio 5, 2021

Auto elettriche: la conferma che gli incentivi funzionano. Vendite a +250% rispetto al 2019

Il 2020 si è chiuso con un’impennata delle vendite di auto elettriche che porta ad un dato record in termini percentuale di + 251,5% rispetto all’anno precedente, con un totale di 59.875 auto immatricolate di cui 32.500 Bev (vale a dire auto con batteria elettrica) e 27.375 Phev (auto ibride plug in). Nel 2019 il [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende