Home » Comunicati Stampa »Progetti » NextEnergy Capital, un fondo da 150 milioni di euro per investire nel fotovoltaico italiano:

NextEnergy Capital, un fondo da 150 milioni di euro per investire nel fotovoltaico italiano

giugno 15, 2016 Comunicati Stampa, Progetti

NextEnergy Capital (“NEC”), società leader nell’investimento e la gestione di impianti fotovoltaici, ha annunciato di aver chiuso la prima raccolta di NextPower II, un nuovo fondo di private equity focalizzato nell’acquisizione di impianti fotovoltaici operativi sul mercato italiano. NextPower II ha una dotazione iniziale di capitale di €150 milioni e inizierà immediatamente la fase di investimento.

L’obiettivo di NextPower II è quello di consolidare il rilevante ma altamente frammentato mercato fotovoltaico italiano. L’Italia rappresenta infatti il secondo paese dell’Unione Europea per potenza solare installata e si posiziona al quinto posto a livello mondiale. Caratteristica peculiare di questo mercato è però la scarsa concentrazione, con i primi 10 operatori per impianti fotovoltaici di proprietà che rappresentano solamente circa il 7% dell’intera capacità installata. La maggior parte degli impianti fotovoltaici in Italia sono stati costruiti tra il 2010 e il 2012 e sono quindi operativi da almeno quattro anni.

Il fondo presenta una dotazione iniziale di capitale di €150 milioni ottenuti da Prudential Assurance Company Limited, la controllata inglese di Prudential plc, ma si propone già l’obiettivo di raccogliere ulteriori capitali da nuovi investitori nell’immediato futuro.

Attraverso il suo gestore (NEC), il fondo avrà accesso a una significativa pipeline di progetti e a un team dedicato di oltre 50 professionisti con esperienza specifica nell’acquisizione e gestione di impianti fotovoltaici in Europa. NEC ha già identificato e sta portando avanti negoziazioni per l’acquisizione di impianti fotovoltaici per conto del fondo per un controvalore complessivo di circa un miliardo di euro.

NEC gestisce già NextEnergy Solar Fund Limited, un fondo quotato alla London Stock Exchange e focalizzato sull’acquisizione di impianti fotovoltaici nel Regno Unito, con un capitale investito di circa £ 480 milioni in 414 MW di capacita’ installata.

WiseEnergy e’ la divisione del gruppo NEC specializzata nella gestione di impianti fotovoltaicie leader a livello globale in questo ambito, con circa 1.700MW corrispondenti a oltre 1,250 impianti solari in gestione.

Michael Bonte-Friedheim, Founding Partner e CEO di NEC, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti di aver chiuso a €150 milioni la prima raccolta di questo nuovo fondo focalizzato nel perseguire le attraenti opportunità di investimento nel lungo periodo del settore fotovoltaico italiano. Abbiamo un’importante pipeline di acquisizioni attualmente in discussione con varie controparti e ci aspettiamo di annunciare a breve i primi investimenti. Abbiamo l’intenzione di attirare ulteriori investitori a breve”.

Abbiamo intenzione di guidare il processo di consolidamento del settore fotovoltaico in Italia, un importante mercato che con circa 19.000 MW di potenza installata contribuisce in maniera significativa alla capacità di generazione di energia elettrica del paese – ha aggiunto Aldo Beolchini, Managing Partner e CFO of NEC - Perseguiamo questo obiettivo sin da quando abbiamo iniziato a sviluppare e investire in progetti fotovoltaici in Italia nel 2008. Il nostro posizionamento distintivo, sia nel fotovoltaico che nel mercato italiano, ci permetterà di individuare interessanti opportunità di investimento, di portare avanti diverse operazioni di acquisizione in parallelo e di perseguire importanti miglioramenti tecnici ed operativi oltre che sinergie di costo e finanziarie. Spingeremo in alto il livello di competitività nel settore fotovoltaico in Italia.”

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende