Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » L’estate calda dei server. I data center e il problema dell’energia:

L’estate calda dei server. I data center e il problema dell’energia

luglio 10, 2015 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

In questi giorni roventi provate a toccare il vostro computer alla fine di una giornata di lavoro e sentite quanto scalda. Poi immaginate di moltiplicare quell’emissione di calore per migliaia di volte e avrete una vaga idea di quanta energia consumano i data center per raffreddare i server.

I più esperti di questo settore hanno incominciato a trasferire i server nei luoghi freddi della Terra, dal Canada all’Islanda alla Siberia - dove l’oligarca russo Oleg Deripaska sta progettando una catena di strutture che possano beneficiare di bassi costi di gestione e servire anche il mercato cinese. Un’altra tecnica punta all’ottimizzazione dei flussi di circolazione dell’aria calda e fredda. Altre innovazioni cercano, infine, di rendere efficienti le macchine e approvvigionarsi tramite fonti di energia rinnovabile. L’energia è sicuramente la voce di costo numero uno per questi providers e ridurre o ottimizzare i consumi significa diventare più competitivi sul mercato mondiale, abbassando i prezzi dei servizi al pubblico, come il cloud o l’hosting.

Uno dei leader internazionali del web hosting, la multinazionale tedesca 1and1,  fin dall’inaugurazione dei propri server, punta su alimentatori ad alta efficienza, con meno del 20% di perdite di calore. L’azienda ha anche lavorato sulla razionalizzazione delle macchine, evitando qualsiasi componente inutile all’interno dei server, secondo la logica: meno pezzi, meno consumi, meno manutenzione. Risultato: 30.000 tonnellate di CO2 in meno all’anno.

Secondo le stime della società americana Gartner, internet inquina, in generale, quanto l’intero settore dell’aviazione civile mondiale! Il cosiddetto green hosting sta, per questo questo motivo, prendendo piede anche tra gli operatori più piccoli. Da chi ne fa una bandiera prevalentemente di marketing, a chi lavora più concretamente sulla qualità ambientale della fornitura di energia. Tuttavia anche colossi come Google e Facebook, per poter preservare l’immagine di compagnie smart e innovative, hanno dovuto intraprendere, negli ultimi anni, iniziative di sostenibilità ambientale ad ampio raggio. Il gigante dei social networks ha annunciato, proprio nei giorni scorsi, che investirà 500 milioni di dollari nella costruzione di un nuovo data center a Fort Worth, in Texas, alimentato da 200 megawatt di energia verde provenienti da un campo eolico di 17.000 ettari. Mentre Google è riuscita a piazzarsi in buona posizione, nel recente report Greenpeace Green Brands, grazie al 48% di energia proveniente da fonti rinnovabili e ad una strategia generale basata sull’efficienza energetica che ha portato i propri server a consumare mediamente la metà dell’energia dei normali data center.

Redazione Greenews.info



Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

aprile 29, 2020

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

Le offerte “verdi” dell’energia elettrica (quelle cioè provenienti da fonti rinnovabili) non possono più essere considerate “alternative”, perché ormai rappresentano la maggior parte di tutte le tariffe disponibili sul mercato. Per il gas, invece, c’è ancora tanta strada da fare. Sono, in sintesi, i risultati dell’analisi che Selectra – azienda che mette a confronto le tariffe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende