Home » Comunicati Stampa » Officinae Verdi: un audit energetico preventivo per abbattere i costi delle imprese:

Officinae Verdi: un audit energetico preventivo per abbattere i costi delle imprese

novembre 14, 2012 Comunicati Stampa

Ammonta al 24% degli attuali consumi in energia primaria, corrispondenti a 20 Mtep di energia e un taglio di 8 miliardi di euro in importazioni di combustibili fossili, l’obiettivo di risparmio energetico conseguibile dal nostro Paese al 2020 grazie alla realizzazione di interventi di efficienza energetica, secondo quanto stabilito dalla Strategia Energetica Nazionale. E un’ulteriore riduzione dei consumi arriverà dalle misure contenute nella nuova Direttiva europea sull’efficienza energetica del settembre 2012 che tra le altre, impone l’adozione di riqualificazione del 3% delle superfici degli edifici pubblici e rende obbligatorio l’audit energetico per le grandi imprese, con un risparmio stimato in circa 50 miliardi di euro l’anno a livello europeo.

In questa direzione va anche il recente Decreto Conto Energia Termico, che interviene sulle misure di incentivazione degli interventi di efficienza energetica sia per la Pubblica Amministrazione che per i privati, introducendo degli incentivi diretti per i kWh prodotti da impianti alimentati a fonti rinnovabili (es. caldaie a biomassa, solare termico) o con uso efficiente di energia (es. pompe di calore) certificato.

Per aiutare le aziende che vogliono investire nella riqualificazione energetica e nella realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, Officinae Verdi Spa propone  un audit energetico preventivo che, in base ad un’analisi dettagliata dei consumi energetici dell’azienda, permette di individuare le inefficienze e definire le soluzioni green-tech sostenibili da adottare per abbattere i costi della bolletta e recuperare competitività.

Gli Energy Analyst Officinae Verdi, attivi in rete su tutto il territorio nazionale, attraverso l’audit energetico realizzano non solo un’analisi delle aree di miglioramento in termini di efficienza, ma anche un vero e proprio studio di fattibilità tecnica-finanziaria-ambientale, che consente di individuare la tecnologia verde più idonea tra biomassa, biogas, minieolico, cogenerazione, fotovoltaico, solare termico ed efficienza energetica calibrando gli investimenti in base alle esigenze dei processi produttivi e facilitare le soluzioni finanziarie.

Il potenziale risparmio medio ottenibile da un’impresa grazie ad interventi di riqualificazione energetica si aggira, in base al settore merceologico e allo “stato di salute” impiantistico ed edilizio dell’azienda, intorno al 19%- 30%, con punte che arrivano al 40% laddove si intervenga su impianti che non hanno mai provveduto ad un approccio di riqualificazione energetica integrato (elettricità, riscaldamento).

“Nell’approcciare in modo sistemico e integrato la riqualificazione energetica dell’impresa sono 3 i passi essenziali – ha dichiarato Giovanni Tordi, Amministratore Delegato Officinae Verdi – prima di tutto occorre avviare un audit energetico, passaggio reso obbligatorio per le grandi aziende dalla Direttiva Comunitaria, e in ogni caso consigliabile per non incorrere nel rischio di effettuare un investimento sbagliato, sia per scelta tecnologica che per dimensione dell’impianto. Secondo, l’audit energetico diventa ‘avanzato’ se si sceglie di abbinare un servizio-sistema di Metering (misurazione dinamica dei consumi attraverso degli apparati di misurazione “meter”) dei consumi nei vari settori dell’impresa, che  consente di identificare nell’arco di un mese le maggiori zone di dispersione in cui intervenire. Terzo e ultimo passo, intervenire sulle tecnologie pulite che devono essere realmente sostenibili per l’impresa, vale a dire coerenti con i consumi e le specificità dell’impresa”. “Nel servizio sviluppato da Officinae Verdi importante è supportare il cliente a partire dall’audit energetico con studi di fattibilità che integrino aspetti tecnico–economici–finanziari, sino alla progettazione e realizzazione degli Impianti. A questa fase iniziale si aggiungono poi la possibilità di finanziamento (tramite UniCredit), l’entrata in esercizio e il collaudo, ivi incluse tutte le pratiche autorizzative per gli incentivi e la detraibilità fiscale”.

L’attivazione dell’audit energetico è un passo semplice e a costi molto contenuti e questo investimento è di fatto “garantito”, in quanto si ripaga già nel primo anno con il risparmio in bolletta derivante dalle soluzioni che l’azienda adotterà.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

febbraio 23, 2018

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

Quest’anno Caterpillar e RAI Radio2 dedicano l’iniziativa “M’illumino di Meno“ alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi, ricordiamocelo, c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. Entro fine giornata del 23 febbraio 2018, la quattordicesima edizione di “M’illumino di Meno” ha dunque l’obiettivo di raggiungere la Luna a piedi con 555 [...]

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende