Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Servizi » Livingbox: al MADE 2013 il prototipo certificato ICMQ:

Livingbox: al MADE 2013 il prototipo certificato ICMQ

ottobre 1, 2013 Comunicati Stampa, Prodotti, Servizi

È modulare, prefabbricabile, trasportabile, riciclabile e vanta la certificazione “Make it sustainable”. Si tratta di “Livingbox”, la “smart house” ideata dall’Università di Trento.  Il prototipo energeticamente efficiente sarà visitabile in anteprima assoluta a Smart Village 2013 – la mostra-convegno su architettura sostenibile ed efficienza energetica organizzata da Edilportale e MADE, in collaborazione con Agorà, nell’ambito di MADE Expo, in programma a Milano dal 2 al 5 ottobre.

Livingbox è un’unità modulare prefabbricata, delle dimensioni massime di un container, da montare come unità singola o come aggregazione di più blocchi. La flessibilità è uno dei principali requisiti. Il modulo abitativo presenta un impianto versatile che consente una destinazione d’uso sia residenziale che ricettiva. Nel primo caso si tratta di una abitazione dai 45 agli 80 metri quadrati, dotata di blocco fisso per cucina-bagno e di una superficie polifunzionale modificabile. In alternativa può essere organizzato  come camera d’albergo, munito di accesso di 4,5 metri quadrati, camera di 18 metri quadrati, bagno con antibagno e spazio polifunzionale. La sovrapposizione o l’abbinamento di più moduli può dare origine anche ad una struttura residenziale o ricettiva pluripiano.

Disegnato da due gusci accoppiabili, ciascuno dall’ingombro di 2,5 x 10 metri, Livingbox è agevolmente trasportabile a mezzo di un autoarticolato. I tempi di realizzazione del modulo sono stati minimizzati e calibrati in un’ottica di sostenibilità, ricorrendo in misura ridotta ad energia esterna per l’assemblaggio del modulo, che avviene quasi completamente a secco.

Livingbox è inoltre concepito per essere riciclabile ed energeticamente efficiente. La struttura, composta da pannelli portanti di legno di abete a strati incrociati (XLAM) di 90 millimetri di spessore consente di limitare le emissioni di CO2 sia in fase di montaggio, sia nelle fasi di gestione e dismissione.

Il sistema ventilato di rivestimento del tetto Roofingreen NATURE, di grande impatto estetico, è ottenuto dall’assemblaggio di una serie di moduli la cui superficie verde è solidarizzata a uno strato di materiale isolante in XPE, di spessore variabile in base alla prestazione termico-acustica ricercata. Livingbox può essere alimentato da pannelli solari termici, fotovoltaici o sistemi cogenerativi e di minieolico; dotato di sistema di riscaldamento e raffreddamento a pompa di calore con scambio aria-acqua, nonché di soluzioni progettuali che ne ottimizzino l’autonomia energetica, come brise-soleil o aperture a sud per ottimizzare l’apporto di radiazione solare.

I promotori del progetto hanno scelto di valorizzare rispettivamente il concept e le attività di coordinamento e di gestione di Livingbox, ricorrendo alla certificazione di sostenibilità “Make it Sustainable” creata da ICMQ (organismo di certificazione nel mercato delle costruzioni), che valorizza specifici prodotti, servizi o cantieri ideati, realizzati e gestiti secondo i principi di sostenibilità.

“Make it sustainable”, in sintesi, verifica la coerenza tra ciò che un’organizzazione realizza e i principi di sostenibilità enunciati sulla carta. Ciò avviene attraverso un approccio innovativo che utilizza riferimenti internazionali quali En ISO 26000, En ISO 9004, En ISO 14004, En ISO 14040 (LCA), LEED e GRI (Global Reporting Initiative).

Nel caso di Livingbox sono state oggetto di verifica cinque fasi principali: pianificazione, progettazione, realizzazione (fornitura materiali, montaggio), promozione e comunicazione.

La valutazione è avvenuta verificando il livello di implementazione dei requisiti, con una soglia minima – definita “percentuale di conformità” – che attesta il bilanciamento tra gli aspetti sociali, economici e ambientali. In particolare i primi requisiti verificati sono stati quelli definiti “Core”, cioè gli elementi minimi che devono essere gestiti dall’organizzazione affinché essa possa concorrere all’ottenimento della certificazione.

Il processo di certificazione non ha richiesto, da parte delle organizzazioni coinvolte, l’elaborazione di procedure o documenti ad hoc e non ha imposto predefiniti parametri numerici relativamente alle caratteristiche dei prodotti e dei processi.  L’approccio pragmatico di “Make it sustainable” infatti, volto a valorizzare ciò che l’organizzazione realizza senza appesantimenti burocratici, ha permesso di svolgere le attività “in tempo reale” ricercando le evidenze dell’applicazione della strategia di sostenibilità attraverso i documenti di lavoro e lo svolgersi delle attività stesse. “Make it Sustainable”, non intende dunque indirizzare il mercato verso un prodotto piuttosto che un altro, ma valorizzare le scelte coerenti ai principi di sostenibilità intraprese rispetto ad una specifica attività. Scelte che debbono garantire una valutazione equa tra aspetti economici, ambientali e sociali. Una prospettiva che ICMQ presenterà al MADE, tra il 2 e il 5 ottobre, dove sarà presente con un proprio stand (T12) nel Padiglione 4 dello Smart Village.

Numerosi i brand che hanno collaborato alla realizzazione del prototipo in esposizione: Velux, Rockwool, Knauf, RoofingreenEdilana, AGB, Faraone, Internorm, Prefa e Rothoblaas per l’involucro esterno; Olimpia Splendid, Bticino e Geberit per gli impianti; DEMODE engineered by Valcucine, CLEI, Duravit, Newform, OIKOS, Ermetika, Knauf, Hafro, Laterlite e Garbelotto per gli interni.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende