Home » Comunicati Stampa » MOBI.Europe, primo test per una mobilitá elettrica integrata e smart:

MOBI.Europe, primo test per una mobilitá elettrica integrata e smart

febbraio 21, 2012 Comunicati Stampa

Dimostrare che la riduzione delle emissioni di CO2  collegate al trasporto, sia nelle aree urbane che interurbane, è possibile e aumentare il livello di conoscenza dei benefici della mobilitá elettrica. Sono questi gli obiettivi principali dei quattro progetti (MOBI.Europe, ICT4EVEU, MOLECULES e sm@rtCEM), che sono stati ufficialmente lanciati lo scorso 8 Febbraio al Parlamento Europeo e che si inquadrano nel programma della Commissione Europea finalizzato all’appoggio della competitivitá e dell’innovazione (CIP).

Solo il consenso degli utilizzatori e il successo dell’adozione di nuove tecnologie associate ai veicoli elettrici, potranno infatti permettere all’Unione Europea di raggiungere il suo ambizioso obiettivo di escludere qualsiasi veicolo a combustione interna dalle cittá, e di ridurre del 60% (rispetto al 1990) le emissioni di gas serra nel settore dei trasporti entro il 2050.

Uno dei progetti che ha destato maggiore interesse, per dimensione e potenziale, é MOBI.Europe, che presenta al suo interno le tre iniziative di mobilitá elettrica attualmente allo stato  piú avanzato in Europa: due di livello nazionale (MOBI.E in Portogallo e E-car IRELAND in Irlanda) e una di livello cittadino (Amsterdam Electric).

João Jesus Caetano, coordinatore MOBI.Europe, durante la presentazione del progetto nel Parlamento Europeo  ha dichiarato: “Il nostro progetto riunisce dodici entitá pubbliche e private, alcune delle quali sono pionieri e tra i principali attori del recente sviluppo tecnologico della mobilitá elettrica in cinque paesi europei: Portogallo, Irlanda, Olanda, Spagna e Francia. MOBI.Europe é un progetto di integrazione, basato su sistemi TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione), che mira a garantire l’interoperabilitá di quattro differenti iniziative in corso in Europa, sia a livello di comunicazione che di business”.

Gli obiettivi principali dei quattro progetti presentati al Parlamento Europeo includono: aumentare la cooperazione nel settore e supportare interoperabilitá e standard comuni a beneficio degli utilizzatori finali; promuovere la mobilitá elettrica, da parte delle amministrazioni pubbliche, come una reale alternativa per la mobilitá urbana e interurbana; testare e sviluppare standard per l’integrazione di sistemi di mobilitá elettrica tra diversi paesi europei; testare soluzioni di ricarica intelligente (smart charging) dei veicoli al fine di aumentare l’efficienza  della rete e contribuire ad una maggiore integrazione delle energie rinnovabili; dimostrare direttamente al pubblico i benefici prodotti dai nuovi veicoli, dai servizi ad essi associati e dall’interoperabilitá delle soluzioni adottate a livello urbano, nazionale e transnazionale (con soluzioni di roaming tra paesi).

“Attraverso MOBI.Europe – ha aggiunto Caetano – contiamo di dare un contributo alla definizione di standard sia a livello di comunicazione che di business, che possano aiutare a creare, in un futuro molto prossimo, una infrastruttura europea per la mobilitá elettrica pienamente interoperabile. Ci aspettiamo inoltre di mostrare come le imprese europee stiano diventando i principali agenti di innovazione, a livello mondiale, in questo eccitante e promettente settore di sistemi intelligenti per la mobilitá elettrica (smart- connected electro-mobility)”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Attenti a scrub e dentifricio: le microsfere di plastica nei prodotti per l’igiene personale inquinano fiumi e oceani

luglio 28, 2016

Attenti a scrub e dentifricio: le microsfere di plastica nei prodotti per l’igiene personale inquinano fiumi e oceani

L’utilizzo di microsfere di plastica in prodotti per l’igiene personale continua ad avere un pesante impatto ambientale sui fiumi e gli oceani del Pianeta, e sugli animali che li abitano. E’quanto emerge dalla classifica con cui Greenpeace East Asia ha valutato in base all’utilizzo di queste particelle i trenta più importanti marchi internazionali di prodotti cosmetici [...]

Finanza e ambiente: Alperia colloca “green bond” per 225 milioni di euro

luglio 27, 2016

Finanza e ambiente: Alperia colloca “green bond” per 225 milioni di euro

Alperia, la nuova società energetica altoatesina, ha collocato presso investitori istituzionali”green bond” in due tranche per complessivi 225 milioni. Si tratta della seconda azienda italiana a fare uso di quest’innovativa formula di “strumento verde” di finanziamento, la prima dell’Alto Adige. Per Alperia il successo del collocamento sul mercato europeo conferma il riconoscimento, da parte degli investitori [...]

Nel Parco di San Rossore si testa l’efficienza dei motori aeronautici. In vecchi capannoni del Dopoguerra

luglio 26, 2016

Nel Parco di San Rossore si testa l’efficienza dei motori aeronautici. In vecchi capannoni del Dopoguerra

Nel cuore del Parco di San Rossore, l’Università di Pisa studia applicazioni per l’energia verde. Nel laboratorio Scalbatraio del dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale è infatti operativo e fresco di collaudo un nuovo laboratorio con due banchi di prova, uno dedicato ai motori aereonautici, l’altro alle turbomacchine. “Per realizzare la struttura sono stati riconvertiti [...]

Microgen 30, la tecnologia italiana per la micro-cogenerazione a idrogeno

luglio 26, 2016

Microgen 30, la tecnologia italiana per la micro-cogenerazione a idrogeno

Sette anni di ricerca tecnologica e sviluppo dei materiali. Questo è il tempo che è servito all’azienda scaligera ICI Caldaie Spa, capofila del progetto denominato MICROGEN30, per realizzare e perfezionare un sistema innovativo di micro-cogenerazione di taglia medio-piccola (10/30kWe), basato su celle a combustibile, per applicazioni in ambito residenziale. Un percorso di sperimentazione iniziato formalmente [...]

Borse di studio VASS 2016: 1.000 euro per tesi di laurea sui sistemi costruttivi in legno

luglio 22, 2016

Borse di studio VASS 2016: 1.000 euro per tesi di laurea sui sistemi costruttivi in legno

Martedì 19 Luglio è stata presentata, con un evento nella cantine Ceretto di Alba, in Piemonte, l’edizione 2016 del bando VASS, per 3 nuove borse di studio, in collaborazione con l’azienda altoatesina Rotho Blaas e con il patrocinio del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Le borse (2 offerte da VASS e 1 da [...]

Milkman, il servizio di consegna personalizzato per ridurre l’impatto ambientale

luglio 22, 2016

Milkman, il servizio di consegna personalizzato per ridurre l’impatto ambientale

Milkman, la startup italiana che permette agli e-shopper di decidere giorno ed ora nei quali ricevere le proprie spedizioni, tramite l’omonima App (gratuita per iOS e Android), promuove ora la logistica “verde”. E-commerce e shopping online rappresentano infatti uno dei più significativi cambi di abitudini degli ultimi anni: 120 milioni i pacchi consegnati in Italia, [...]

“1 contro 0″: il nuovo decreto che regola il ritiro degli elettrodomestici

luglio 21, 2016

“1 contro 0″: il nuovo decreto che regola il ritiro degli elettrodomestici

A pochi giorni dall’entrata in vigore del cosiddetto decreto “1 contro o“, AIRES, l’associazione di Confcommercio che rappresenta i retailer di elettrodomestici specializzati, ha avviato un dialogo con il Ministero dell’Ambiente per definire i passi successivi dell’applicazione. L’”1 contro 0″ disciplina infatti le modalità di ritiro dei RAEE (i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende

VIDEO DEL GIORNO