Home » Comunicati Stampa » Officinae Verdi: un audit energetico preventivo per abbattere i costi delle imprese:

Officinae Verdi: un audit energetico preventivo per abbattere i costi delle imprese

novembre 14, 2012 Comunicati Stampa

Ammonta al 24% degli attuali consumi in energia primaria, corrispondenti a 20 Mtep di energia e un taglio di 8 miliardi di euro in importazioni di combustibili fossili, l’obiettivo di risparmio energetico conseguibile dal nostro Paese al 2020 grazie alla realizzazione di interventi di efficienza energetica, secondo quanto stabilito dalla Strategia Energetica Nazionale. E un’ulteriore riduzione dei consumi arriverà dalle misure contenute nella nuova Direttiva europea sull’efficienza energetica del settembre 2012 che tra le altre, impone l’adozione di riqualificazione del 3% delle superfici degli edifici pubblici e rende obbligatorio l’audit energetico per le grandi imprese, con un risparmio stimato in circa 50 miliardi di euro l’anno a livello europeo.

In questa direzione va anche il recente Decreto Conto Energia Termico, che interviene sulle misure di incentivazione degli interventi di efficienza energetica sia per la Pubblica Amministrazione che per i privati, introducendo degli incentivi diretti per i kWh prodotti da impianti alimentati a fonti rinnovabili (es. caldaie a biomassa, solare termico) o con uso efficiente di energia (es. pompe di calore) certificato.

Per aiutare le aziende che vogliono investire nella riqualificazione energetica e nella realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, Officinae Verdi Spa propone  un audit energetico preventivo che, in base ad un’analisi dettagliata dei consumi energetici dell’azienda, permette di individuare le inefficienze e definire le soluzioni green-tech sostenibili da adottare per abbattere i costi della bolletta e recuperare competitività.

Gli Energy Analyst Officinae Verdi, attivi in rete su tutto il territorio nazionale, attraverso l’audit energetico realizzano non solo un’analisi delle aree di miglioramento in termini di efficienza, ma anche un vero e proprio studio di fattibilità tecnica-finanziaria-ambientale, che consente di individuare la tecnologia verde più idonea tra biomassa, biogas, minieolico, cogenerazione, fotovoltaico, solare termico ed efficienza energetica calibrando gli investimenti in base alle esigenze dei processi produttivi e facilitare le soluzioni finanziarie.

Il potenziale risparmio medio ottenibile da un’impresa grazie ad interventi di riqualificazione energetica si aggira, in base al settore merceologico e allo “stato di salute” impiantistico ed edilizio dell’azienda, intorno al 19%- 30%, con punte che arrivano al 40% laddove si intervenga su impianti che non hanno mai provveduto ad un approccio di riqualificazione energetica integrato (elettricità, riscaldamento).

“Nell’approcciare in modo sistemico e integrato la riqualificazione energetica dell’impresa sono 3 i passi essenziali – ha dichiarato Giovanni Tordi, Amministratore Delegato Officinae Verdi – prima di tutto occorre avviare un audit energetico, passaggio reso obbligatorio per le grandi aziende dalla Direttiva Comunitaria, e in ogni caso consigliabile per non incorrere nel rischio di effettuare un investimento sbagliato, sia per scelta tecnologica che per dimensione dell’impianto. Secondo, l’audit energetico diventa ‘avanzato’ se si sceglie di abbinare un servizio-sistema di Metering (misurazione dinamica dei consumi attraverso degli apparati di misurazione “meter”) dei consumi nei vari settori dell’impresa, che  consente di identificare nell’arco di un mese le maggiori zone di dispersione in cui intervenire. Terzo e ultimo passo, intervenire sulle tecnologie pulite che devono essere realmente sostenibili per l’impresa, vale a dire coerenti con i consumi e le specificità dell’impresa”. “Nel servizio sviluppato da Officinae Verdi importante è supportare il cliente a partire dall’audit energetico con studi di fattibilità che integrino aspetti tecnico–economici–finanziari, sino alla progettazione e realizzazione degli Impianti. A questa fase iniziale si aggiungono poi la possibilità di finanziamento (tramite UniCredit), l’entrata in esercizio e il collaudo, ivi incluse tutte le pratiche autorizzative per gli incentivi e la detraibilità fiscale”.

L’attivazione dell’audit energetico è un passo semplice e a costi molto contenuti e questo investimento è di fatto “garantito”, in quanto si ripaga già nel primo anno con il risparmio in bolletta derivante dalle soluzioni che l’azienda adotterà.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende