Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » La Consulta sui referendum milanesi conclude il mandato, ma resta ancora molto da fare:

La Consulta sui referendum milanesi conclude il mandato, ma resta ancora molto da fare

Venerdì 28 ottobre la Consulta Cittadina per l’Attuazione dei Cinque Referendum Consultivi di Milano ha concluso il proprio mandato con un incontro a Palazzo Marino in cui sono stati presentati il rendiconto delle attività e le indicazioni in relazione ai provvedimenti in via di definizione da parte della Giunta sulle materie referendarie.

La Consulta, spiegano i componenti in una nota stampa, “ha operato seguendo una scelta di trasparenza, aprendo al pubblico le proprie sedute e rendendo pubblici i propri verbali, pareri ed atti sul sito e seguendo un approccio imparziale, fondato su basi tecnico-scientifiche, per facilitare l’adozione degli atti e l’attuazione della trasformazione urbana sostenibile chiesta dai milanesi con il voto referendario”.

Edoardo Croci, Presidente della Consulta per l’attuazione dei 5 referendum ha dichiarato: “Concludiamo il lavoro della Consulta, che ha sempre mantenuto un ruolo di stimolo verso l’amministrazione sui temi ambientali, con un ultimo e importante, invito al Comune. I 5 referendum sono stati alla base di importanti provvedimenti per migliorare qualità dell’ambiente a Milano, ma i risultati raggiunti corrispondono solo a una parte delle richieste dei cittadini. Resta molto da fare e toccherà alla nuova amministrazione. Toccherà al Sindaco e alla Giunta seguire gli indirizzi dati dai cittadini con i referendum del 2011, che rappresentano un punto di riferimento delle richieste dei milanesi per la qualità della vita in città”. “Il mandato referendario costituisce tuttora l’architrave su cui si innescano le misure per lo sviluppo di trasformazione sostenibile di Milano, in uno scenario internazionale in cui questo aspetto risulta essenziale per la competitività della nostra città”.

La Consulta ha presentato anche una dettagliata “Relazione sullo stato di avanzamento dei 5 referendum a maggio 2016”, che presenta un bilancio finale a luci e ombre. Tra i fattori positivi la forte spinta nella direzione della sostenibilità, grazie alla quale l’Amministrazione ha realizzato alcuni degli interventi più significativi nel migliorare la qualità urbana (anche se gli avanzamenti ottenuti risultano ancora insufficienti rispetto alle esplicite richieste referendarie). Tra i fattori negativi, al contrario, l’assenza di un processo di alimentazione continua di un set di indicatori relativi allo stato e all’evoluzione della sostenibilità urbana, un procedere “settoriale” in assenza di una Pianificazione integrata e l’assenza, infine, di uno specifico allegato ai bilanci – più volte chiesto dalla Consulta – relativo ai costi e ai ricavi connessi ai 5 referendum.

“La continuità delle richieste di intervento sui temi referendari – spiegano i componenti della Consulta – deve ritenersi pienamente operante anche con questa amministrazione. Ciò vale a maggior ragione in considerazione del fatto non è stato concluso l’iter di approvazione di alcuni dei piani più significativi relativi alla realizzazione dei 5 referendum, come il PUMS (piano urbano della mobilità sostenibile) e il PAES (piano per l’ambiente e l’energia sostenibile), quando proprio mobilità ed energia costituiscono i due ambiti principali di intervento per la sostenibilità ambientale. Il chiaro indirizzo dato dai cittadini milanesi non si esaurisce fino alla realizzazione concreta delle azioni necessarie e richieste coi referendum”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

gennaio 22, 2018

Sacchetti per l’ortofrutta. CSI cerca di far chiarezza sui requisiti tecnici

Il dibattito sull’obbligo dei sacchetti biodegradabili per l’acquisto di frutta e verdura sfusa nei supermercati e nei negozi, scattato il 1° gennaio 2018, non si placa e cresce la confusione tra i consumatori. Per questo il laboratorio Food-Packaging-Materials di CSI, società del Gruppo IMQ, è voluto intervenire per fornire alcune informazioni tecniche, che spiegano, ad [...]

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

gennaio 18, 2018

“IODP Expedition 374″: una nuova missione oceanografica all’Antartide per indagare i cambiamenti climatici

L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS torna a indagare l’Antartide e i cambiamenti climatici a un anno di distanza dalla missione che aveva portato al largo del Mare di Ross l’OGS Explora, l’unica nave da ricerca di capacità oceanica con classe artica di proprietà di un ente italiano. Laura De Santis, [...]

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

gennaio 18, 2018

Una geniale “pausa caffè” all’Università di Bolzano. Ecco come riciclare le cialde

“Mai una pausa caffè fu tanto proficua. Mentre tra colleghi sorseggiavamo il nostro espresso ottenuto con una macchinetta come quelle che ora vanno di moda, sia negli uffici che nelle case, abbiamo scherzato sul senso di colpa indotto dalla mole di packaging che, caffè dopo caffè, occorre smaltire”, afferma il Prof. Matteo Scampicchio della Libera [...]

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende