Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » Mobilità ciclistica: la legge presto incardinata alla Camera:

Mobilità ciclistica: la legge presto incardinata alla Camera

“Il seminario della scorsa settimana a Montecitorio si è rivelato un concreto contributo allo sviluppo delle politiche di mobilità ciclistica nel nostro Paese”. Sono queste le parole di Giulietta Pagliaccio, presidente di FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta all’indomani dalla tavola rotonda sul tema ‘Intermodalità tra i sistemi di trasporto sostenibile’, promossa da FIAB in collaborazione con il Gruppo Interparlamentare per la mobilità nuova e ciclistica.

Il presidente alla Commissione Trasporti, Michele Meta, ha comunicato che la legge quadro sulla mobilità ciclistica, presentata un anno fa, sta per essere incardinata alla Camera. “È una notizia molto positiva – commenta Pagliaccio – e ci auguriamo vivamente che l’iter parlamentare proceda, ora, in modo spedito”.

Davanti a una platea di politici, assessori, tecnici ed esperti in materia, responsabili di servizi e aziende di trasporto nazionali e locali, rappresentanti dell’associazionismo delle sue ruote e giornalisti, il seminario ha offerto un quadro aggiornato sullo stato dell’arte del trasporto intermodale con l’utilizzo di mezzi sostenibili. Dalle best practice europee – il sistema delle bici pubbliche in Olanda; le velo-stazioni presenti ovunque in Francia o le soluzioni di bici al seguito su tutti i mezzi di trasporto in Germania tanto per citare alcuni esempi – alla realtà italiana che, sebbene necessita di molto lavoro, è puntellata da esempi eccellenti. Tra questi la linea Mi.Co.Tra per il trasporto transfrontaliero di passeggeri e biciclette tra Udine e Villach (Austria) inaugurata nel 2013 con oltre 72.000 passeggeri e 7.770 bici trasportate (dati 2014) e che è interconnessa con la ciclovia Alpe Adria, le ciclovie di interesse regionale, la rete ciclabile italiana Bicitalia e quella europea Eurovelo.

Se tuttavia, come è emerso a più voci, nel nostro Paese diventa sempre più urgente spostare un’ampia fetta di utenza dal trasporto privato a quello pubblico, è altrettanto necessario sviluppare forme di intermodalità che possano garantire spostamenti comodi, rapidi, accessibili ma soprattutto sostenibili. Una mobilità intermodale, infatti, non significa solo ottimizzare e velocizzare i tempi di trasporto, ma rendere l’ambiente più vivibile per tutti privilegiando mezzi e soluzioni green.

Viaggia in questo senso la riforma sul trasporto pubblico locale in discussione in questi mesi, ma anche la proposta dell’onorevole Meta che ritiene fondamentale insistere sul tema della fiscalità affinché i ritorni economici derivanti dalla gestione del trasporto privato (zone ztl, parcheggi, ecc.) vadano a favore della mobilità collettiva e sostenibile.

Nell’ampio tema dell’integrazione “treno+bici” è stata molto apprezzata, invece, la disponibilità annunciata dall’AD di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile, di mettere a disposizione gli spazi di rispetto che corrono lungo i binari per la realizzazione di piste ciclabili, in particolare all’interno dei grandi centri urbani (come Milano o Roma, dove esiste già un progetto per 20 km di percorsi). Il sedime accanto ai binari è uno spazio già protetto e con poca pendenza, perfettamente adatto alla realizzazione di percorsi per i ciclisti urbani che incentiverebbero l’uso delle due ruote in città e, collegando le diverse stazioni, faciliterebbero l’intermodalità con il “ferro”.

Di grande attualità anche il tema della riforma del Codice della Strada, dopo lo stop ad alcuni emendamenti (tra cui quelli che riguardano l’utenza debole) avvenuto settimana scorsa in Commissione Bilancio del Senato.  Meta, presidente della Commissione Trasporti, ha assicurato che, nonostante il percorso sia lungo e tortuoso, è necessario tenere in considerazione l’urgenza di alcune modifiche del Codice della Strada, circa una ventina (tra cui le zone 30), che potrebbero essere inserite in un apposito provvedimento in Commissione grazie al quale possono arrivare a un’approvazione in aula in modo diretto, previa, naturalmente, la verifica dei singoli contenuti.

“Il seminario di Montecitorio rappresenta una data di avvio a un lavoro forte per lo sviluppo dell’intermodalità tra i diversi sistemi di traposto sostenibile, a patto che tutti gli interlocutori coinvolti siano disposti a mettersi in gioco – ha concluso l’on. Paolo Gandolfi, Gruppo Interparlamentare della mobilità nuova e ciclistica. – Il prossimo appuntamento è in aprile a Bologna in occasione della seconda edizione degli Stati Generali della Mobilità Nuova: una tre giorni di confronto e dialogo tra privato e pubblico, amministratori e aziende, politici e a mondo dell’associazionismo sostenibile”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

marzo 15, 2019

Vendemmia 2099 in anticipo di 4 settimane. In Trentino uno studio indaga l’effetto dei cambiamenti climatici sulla viticoltura

Come sarà la viticoltura in Trentino nel 2099? A causa dei cambiamenti climatici tra 80 anni si vendemmierà con un anticipo fino alle 4 settimane. A calcolarlo è uno studio interdisciplinare condotto da Fondazione Edmund Mach e Centro C3A con l’Università di Trento e Fondazione Bruno Kessler. Lo studio indaga l’impatto dei cambiamenti climatici sulle fasi [...]

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

marzo 8, 2019

L’appello di Dell: la sostenibilità come criterio di base per gli acquisti IT delle pubbliche amministrazioni

Dell Technologies, tra i maggiori produttori mondiali di soluzioni tecnologiche, ha lanciato nei giorni scorsi un appello ai Governi europei e all’intero settore IT per stimolare un maggiore impegno congiunto verso la sostenibilità, con particolare attenzione all’ambito del public procurement dei servizi IT. Si calcola infatti che, nell’Unione Europea, la spesa pubblica si aggiri intorno a [...]

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

marzo 7, 2019

La plastica invade anche il “Regno di Nettuno”. Un convegno a Ischia per lanciare l’allarme

“L’Italia produce ogni anno oltre 4.720 miliardi di bottiglie di acqua minerale in PET e ne rilascia oltre 132.000 tonnellate nelle acque costiere, che in termini di CO2 prodotta corrispondono a 472.000 tonnellate emesse per la loro produzione e 925.000 tonnellate emesse per il loro trasporto, per un totale di 1.397.000 tonnellate di CO2 emesse!”. [...]

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

marzo 1, 2019

NOI Techpark, il polo d’innovazione di Bolzano che nasce sul vecchio stabilimento metallurgico

Da area industriale a enorme quartiere dell’innovazione: NOI Techpark è il nuovo polo culturale e tecnologico di Bolzano nato per ospitare aziende, start up, centri di ricerca e università.  Nature Of Innovation: è questo il significato dell’acronimo NOI Techpark. Un’opera di rigenerazione urbana che già nel nome rivela la sua natura inclusiva, destinata a trasformare [...]

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

marzo 1, 2019

Il “sustainable thinking” della moda al Museo Salvatore Ferragamo

Il prossimo 12 aprile 2019 a Firenze, il Museo Salvatore Ferragamo inaugura “Sustainable Thinking“, un percorso narrativo che si snoda tra le pionieristiche intuizioni del fondatore Salvatore Ferragamo nella ricerca sui materiali naturali, di riciclo e innovativi, e le più recenti sperimentazioni in ambito “ecofashion”. Il progetto espositivo, ideato da Stefania Ricci, Direttore del Museo [...]

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

febbraio 21, 2019

Ponte Morandi: rischio amianto nell’abbattimento. Esposto alla Procura di Genova

Il Comitato ‘Liberi Cittadini di Certosa’ sostenuto dall’ONA (Osservatorio Nazionale Amianto) e assistito e difeso dal suo Presidente, Avv. Ezio Bonanni, ha presentato ieri mattina alla Procura della Repubblica di Genova un dettagliato esposto che fa riferimento al potenziale rischio amianto e presenza di polveri nocive in relazione al tragico crollo del ponte del 14 agosto 2018 che, oltre [...]

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

febbraio 20, 2019

Zeolite cubana: un sistema naturale per proteggere i cereali immagazzinati

Le infestazioni in magazzino sono uno dei problemi che più colpisce la filiera agroalimentare italiana. Dal campo alla tavola, il danno provocato durante lo stoccaggio rischia di compromettere intere produzioni. Per risolvere questa problematica l’azienda di San Marino Bioagrotech srl, specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici per l’agricoltura biologica, ha introdotto sul [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende