Home » Comunicati Stampa » From Somewhere with Speedo: i costumi riciclati diventano alta moda:

From Somewhere with Speedo: i costumi riciclati diventano alta moda

settembre 27, 2010 Comunicati Stampa

from_somewhere_with_speedoIn occasione della London Fashion Week e in particolare di Estethica (la sezione dedicata alla moda sostenibile curata dal British Fashion Council e diventata vera e propria piattaforma per i designer della moda ecologia ed etica) è stata presentata la nuova collaborazione tra Speedo, leader mondiale del nuoto e From Somewhere l’etichetta fashion vincitrice del premio sostenibilità nella settimana della moda a Londra.

La partnership “From Somewhere with Speedo” rientra all’interno di progetti di arte creativa e di design innovativo, sostenuti da Speedo che ha così voluto sfruttare i modelli rimasti invenduti dei rivoluzionari costumi da competizione Speedo LZR Racer. Una limited edition, quella presentata a Esthetica, che è ancora in fase di sviluppo, ma dalla quale emerge un abito davvero unico nel suo genere, realizzato esclusivamente con il leggendario Speedo LZR Racer e che sarà messo all’asta per beneficienza. Ma come nasce l’incontro tra le due realtà?

In seguito alla decisione della FINA, la federazione mondiale del nuoto, di apportare modifiche alle norme che regolamentano i costumi da competizione, vietando l’uso dei modelli a copertura totale del corpo dell’atleta a partire dallo scorso gennaio, il marchio leader mondiale nel nuoto si è trovato con un surplus di costumi LZR Racer.

Sull’altro versante, gli ideatori del brand inglese From Somewhere, Orsola de Castro e Filippo Ricci, da tempo riciclano “ripensandoli” gli sprechi dell’industria della moda: il loro obiettivo è utilizzare le rimanenze dei tessuti per trasformarli in splendidi abiti che diventino nuovo oggetto del desiderio, realizzando capi che coniugano il consumo e lo smaltimento degli scarti. Le collezioni di From Somewhere, infatti, sono realizzate con i resti generati durante il processo creativo: dalle bozze ai campionari, dalle rimanenze di tessuto alla parte finale dei rotoli di stoffa. Ecco che l’incontro tra lo spirito di From Somewhere e il valore tecnologico di Speedo LZR Racer, ormai senza mercato, ha dato un futuro a questi costumi. Un progetto che si inserisce in un’ottica di più ampio respiro, per esplorare nuovi modi di utilizzare le rimanenze e trovare soluzioni più responsabili rispetto al semplice smaltimento.

Speedo ha scelto così di scrivere un nuovo capitolo nella storia del “mitico” costume Speedo LZR Racer offrendo questi pezzi, fino a poco tempo fa d’avanguardia, ad alcuni gruppi creativi e istituzioni artistiche – per creare ancora onde, anche se non più nelle competizioni dei campioni di nuoto. Il palmares dello Speedo LZR Racer è strabiliante: 91 record nel mondo realizzati dagli atleti che lo hanno indossato, inclusi gli indimenticabili risultati raggiunti dal più decorato atleta di tutti i tempi Michael Phelps.

«Lo Speedo LZR Racer è stato un’icona di design nel mondo del nuoto fin dal suo lancio nel 2008 e durante la sua permanenza nel mondo delle piscine, i nuotatori che l’hanno indossato hanno realizzato decine di record del mondo, raggiungendo risultati difficilmente immaginabili prima di allora – ha commentato David Robinson, Presidente di Speedo International – ed oggi la collaborazione tra Speedo e From Somewhere permette al LZR Racer di essere un’immagine forte di design al di fuori della piscina. La nostra azienda da sempre presta grande attenzione alla sostenibilità e  siamo onorati ed entusiasti di sostenere la collaborazione con From Somewhere. Progetti innovativi come questo sono la perfetta espressione di come si possa disporre dei surplus di stock per dare nuova vita al costume, estendendo la fama dello Speedo LZR Racer al di fuori delle piscine, direttamente sotto i riflettori delle passerelle».

L’intera collezione ‘From Somewhere with Speedo’ sarà presentata a inizio 2011. Una parte del ricavato dei modelli di questa collezione sarà devoluto in beneficienza.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

febbraio 23, 2018

“M’illumino di Meno” 2018: è ora di cambiare passo per salvare la Terra

Quest’anno Caterpillar e RAI Radio2 dedicano l’iniziativa “M’illumino di Meno“ alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Perché sotto i nostri piedi, ricordiamocelo, c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo. Entro fine giornata del 23 febbraio 2018, la quattordicesima edizione di “M’illumino di Meno” ha dunque l’obiettivo di raggiungere la Luna a piedi con 555 [...]

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

febbraio 20, 2018

“Muoversi a Torino”, il nuovo portale che integra open data e servizi al cittadino

Il 13 febbraio la Città di Torino ha lanciato “Muoversi a Torino”, il nuovo servizio di infomobilità in linea con le principali città europee: un portale web istituzionale, interamente orientato a fornire indicazioni utili e informazioni sempre aggiornate per muoversi agevolmente in città e nell’area metropolitana. Il nuovo sito – realizzato e gestito dalla partecipata 5T - si [...]

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

febbraio 19, 2018

Non beviamoci il mare con una cannuccia. Marevivo contro l’inquinamento da plastica

Quanto tempo si impiega a bere un cocktail con una cannuccia in plastica? Mediamente 20 minuti. Quanto tempo è necessario invece per smaltirla? 500 anni. In tutto il mondo si utilizzano quotidianamente più di un miliardo di cannucce, solo negli Stati Uniti ogni giorno se ne consumano 500 milioni, secondo i dati della Plastic Pollution [...]

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende