Home » Comunicati Stampa » Moving Planet, a Roma il 1° evento social sul clima:

Moving Planet, a Roma il 1° evento social sul clima

settembre 20, 2011 Comunicati Stampa

Il 24 settembre Roma ospiterà il primo evento globale di mobilitazione per l’ambiente, organizzato via social network in contemporanea con le principali metropoli di tutti e 5 i continenti. Un appuntamento internazionale promosso da 350.org, l’associazione di Bill McKibben sbarcata in Italia nel 2011, tra Roma e Milano, grazie all’Italian Climate Network, un team di ambientalisti, climatologi, biologi e giovani creativi, nato con lo scopo di diffondere maggiore consapevolezza sulla necessità di affrancarci dai combustibili fossili, promuovere la mobilità sostenibile nelle città intasate dal traffico e diventare protagonisti della lotta al cambiamento climatico.

L’evento, sabato 24 settembre dalle 15, presso la Città dell’Altra Economia presenterà un programma ricco di iniziative. Si aprirà con la Ciclofficina all’Aperto, uno spazio dove i ciclisti della Ciclofficina Centrale di Roma forniranno gratuitamente un aiuto per riparare o recuperare biciclette. La giornata romana proseguirà con la presentazione al pubblico del film-documentario “The Age of Stupid, la pellicola shock del 2009 firmata dal regista Franny Armstrong e promossa dal WWF. Il protagonista è un uomo rimasto solo su un Pianeta, che ha subito i cambiamenti previsti dagli scienziati: è il 2055, e il mondo “as we know it” è solo un ricordo da ammirare in fotografia chiedendosi “perché non abbiamo fatto niente quando eravamo ancora in tempo?” - la risposta è nel titolo. Seguirà una conferenza sulla mobilità sostenibile, con la presentazione di progetti concreti e soluzioni per ridurre l’impatto sul clima dei nostri spostamenti. Alle 20 un aperitivo, rigorosamente biologico e solidale, preparato dal bar della Città dell’Altra Economia, seguito da musica con un gruppo che suonerà dal vivo. Le emissioni di CO2 associate all’evento saranno compensate con un progetto di energia rinnovabile.

E’ di qualche giorno fa il verdetto del City Ranking Project, la classifica delle città europee più virtuose in fatto di clima e qualità dell’aria promossa da Friends of the Earth Germania e dallo European Environmental Bureau. Roma e Milano sono arrivate ultime tra le metropoli europee quanto a politiche concrete per ridurre i livelli di inquinamento. Un ground zero che deve far riflettere tutti sull’urgenza di un’azione a più voci per aiutare il Pianeta. Il 24 settembre sarà quindi una giornata di outing collettivo sul pericoloso silenzio che circonda il problema dei cambiamenti climatici nella capitale. Moving Planet si propone come “una ventata di aria fresca” dopo anni di stasi e di rassegnazione nel dibattito pubblico sul surriscaldamento della Terra, nonostante i continui allarmi della comunità scientifica. A livello globale, il 24 settembre si assisterà ad una “invasione” delle strade delle principali città del Pianeta per dire basta all’invasione culturale, emotiva, economica ed energetica dei combustibili fossili. Il 24 settembre sarà insomma una mobilitazione collettiva per il futuro e in nome del futuro.

350.org è una associazione americana fondata da Bill McKibben, uno dei giornalisti i più preparati in tema di cambiamento climatico. Leonardo di Caprio lo ha inserito nel panel di leading climate scientist del suo “The 11th hour”, documentario indipendente sul cambiamento climatico.  A partire dal 2008, il network di McKibben ha lanciato la proposta, via internet, di coordinare manifestazioni creative in contemporanea in diversi luoghi del mondo, sfruttando la rete dei social netowrks per connettere e sensibilizzare giovani e persone comuni in tutto il mondo. 350 è la concentrazione di CO2 in atmosfera (espressa in parti per milione) che, secondo importanti climatologi, rappresenta una soglia di “sicurezza” per il Pianeta, l’obiettivo da raggiungere per evitare conseguenze imprevedibili. Oggi la concentrazione è di 393 ppm ed è in aumento, ma se “mettiamo la marcia indietro” è ancora possibile assestare il clima della Terra entro i 350. Oltre questo numero  il surriscaldamento del pianeta diverrà critico e irreversibile.

Il 24 settembre sarà possibile far sentire la propria voce grazie alla collaborazione tra la sede centrale di 350.org, negli Stati Uniti, e il team di Milano e Roma di Italian Climate Network, che conta, tra i fondatori, anche Sergio Castellari, referente italiano per l’IPCC, l’International Panel on Climate Change, il maggiore organismo internazionale per lo studio dei cambiamenti climatici.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende