Home » Comunicati Stampa » La linea Palm Design debutta al Forum Internazionale degli Acquisti Verdi:

La linea Palm Design debutta al Forum Internazionale degli Acquisti Verdi

ottobre 7, 2010 Comunicati Stampa

Palm design, Courtesy of palmdesign.itLa quarta edizione di Compraverde, il Forum Internazionale degli Acquisti Verdi, inaugurato oggi a Cremona, ha una particolarità anche nell’allestimento. L’intera area del “Green Contact”, la Borsa degli Acquisti Verdi, e gran parte degli spazi della fiera sono infatti arredati, quest’anno, dalla nuova linea Palm Design, ideata dalla Palm SpA di Viadana (MN) – già leader in Italia nell’ecopallet per trasporti industriali –  che intende proporre un nuovo concetto di produzione e consumo sostenibile attraverso l’impiego di elementi d’arredo a ridotto impatto ambientale.

L’arredamento Palm Design, completamente ecocompatibile e realizzato impiegando Greenpallet® certificati FSC e PEFC come componenti modulari, si struttura in tavoli, sedie, panchine, banconi, cubi pallet e pareti isomodulari, tutti elementi d’arredo che evocano importanti messaggi conviviali e ambientali, al tempo stesso, e in grado di stimolare il cittadino-consumatore verso comportamenti più responsabili.

Con questa operazione di allestimento – che si ripeterà in grande scala al Salone Internazionale del Gusto di Torino, dal 21 al 25 ottobre – Palm Design contribuisce inoltre a ridurre l’impatto ambientale del Forum Compraverde.

A Cremona Palm Design presenterà i principali articoli della nuova linea: l’ortomobile, l’albero-panca, un set di piccoli ortopallet con tavolini e sedie, espositori per fair market a filiera corta, piccoli oggetti come i pallet dondolo, ideali per arredare gli spazi  verdi. Si tratta di strumenti a ridotto impatto ambientale realizzati secondo i principi del Design Sistemico, un approccio che consiste nell’utilizzare gli output di un sistema produttivo (produzione del Greenpallet®) come materia prima di altri sistemi produttivi, riducendo al minimo la quantità di rifiuti emessa.

Questo permette di realizzare nuovi prodotti che pongono al centro la relazione tra uomo e natura: sono strumenti educativi per i bambini, adatti per realizzare laboratori ambientali nelle scuole, utili alle famiglie per insegnare ai loro figli il valore della manualità e l’importanza di imparare dalla natura osservando le piante e la loro crescita, prendendosene cura lungo l’intero ciclo di vita: dalla piantumazione del seme fino all’ottenimento del frutto/ortaggio.

L’orto mobile su pallet prevede, ad esempio, la possibilità da parte del bambino, e dell’adulto che lo accompagna, di seminare e di veder crescere le pianticelle componendo l’orto per piani secondo il momento della crescita della pianta. La struttura prevede inoltre un lato trasparente per offrire la possibilità di osservare il terreno e la crescita delle radici delle piante.

Albero seduto” invece è creato da Greenpallet® e prevede la fusione di un albero con una panca per meglio contemplare la natura e la sua evoluzione. Tutti i prodotti della linea Palm Design infatti vogliono portare la natura e gli alberi anche dove gli spazi pubblici non sempre lo consentono e promuovere un atteggiamento consapevole nel cittadino fin dalla sua tenera età. Per questo Palm sta portando avanti, con i comuni e le scuole del territorio in cui l’azienda opera , l’iniziativa “Un albero-panca per ogni nato” .

I prodotti di Palm Design saranno messi in vendita, dal 25 ottobre 2010, anche sul nuovissimo Greencommerce.it, il portale di e-commerce “greenwashing free” curato dall’Associazione Greencommerce, in collaborazione con il web magazine Greenews.info, che contribuirà alla segnalazione e selezione di quei prodotti provenienti unicamente da aziende che abbiano intrapreso un serio e documentabile percorso verso la sostenibilità ambientale.

Nel contesto del Compraverde-Buygreen verrà presentata anche la nuova mascotte della linea Palm Design: il simbolo stilizzato di un “contadino zappettatore”, che vuole simpaticamente educare tutti gli abitanti del pianeta ad essere attivatori di comportamenti sani e responsabili attraverso l’uso di simboli e segni che conducano verso acquisti green.

L’intento è quello di fornire alle Pubbliche Amministrazioni, enti, istituzioni, ospedali, asili, case di cura per anziani, ma anche alle imprese e ai privati cittadini, gli strumenti per scegliere servizi e beni sostenibili ed ecocompatibili valutando già prima dell’acquisto il loro impatto ambientale nella produzione, nell’utilizzo e nello smaltimento: tenendo cioè in considerazione il loro ciclo di vita complessivo.

I dati dell’osservatorio GPP dimostrano che il settore degli approvvigionamenti  pubblici rappresenta in Italia il 17% del PIL. Ciò significa che se la Pubblica Amministrazione, a qualsiasi livello, inserisse precisi criteri ambientali nei bandi pubblici o nei capitolati d’appalto, attuerebbe un vero  e proprio atto di Consumo Consapevole capace di generare una forza d’urto pari a circa 1/5 della ricchezza.

Nel forum internazionale in cui enti e imprese si incontrano per imparare a “comprare verde”, Palm ha dunque anche creato lo stand a ridotto impatto ambientale (stand 71) per Ecofriends – l’associazione di cui è fondatrice, nel quale verranno esposti i prodotti di tutte le imprese associate impegnate nella promozione del GPP pubblico e privato.

Con lo stesso intento giovedì 7 ottobre, dalle ore 11.00 alle 13.30, presso la Sala Abbado della Fiera di Cremona, Palm S.p.A. promuove un convegno dal titolo: “Costruire filiere distributive salubri e sostenibili nell’agroalimentare e nella ristorazione. Cosa rimane fuori dal piatto?” per porre l’accento sul ruolo fondamentale dell’imballaggio nelle filiere distributive. Ogni prodotto e servizio alimentare, infatti,  non esiste senza un imballaggio. La normativa sul GPP impone attenzione al packaging: pallet, scatola di cartone, cassetta, sacchetti, astucci e film. Palm, in questo contesto, promuove l’integrazione fra sistemi di confezione differenti intorno a criteri di sostenibilità, per ridurre l’impatto ambientale. Il Greenpallet® di Palm è riconosciuto infatti come importante mezzo a favore della sostenibilità, utile alle aziende, che nei bandi pubblici “verdi” vogliano movimentare le loro merci su pallet ecosostenibili, conseguendo un punteggio superiore.

EcofriendsEcofriendsEcofriendsEcofriendsEcofriends

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende