Home » Comunicati Stampa »Prodotti » N2R: campagna crowd per la versione invernale della Hydro Jacket in cotone organico:

N2R: campagna crowd per la versione invernale della Hydro Jacket in cotone organico

ottobre 10, 2015 Comunicati Stampa, Prodotti

“Dopo quasi un anno e mezzo di ricerca e sviluppo, abbiamo accoppiato al nostro cotone idrorepellente uno straordinario tessuto riscaldante  esclusivamente creato da lana certificata e riciclata, un progetto Made in Italy che recupera e sviluppa ancora una volta la filiera del tessile di qualità”. Luca Sburlati, fondatore e amministratore delegato del brand N2R, racconta così la nascita della Hydro Jacket Warmer, la giacca invernale senza alcun tessuto sintetico, che si prepara a replicare il successo della Hydro Jacket estiva, la prima nata.

N2R diventa così l’unico produttore di giacche a vento al mondo in grado di garantire l’uso di materiali non derivati dal petrolio. E l’unico a produrre ancora interamente in Italia. “Per rendere calde le nostre giacche, usiamo lana riciclata prodotta in Toscana dai tagli di un importante marchio italiano da donna. Tutto il processo di riciclo è certificato ed è sostanzialmente a Km. 0″, precisa Sburlati.

Nonostante l’uso di soli materiali naturali la giacca gode di straordinarie proprietà tecniche e della funzione “wind protector”, che conferma come il pensiero comune che i materiali naturali siano “meno performanti” sia solo un pregiudizio da abbandonare.

N2R utilizza infatti un cotone tessuto vicino al Lago di Como che ha riprodotto in chiava tecnologica la tecnica di filatura inventata in Gran Bretagna ed utilizzata fino agli anni ‘30 per le tute dei piloti della RAF (Royal Air Force) e poi abbandonata a favore delle meno costose fibre derivate dal petrolio. Si tratta di trama ed ordito tessute in maniera ortogonale ed un filo tessuto estremamente sottile cui segue una tripla battitura per rendere il tessuto resistente all’acqua e al vento.

Come già in passato, il progetto verrà realizzato grazie a una campagna di crowdfunding sulla piattaforma internazionale Kickstarter, presentata nei giorni scorsi a Torino e in corso fino al 16 novembre, con l’obiettivo di raccogliere dai supporters almeno 18.000 euro. Con una donazione di 299 € si ottiene in anteprima, come reward, uno dei primi esemplari della giacca, risparmiando 150 euro rispetto al prezzo con cui il prodotto andrà sul mercato nel 2016. Anche con soli 19 € è però possibile assicurarsi la cover “Fingers” per iPad, sempre in cotone organico.

Da Natale 2015 i prodotti di N2R saranno disponibili anche online sul nuovo e-commerce Greeneria.it e nel primo punto vendita italiano in apertura a Guarene, nell’area piemontese di Langhe e Roero.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live


PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

ottobre 29, 2021

Matteo Viviani, una iena in verde a caccia di greenwashing

L’ambiente e il clima sono ormai diventati temi “mainstream”. Anche se pochissimi fanno, tutti ne parlano! Soprattutto le aziende, che hanno intercettato da tempo la crescente attenzione di consumatori sempre più critici e sensibili all’ecosostenibilità di prodotti e servizi.  Vi viene in mente un’azienda che oggi non si dica in qualche modo “green” o “ecofriendly”? [...]

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

giugno 18, 2021

“L’Adieu des glaciers”: al Forte di Bard le trasformazioni dei ghiacciai alpini

“L’Adieu des glaciers: ricerca fotografica e scientifica” è un progetto prodotto dal Forte di Bard, che intende proporre un viaggio iconografico e scientifico progressivo tra i ghiacciai dei principali Quattromila della Valle d’Aosta per raccontare, anno dopo anno, la storia delle loro trasformazioni. L’iniziativa, che ha un orizzonte temporale di quattro anni, ha iniziato la sua [...]

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

aprile 19, 2021

Quando le rinnovabili conquistano le basi militari: il caso francese di BayWa r.e.

Ormai è noto che la cavalcata delle rinnovabili è inarrestabile, ma questa è una vera e propria “conquista militare”: BayWa r.e., player globale nel settore delle energie rinnovabili, ha annunciato di aver trasformato due basi aeree inutilizzate e dismesse in Francia in parchi solari e terreni agricoli per l’allevamento di pecore. La società del Gruppo [...]

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

aprile 15, 2021

Tree-ticket: il concerto si paga in alberi

Un concerto in presenza, immersi in una foresta, per riavvicinare l’uomo alla natura attraverso la musica del violoncellista Mario Brunello e di Stefano Mancuso, con una differenza rispetto a qualsiasi altro concerto al mondo: l’accesso si paga in alberi, con il TreeTicket. L’esperimento si terrà a Malga Costa in Val di Sella, in Trentino, nella cornice della [...]

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

aprile 13, 2021

Ricerca Mastercard: la spesa post-Covid vira verso modelli più sostenibili

Secondo quanto emerge da una nuova ricerca di Mastercard incentrata sulla sostenibilità, a seguito della pandemia da Covid-19 sarebbe cresciuto in modo significativo il desiderio da parte di italiani ed europei di salvaguardare l’ambiente e miliardi di consumatori nel mondo sarebbero disposti ad adottare comportamenti “più responsabili“. Oltre la metà dei nostri connazionali (64% contro il [...]

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

aprile 1, 2021

Mascherine irregolari: da un’azienda veneta il vademecum per riconoscerle

Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono infatti i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno deciso di avviare procedure di importazione. Le norme, troppo spesso, non vengono rispettate e nelle ultime settimane le cronache hanno evidenziato casi di vere e [...]

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

marzo 15, 2021

Frane sulle Alpi? Uno studio evidenzia le connessioni con i cambiamenti climatici

Gli studiosi del gruppo di ricerca “River Basin Group” della Facoltà di Scienze e Tecnologie dell’Università di Bolzano, in collaborazione con l’Istituto di Geoscienze dell’Università di Potsdam in Germania, hanno osservato come il riscaldamento delle temperature e lo scioglimento del permafrost a causa dei cambiamenti climatici stiano determinando un aumento dell’instabilità dei pendii e della [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende