Home » Comunicati Stampa » Nel Chianti una nuova scuola dell’infanzia “ecosostenibile”:

Nel Chianti una nuova scuola dell’infanzia “ecosostenibile”

settembre 13, 2012 Comunicati Stampa

Una scuola dell’infanzia in classe energetica di “edificio passivo”, progettata secondo il più concreto rispetto dei canoni della bioedilizia e del costruire efficiente e sostenibile. E’ la nuova scuola “Chicchi di Sole”, a Gaiole in Chianti, in provincia di Siena, inaugurata nei giorni scorsi. L’edificio ha le potenzialità per ospitare circa centoventi bambini, suddivisi in quattro aule, spazi collettivi, una mensa e una cucina centralizzata per tutte le scuole del Comune, che potrà produrre fino a duecentocinquanta pasti al giorno.

La scuola è stata realizzata con un orientamento che va sull’asse eliotermico Nord – Sud, con le quattro sezioni esposte a Sud, e con sistemi ecologici e bioclimatici dati da criteri compositivi omogenei e modulari. L’atrio di ingresso e le aule si affacciano su un ampio giardino, attrezzato con strutture ludiche in legno per una superficie degli spazi aperti di circa 9.500 mq. Il sistema dei frangisole in legno, posizionati sul lato Sud, è stato progettato sul modello dell’irraggiamento solare dei solstizi ed equinozi in modo da avere la massima penetrazione della luce nel periodo autunno-inverno e la schermatura nel periodo di primavera-inizio estate.

La struttura portante è integralmente costruita in legno con sistema a parete massiccia costituita da tavole di abete rosso disposte a strati incrociati definita Cross-LAM (Cross Laminated Timber). Questo sistema è una soluzione tecnologicamente all’avanguardia che consente non solo di avere una struttura ecocompatibile e ad alte prestazioni energetiche, ma è anche estremamente idoneo per zone sismiche grazie al suo comportamento elastico in caso di terremoti. Tutta l’abitazione è coibentata, con sistema a “cappotto”, con pannelli in fibra di legno rivestiti con intonaco traspirante ai silossani e pietra calcarea, nel rispetto dei materiali da costruzione locali.

La volumetria della copertura, in parte in piano ed in parte a falde inclinate, è stata costruita in modo che anche i locali posti a Nord dell’edificio possano prendere luce e aria da Sud per mezzo di finestre a nastro, con apertura motorizzata, realizzate nella parte alta degli ambienti. Tutti i serramenti sono in legno con cristalli a vetrocamera, basso emissivi, contenenti all’interno gas argon inerte che permette un eccellente sistema di coibentazione termica delle ampie pareti vetrate. La parte piana del tetto ospita un tetto a giardino pensile, sistemato con piantine grasse su uno strato di terreno, che ha la funzione di regolazione termica dell’edificio, mentre nelle falde inclinate verso sud è installato un impianto fotovoltaico a film sottile, su lastre di zinco-alluminio, che garantiscono una produzione di 8,1 Kw di picco, corrispondenti a circa 10.000 Kwh/anno. Tutte le acque piovane del tetto sono raccolte in due cisterne interrate e saranno utilizzate per irrigare le aree verdi, per gli scarichi dei wc e, in una vasca separata, serviranno a integrare l’impianto antincendio.

Il connubio fra progettazione e materiali impiegati ha consentito di ottenere la certificazione energetica di “edificio passivo”: l’abitazione ha un fabbisogno di calore pari a 13,68 Kwh/mq l’anno e un fabbisogno di energia per usi termici pari a 9,23 Kwh/mq l’anno. Rispetto ad un edificio costruito con metodi tradizionali si avranno 9,68 tonnellate di petrolio risparmiate all’anno  e a 23,6 tonnellate di CO2 non immesse in atmosfera.

“La scuola di Gaiole – ha spiegato l’architetto Marco Vannocci – è stata realizzata interamente in legno per consentire il massimo risparmio di energia. Sin dall’inizio dei lavori, nel 2010, ha suscitato grande interesse tra gli esperti del settore, rappresentando un buon modello per quanti, anche nelle amministrazioni pubbliche, vogliono costruire con un occhio attento all’ambiente e al risparmio energetico.”. Grazie a queste prestazioni energetiche, l’amministrazione comunale ha potuto ottenere importanti finanziamenti dalla Regione Toscana e dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena per poter far fronte all’investimento per la realizzazione, di circa 2 milioni e 100mila euro.

“E’ con grande soddisfazione – ha detto il sindaco Michele Pescini – che consegniamo ai cittadini questa struttura di così grande valore per le caratteristiche e le opportunità che porta con sé. Si tratta dell’ultimo tassello, a oggi il più importante, di un progetto di sviluppo territoriale pensato qualche anno fa. Un percorso in cui lo sviluppo sociale, economico e urbanistico del nostro territorio si coniuga all’ambiente e alla sua tutela. Da amministratori pensiamo di dover essere da esempio per la comunità anche attraverso le opere pubbliche che portiamo avanti, certi che possano rappresentare lo stile di vita che ci caratterizza, incentrato su principi fondamentali: la sicurezza, l’educazione, la tutela per l’ambiente e l’energia pulita. A nome dell’amministrazione comunale ringrazio tutti coloro che con impegno e con il loro lavoro hanno permesso la realizzazione di una scuola che nel luglio 2009 era ancora un progetto su carta e che oggi si è concretizzata in un perfetto connubio tra il rispetto del territorio e la sua evoluzione tecnologica”.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende