Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » La Consulta sui referendum milanesi conclude il mandato, ma resta ancora molto da fare:

La Consulta sui referendum milanesi conclude il mandato, ma resta ancora molto da fare

Venerdì 28 ottobre la Consulta Cittadina per l’Attuazione dei Cinque Referendum Consultivi di Milano ha concluso il proprio mandato con un incontro a Palazzo Marino in cui sono stati presentati il rendiconto delle attività e le indicazioni in relazione ai provvedimenti in via di definizione da parte della Giunta sulle materie referendarie.

La Consulta, spiegano i componenti in una nota stampa, “ha operato seguendo una scelta di trasparenza, aprendo al pubblico le proprie sedute e rendendo pubblici i propri verbali, pareri ed atti sul sito e seguendo un approccio imparziale, fondato su basi tecnico-scientifiche, per facilitare l’adozione degli atti e l’attuazione della trasformazione urbana sostenibile chiesta dai milanesi con il voto referendario”.

Edoardo Croci, Presidente della Consulta per l’attuazione dei 5 referendum ha dichiarato: “Concludiamo il lavoro della Consulta, che ha sempre mantenuto un ruolo di stimolo verso l’amministrazione sui temi ambientali, con un ultimo e importante, invito al Comune. I 5 referendum sono stati alla base di importanti provvedimenti per migliorare qualità dell’ambiente a Milano, ma i risultati raggiunti corrispondono solo a una parte delle richieste dei cittadini. Resta molto da fare e toccherà alla nuova amministrazione. Toccherà al Sindaco e alla Giunta seguire gli indirizzi dati dai cittadini con i referendum del 2011, che rappresentano un punto di riferimento delle richieste dei milanesi per la qualità della vita in città”. “Il mandato referendario costituisce tuttora l’architrave su cui si innescano le misure per lo sviluppo di trasformazione sostenibile di Milano, in uno scenario internazionale in cui questo aspetto risulta essenziale per la competitività della nostra città”.

La Consulta ha presentato anche una dettagliata “Relazione sullo stato di avanzamento dei 5 referendum a maggio 2016”, che presenta un bilancio finale a luci e ombre. Tra i fattori positivi la forte spinta nella direzione della sostenibilità, grazie alla quale l’Amministrazione ha realizzato alcuni degli interventi più significativi nel migliorare la qualità urbana (anche se gli avanzamenti ottenuti risultano ancora insufficienti rispetto alle esplicite richieste referendarie). Tra i fattori negativi, al contrario, l’assenza di un processo di alimentazione continua di un set di indicatori relativi allo stato e all’evoluzione della sostenibilità urbana, un procedere “settoriale” in assenza di una Pianificazione integrata e l’assenza, infine, di uno specifico allegato ai bilanci – più volte chiesto dalla Consulta – relativo ai costi e ai ricavi connessi ai 5 referendum.

“La continuità delle richieste di intervento sui temi referendari – spiegano i componenti della Consulta – deve ritenersi pienamente operante anche con questa amministrazione. Ciò vale a maggior ragione in considerazione del fatto non è stato concluso l’iter di approvazione di alcuni dei piani più significativi relativi alla realizzazione dei 5 referendum, come il PUMS (piano urbano della mobilità sostenibile) e il PAES (piano per l’ambiente e l’energia sostenibile), quando proprio mobilità ed energia costituiscono i due ambiti principali di intervento per la sostenibilità ambientale. Il chiaro indirizzo dato dai cittadini milanesi non si esaurisce fino alla realizzazione concreta delle azioni necessarie e richieste coi referendum”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Flymove presenta a Milano la “Smart Mobility Platform”e i nuovi modelli elettrici

novembre 22, 2018

Flymove presenta a Milano la “Smart Mobility Platform”e i nuovi modelli elettrici

Il 28 novembre prossimo Flymove Holding organizzerà a Milano, nello Spazio di via Gadames 57, un evento riservato a operatori finanziari, investitori e partners tecnologici, per il lancio mondiale della Flymove Smart Mobility Platform e delle nuove automobili elettriche EV City Car e Sportive Car a brand “Dianchè by Bertone”, che faranno uso di un innovativo sistema di scambio rapido di batteria [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende