Home » Comunicati Stampa » L’UE usa Facebook per promuovere la biodiversità:

L’UE usa Facebook per promuovere la biodiversità

luglio 12, 2011 Comunicati Stampa

La Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea ha lanciato la seconda fase della propria campagna di comunicazione, parte della strategia sulla biodiversità, che durerà fino al 2020. Il lancio è partito nel Giorno Mondiale della Diversità Biologica, il 22 maggio, stabilito dall’Unione Europea per accrescere la conoscenza e la consapevolezza sui problemi relativi alla biodiversità.

Ideata sulla base degli elementi utilizzati nella precedente campagna sulla biodiversità, la nuova fase vuole creare una relazione a lungo termine con il singolo e i gruppi. Questa fase offre la possibilità agli interessati di ricevere informazioni e suggerimenti su come proteggere la biodiversità, e suggerisce modi diversi per impegnarsi e far partecipare anche gli amici. Verranno coinvolti anche blogger esperti sulle materie della biodiversità. Il fulcro di questa nuova fase è l’applicazione in 3D sulla pagina Facebook di Biodiversity che permette a tutti i fan di caricare le foto dei propri amici, ricreando l’immagine di una delle mascotte di Biodiversity: lo Scoiattolo Rosso, il Tonno dalla Pinna blu, la Quercia, la Rana e il Passero.

La campagna Biodiversity promossa dalla Commissione Europea ha già avuto un notevole successo nel 2010. Si sono svolte in tutta Europa street actions incentrate sull’idea di perdita, con impressionanti immagini che richiamano la linea disegnata attorno alla vittima sulla scena del crimine. Più di 16.000 persone hanno partecipato a eventi dal vivo e attività legate alla biodiversità. Il sito web weareallinthistogether.eu ha più di 3.7 milioni di visitatori, il video virale è stato visto da più di 1.9 milioni di persone, e ci sono più di 55.000 utenti attivi che usano l’applicazione della biodiversità su Facebook. La campagna Biodiversity è stata premiata nel 2010 con lo “European Excellence Award” nella categoria Ambiente ed Ecologia.

In questa nuova fase, i cittadini europei possono vincere un viaggio per due in Transilvania, Romania, con voli che compensano al 100% le emissioni di CO2.  Il vincitore trascorrerà 1 settimana nella foresta selvaggia, assaporando i miracoli della natura e ammirando gli orsi con una guida privata per tutta la settimana.  I viaggi e l’alloggio sono inclusi.

Si può partecipare semplicemente visitando la pagina Facebook di Biodiversity e utilizzando l’applicazione Biodiversify Your Friends, che permette di vedere le immagini dei propri amici trasformate nell’immagine della mascotte scelta.  Dopo aver finito, i partecipanti si devono impegnare a fare qualcosa per proteggere la biodiversità. Ci si può attivare con parole, video o foto. I migliori impegni votati su Facebook, saranno valutati dalla Commissione Europea che determinerà il vincitore. Il concorso scade il 31 luglio 2011.

Il 3 maggio 2011 la Commissione Europea ha adottato una nuova strategia per fermare la perdita della biodiversità e dei servizi dell’ecosistema in Europa entro il 2020: “La nostra assicurazione sulla vita, il nostro capitale naturale: una strategia dell’Unione Europea per la biodiversità fino al 2020″.

 

La nuova strategia è in linea con due impegni presi dai leader dall’UE nel marzo 2010. Il primo è l’obiettivo principale del 2020: “diminuire la perdita di biodiversità e il degrado dell’ecosistema nell’UE entro il 2020 e rimpiazzarla nel minor tempo possibile, aumentando i contributi dell’UE per evitare la perdita globale della biodiversità”; il secondo l’obiettivo per il 2050: “entro il 2050, la biodiversità dell’UE e i servizi che l’ecosistema fornisce – il suo capitale naturale – saranno protetti, valorizzati e ristabiliti per il valore intrinseco della biodiversità e per il suo essenziale contributo al benessere degli umani e alla prosperità economica, così da evitare i catastrofici cambiamenti climatici provocati dalla perdita della biodiversità.”  Questi obiettivi sono linea con gli impegni globali presi a Nagoya nell’ottobre 2010 durante la Convention sulla Diversità Biologica dove i leader mondiali hanno adottato una pacchetto di provvedimenti per indirizzare la perdita globale della biodiversità nell’arco del prossimo decennio.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende