Home » Comunicati Stampa » Moving Planet, a Roma il 1° evento social sul clima:

Moving Planet, a Roma il 1° evento social sul clima

settembre 20, 2011 Comunicati Stampa

Il 24 settembre Roma ospiterà il primo evento globale di mobilitazione per l’ambiente, organizzato via social network in contemporanea con le principali metropoli di tutti e 5 i continenti. Un appuntamento internazionale promosso da 350.org, l’associazione di Bill McKibben sbarcata in Italia nel 2011, tra Roma e Milano, grazie all’Italian Climate Network, un team di ambientalisti, climatologi, biologi e giovani creativi, nato con lo scopo di diffondere maggiore consapevolezza sulla necessità di affrancarci dai combustibili fossili, promuovere la mobilità sostenibile nelle città intasate dal traffico e diventare protagonisti della lotta al cambiamento climatico.

L’evento, sabato 24 settembre dalle 15, presso la Città dell’Altra Economia presenterà un programma ricco di iniziative. Si aprirà con la Ciclofficina all’Aperto, uno spazio dove i ciclisti della Ciclofficina Centrale di Roma forniranno gratuitamente un aiuto per riparare o recuperare biciclette. La giornata romana proseguirà con la presentazione al pubblico del film-documentario “The Age of Stupid, la pellicola shock del 2009 firmata dal regista Franny Armstrong e promossa dal WWF. Il protagonista è un uomo rimasto solo su un Pianeta, che ha subito i cambiamenti previsti dagli scienziati: è il 2055, e il mondo “as we know it” è solo un ricordo da ammirare in fotografia chiedendosi “perché non abbiamo fatto niente quando eravamo ancora in tempo?” - la risposta è nel titolo. Seguirà una conferenza sulla mobilità sostenibile, con la presentazione di progetti concreti e soluzioni per ridurre l’impatto sul clima dei nostri spostamenti. Alle 20 un aperitivo, rigorosamente biologico e solidale, preparato dal bar della Città dell’Altra Economia, seguito da musica con un gruppo che suonerà dal vivo. Le emissioni di CO2 associate all’evento saranno compensate con un progetto di energia rinnovabile.

E’ di qualche giorno fa il verdetto del City Ranking Project, la classifica delle città europee più virtuose in fatto di clima e qualità dell’aria promossa da Friends of the Earth Germania e dallo European Environmental Bureau. Roma e Milano sono arrivate ultime tra le metropoli europee quanto a politiche concrete per ridurre i livelli di inquinamento. Un ground zero che deve far riflettere tutti sull’urgenza di un’azione a più voci per aiutare il Pianeta. Il 24 settembre sarà quindi una giornata di outing collettivo sul pericoloso silenzio che circonda il problema dei cambiamenti climatici nella capitale. Moving Planet si propone come “una ventata di aria fresca” dopo anni di stasi e di rassegnazione nel dibattito pubblico sul surriscaldamento della Terra, nonostante i continui allarmi della comunità scientifica. A livello globale, il 24 settembre si assisterà ad una “invasione” delle strade delle principali città del Pianeta per dire basta all’invasione culturale, emotiva, economica ed energetica dei combustibili fossili. Il 24 settembre sarà insomma una mobilitazione collettiva per il futuro e in nome del futuro.

350.org è una associazione americana fondata da Bill McKibben, uno dei giornalisti i più preparati in tema di cambiamento climatico. Leonardo di Caprio lo ha inserito nel panel di leading climate scientist del suo “The 11th hour”, documentario indipendente sul cambiamento climatico.  A partire dal 2008, il network di McKibben ha lanciato la proposta, via internet, di coordinare manifestazioni creative in contemporanea in diversi luoghi del mondo, sfruttando la rete dei social netowrks per connettere e sensibilizzare giovani e persone comuni in tutto il mondo. 350 è la concentrazione di CO2 in atmosfera (espressa in parti per milione) che, secondo importanti climatologi, rappresenta una soglia di “sicurezza” per il Pianeta, l’obiettivo da raggiungere per evitare conseguenze imprevedibili. Oggi la concentrazione è di 393 ppm ed è in aumento, ma se “mettiamo la marcia indietro” è ancora possibile assestare il clima della Terra entro i 350. Oltre questo numero  il surriscaldamento del pianeta diverrà critico e irreversibile.

Il 24 settembre sarà possibile far sentire la propria voce grazie alla collaborazione tra la sede centrale di 350.org, negli Stati Uniti, e il team di Milano e Roma di Italian Climate Network, che conta, tra i fondatori, anche Sergio Castellari, referente italiano per l’IPCC, l’International Panel on Climate Change, il maggiore organismo internazionale per lo studio dei cambiamenti climatici.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

LaF TV: una speciale programmazione “green” per l’Earth Day 2018

aprile 19, 2018

LaF TV: una speciale programmazione “green” per l’Earth Day 2018

laF, il canale satellitare del gruppo editoriale Feltrinelli (Sky 139) dedica all’Earth Day di domenica 22 aprile una speciale rassegna a tema “green”, che accompagnerà l’intero daytime di programmazione. Alle 10.55 il documentario “Spira Mirabilis” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, vincitore del Green Drop Award alla 73ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, esplora i concetti di immortalità e rigenerazione [...]

Global Energy Prize Summit: al Politecnico di Torino il confronto sul mix energetico del futuro

aprile 17, 2018

Global Energy Prize Summit: al Politecnico di Torino il confronto sul mix energetico del futuro

Al Politecnico di Torino arriva la settima edizione del Global Energy Prize Summit. Il 18 aprile scienziati di importanza mondiale, politici ed esperti del settore di otto nazioni si incontreranno all’Energy Center, dalle 9.30 alle 13.00, per discutere delle più urgenti questioni riguardanti energia e clima nella conferenza “Modelisation & simulation of energy mix in [...]

Le tre anime “green” di Vinitaly 2018: Bio, Vivit e Fivi

aprile 14, 2018

Le tre anime “green” di Vinitaly 2018: Bio, Vivit e Fivi

Vini biologici, biodinamici, artigianali, a Vinitaly 2018 – in programma dal 15 al 18 aprile – ogni espressione dell’enologia “ecologica” trova il suo spazio espositivo e commerciale. Anche quest’anno saranno due gli spazi speciali nel Padiglione 8 (quello più “green” del Salone Internazionale del Vino e dei Distillati): VinitalyBio e Vivit – Vite Vignoioli Terroir. A [...]

Green Mobility: il presente dell’elettrico nella visione di Legambiente

aprile 10, 2018

Green Mobility: il presente dell’elettrico nella visione di Legambiente

Una mobilità a emissioni zero, capace di garantire qualità dell’aria e salute, controllo del cambiamento climatico e in grado di innescare meccanismi virtuosi di green economy. Infrastrutture efficienti e mezzi sicuri per cittadini liberi di muoversi, tutti, più di oggi, anche se sempre meno “proprietari” del mezzo. Non è uno scenario futuribile, ma il domani alle [...]

Morini Rent: ecco i primi van elettrici per la logistica “zero emission” di PMI e privati

aprile 4, 2018

Morini Rent: ecco i primi van elettrici per la logistica “zero emission” di PMI e privati

Morini Rent – il gruppo italiano fondato a Torino, che opera dal 1949 nel settore del noleggio di auto, veicoli commerciali e isotermici – arricchisce da oggi la propria offerta allargando la flotta di 2.600 mezzi con i Van Ɛ-Morini Full Electric. Morini Rent metterà dunque a disposizione dei propri clienti i Van Citroën Berlingo [...]

ANIE Rinnovabili: nei primi mesi 2018 crescono fotovoltaico e idroelettrico

aprile 3, 2018

ANIE Rinnovabili: nei primi mesi 2018 crescono fotovoltaico e idroelettrico

Secondo i dati diffusi da ANIE Rinnovabili – l’associazione di Confindustria che raggruppa le imprese costruttrici di componenti e impianti e quelle fornitrici di servizi di gestione e di manutenzione nei settori del fotovoltaico, eolico, biomasse, geotermoelettrico, idroelettrico e solare termodinamico – nei primi due mesi del 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e [...]

Banca Etica e FS Italiane insieme per riqualificare le stazioni ferroviarie dismesse

marzo 27, 2018

Banca Etica e FS Italiane insieme per riqualificare le stazioni ferroviarie dismesse

Il finanziamento e l’attuazione di progetti per la riqualificazione e il riuso sociale, ambientale e culturale di circa 450 stazioni abbandonate e delle linee ferroviarie dismesse del network di Rete Ferroviaria Italiana. Questi i temi del Protocollo d’intesa firmato ieri a Milano da Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane e da [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende