Home » Comunicati Stampa » Keope: progetto Greenthinking:

Keope: progetto Greenthinking

ottobre 6, 2009 Comunicati Stampa

NeowoodCeramiche Keope, azienda produttrice di pavimenti e rivestimenti in grès porcellanato, presenta l’esclusivo progetto “GREENTHINKING”.  Tale marchio è il nuovo simbolo dell’impegno concreto di Ceramiche Keope nei confronti della natura.

Ceramiche Keope è oggi una delle aziende più attente alle qualità ecologiche dell’industria ceramica e al passo con la più avanzata evoluzione tecnologica. Grazie alle moderne strutture produttive, era già stata, nel 2004, la prima azienda italiana di ceramiche a completare volontariamente il percorso di verifica e riduzione delle proprie emissioni di CO2 e gas effetto serra (Protocollo di Kyoto). (Infatti alcuni gas presenti nell’atmosfera, derivanti soprattutto dai gas di scarico e dall’emissione di cloro fluoro carburi,  causano l’effetto serra, cioè avvolgono il nostro pianeta trattenendo una buona parte del calore emesso dalle radiazioni solari, impedendo loro di disperdersi nello spazio con un conseguente surriscaldamento della superficie terrestre, fenomeno considerato attualmente la principale problematica ambientale che la comunità internazionale deve affrontare).

Nel settembre 2005 l’azienda ha ottenuto la certificazione di prodotto Ecolabel, che attualmente comprende 23 collezioni certificate e più di 350 articoli. Oggi Ceramiche Keope ha confermato ancora una volta la sua “missione” e la sua attenzione nell’operare nel pieno rispetto dell’ambiente, ottenendo nel settembre 2007, 1° azienda di ceramiche al mondo e 1° azienda in assoluto in Europa, la prestigiosa certificazione UNI ISO 14064 (recepimento del protocollo di Kyoto).

Il Gruppo Concorde, Gruppo al quale appartiene Ceramiche Keope, è divenuto inoltre recentemente socio del Green Building Council Italia (GBC Italia), con sede in Trentino Alto Adige, che si propone di introdurre in Italia il sistema di certificazione indipendente LEED – Leadership in Energy and Environmental Design – i cui parametri stabiliscono precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energeticamente efficienti e a impatto ambientale contenuto.

Ceramiche Keope, che è attenta da sempre alla massima qualità della sua produzione ma anche ad una politica di totale rispetto ambientale, vuole offrire con questo logo ai propri clienti un valore aggiunto, e, comunicando il suo impegno, dare loro la possibilità di effettuare scelte consapevoli verso prodotti eco-compatibili, in linea con i rigorosi standard fissati dalla Comunità Europea.

Dal mese di luglio è possibile consultare il sito internet www.greenthinking.it dedicato a questo progetto.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende