Home » Comunicati Stampa » Italians drive green:

Italians drive green

aprile 8, 2011 Comunicati Stampa

In un’Italia che si posiziona ai primi posti in Europa per tasso di motorizzazione, con 61 auto ogni 100 abitanti, i dati statistici rilevano un crescente interesse per le auto ecologiche.  Non a caso, come risulta dallo studio condotto dalla società Deloitte, il 74% degli italiani si dichiara orientato, ora più che mai, all’acquisto di un veicolo “verde”, in ragione dei nuovi rincari dei carburanti, del recente disastro nucleare e della crisi libica che sta interessando anche la nostra penisola.

Il network internazionale di automobile.it, mobile.international, registra una sempre maggiore richiesta di auto ecologiche: nel resto d’Europa, infatti, la corsa alle green car ha già avuto inizio e la Germania si assesta in pole position con 80 milioni di incentivi statali e colonnine elettriche agli angoli delle strade di Berlino. L’auspicio di automobile.it è che l’illustre esempio tedesco possa fare sempre più proseliti anche tra gli italiani attenti all’impatto ambientale.

Il vero limite è che c’è ancora chi guarda con scetticismo alla mobilità sostenibile, tanto è vero che la percentuale di auto elettriche o alimentate con combustibili alternativi è ferma in Italia al 4%; dato, questo, attribuibile in buona parte alle carenti agevolazioni statali, alla scarsa capillarità del sistema di rifornimento ealla difficoltà di reperimento di concessionarie specializzate nel settore green.

automobile.it, piattaforma di annunci online per la compravendita di auto, moto, camper, nuovi e usati, presenta una vetrina di migliaia di auto Euro 4 ed Euro 5, elettriche, ibride, a idrogeno, a gas metano o Gpl, tra le quali segnala Tesla Roadster, Lexus CT 200h, FIAT 500 TwinAir, Toyota Prius, e, per gli amanti del lusso, la Mercedes S 400 HYBRID e la Porsche Panamera S Hybrid. E per chi volesse scegliere da sé, ecco alcune indicazioni da tenere a mente:

Un’”auto ecologica”:

  • reca nella parte posteriore la scritta “ecologica” e sul libretto l’indicazione “Euro 4” o “Euro 5”;
  • utilizza fonti di energia pulite invece dei combustibili fossili;
  • è silenziosa;
  • viene realizzata con materiali più leggeri;
  • quando elettrica, è dotata di batterie a ioni di litio ricaricabili comodamente a casa o presso apposite colonnine per strada.

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende