Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche »Progetti » NEZEH. Verso l’ospitalità alberghiera a energia quasi zero:

NEZEH. Verso l’ospitalità alberghiera a energia quasi zero

Il progetto Nearly Zero-Energy Hotels NEZEH, presentato all’’interno del Programma di cooperazione Intelligent Energy Europe nel maggio 2012 da un consorzio costituito da dieci partner europei, tra i quali SiTI - Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione, ha superato positivamente la selezione su più di 400 progetti in gara.

SiTI – centri di ricerca senza scopo di lucro fondata da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino, ha il ruolo di Regional Leader, ossia di coordinatore nazionale del progetto, affiancato da un Comitato Locale di Coordinamento nel quale gli Enti Locali, in primis Città di Torino e Fondazione Torino Smart City, sono i facilitatori del processo di implementazione delle attività.

L’’E.A.C.I. – Executive Agency for Competitiveness & Innovation della Commissione Europea ha considerato favorevolmente il progetto grazie anche al supporto strategico, in fase di candidatura, di enti locali istituzionali che hanno mostrato il loro interesse ad impegnarsi verso il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità operativi prefissati da NEZEH. Per l’Italia: Città di Torino, Fondazione Torino Smart City, Regione Piemonte, Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero, Consorzio Turistico Langhe Roero e Monferrato e IS.NA.R.T scpa – Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, Unioncamere Piemonte.

““Il progetto NEZEH testimonia la capacità del nostro territorio di fare sistema a fronte di importanti opportunità che permettono di convogliare risorse dall’’Unione Europea e da altri Enti internazionali per finanziare progetti di innovazione –- ha affermato Enzo Lavolta, assessore all’’Innovazione, sviluppo e sostenibilità ambientale della Città di Torino – Questa capacità di porsi in rete è al centro del progetto Torino Smart City e ci rende ottimisti di fronte al prossimo avvio dell’’8° Programma Quadro della Commissione europea 2014-2020, dove il tema dell’’energia sarà in primissimo piano. La stessa forza di coesione dovrà essere messa in campo sul piano delle norme, ad esempio nella redazione di un Allegato Energetico Metropolitano oggi all’’esame di una quindicina di comuni dell’’Area metropolitana torinese. Inoltre, questo progetto europeo consentirà di arricchire la crescente vocazione turistica della città, permettendo agli operatori di agire sulla spesa energetica con notevoli risparmi economici e intercettando quella parte della domanda turistica sensibile ai temi green””.

Come ricorda il direttore di SiTI, Giulio Mondini, SiTI si occupa ormai da alcuni anni anche dei temi relativi al rapporto tra energia e territorio quali l’approvvigionamento energetico, l’efficienza, la governance e il risparmio energetico. ”SiTI – spiega Mondini – ha colto l’’obiettivo, introdotto dalla Direttiva Energy Performance of Buildings Directive 2010/31/UE (EPBD), in fase di recepimento da parte dell’’Italia, di avere un parco edilizio ad altissima prestazione degli edifici, nel quale il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo sia coperto in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili: il principio del Nearly Zero Energy Buildings (NZEB)””.

NEZEH intende accelerare il processo di trasformazione degli edifici esistenti nell’’ambito del settore privato dell’’ospitalità turistico alberghiera, secondo il principio Nearly Zero Energy Buildings (NZEB). Concentrare l’’attenzione sul settore dell’’ospitalità turistica può comportare del resto alcuni importanti vantaggi: gli ospiti delle strutture ricettive possono testare la comodità di vivere in NZEB, imparando come alcune soluzioni architettoniche e tecniche possano essere utilizzate anche nelle proprie case; il consumo di energia è di solito maggiore negli alberghi che negli edifici residenziali, pertanto vi è un più grande margine di efficienza per le misure di risparmio energetico; poiché il settore alberghiero è altamente competitivo, i vantaggi  acquisiti dagli alberghi più efficienti spingerà il mercato ad adottare le medesime soluzioni.

Inoltre il target del progetto è quello degli alberghi di piccole – medie dimensioni che rappresentano il 90% della ospitalità europea e proprio le piccole medie imprese sono solitamente meno inclini, per motivi di sostenibilità economica, ad impegnarsi ad adottare misure di efficientamento energetico.

NEZEH, che ha preso avvio il 1 aprile 2013 e durerà 36 mesi, intende lavorare considerando il quadro giuridico di ogni paese per aumentare il numero di strutture ricettive NZEB. Si studieranno i principali ostacoli del mercato che impediscono ai proprietari di hotel di PMI di investire nei progetti di retrofitting per ottenere livelli di consumo di energia quasi zero, affiancando alcuni casi pilota (due per ogni paese aderente al Progetto) nelle fasi operative di efficientamento energetico: audit energetico, studio di fattibilità tecnico-economica, supervisione dei lavori, promozione e comunicazione sul mercato di riferimento delle strutture ricettive più virtuose.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

giugno 27, 2017

TrenoBus delle Dolomiti: per tutta l’estate un servizio intermodale per ciclisti e trekker

Bellezze naturali e attrazioni turistiche: sono numerosi i punti di interesse che anche quest’anno cicloturisti e trekker potranno raggiungere grazie al TrenoBus delle Dolomiti, il servizio intermodale che offre ai ciclisti e agli amanti del trekking la possibilità di percorrere le piste ciclabili dell’intero anello dolomitico e di passeggiare nel cuore dei numerosi punti di [...]

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

giugno 26, 2017

Ricerca UniBZ sul Gewürztraminer: l’uso del glifosato può alterare il mosto

Cattive notizie per i viticoltori che usano glifosato. Il principio attivo, molto usato per il controllo delle malerbe sulle file, potrebbe alterare la qualità del mosto prodotto. È la conclusione a cui sono giunti ricercatori della Libera Università di Bolzano dopo uno studio sulla fermentabilità di uve di Gewürztraminer. La ricerca è stata effettuata dal gruppo [...]

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

giugno 26, 2017

Siccità e deserficazione: l’allarme dei Geologi sulla gestione delle risorse idriche

“La perdurante scarsezza delle precipitazioni, nella primavera appena trascorsa, ha causato un abbassamento dei livelli d’acqua in fiumi, negli invasi e nelle falde sotterranee”. Lo afferma Fabio Tortorici, Presidente della Fondazione Centro Studi del Consiglio Nazionale dei Geologi. “A grande scala – continua Tortorici – stiamo assistendo a cambiamenti climatici che ci stanno portando verso [...]

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

giugno 19, 2017

Premio per lo Sviluppo Sostenibile: fino al 30 giugno per le candidature

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in collaborazione con Ecomondo, organizza anche per il 2017 il “Premio per lo Sviluppo Sostenibile“, che ha avuto nelle otto edizioni precedenti l’adesione del Presidente della Repubblica, richiesta anche per quest’anno. Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che [...]

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

giugno 19, 2017

Intesa Sanpaolo emette il primo “green bond” da 500 milioni di euro

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un green bond da 500 milioni di euro, titolo legato a progetti di sostenibilità ambientale e climatica, raccogliendo ordini per circa 2 miliardi di euro e acquisendo il primato, ad oggi, di unica banca italiana a debuttare quale emittente “green”. L’importo raccolto tramite il green bond verrà utilizzato per il [...]

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

giugno 14, 2017

Aruba apre il “Global Cloud Data Center”, il campus informatico ad altissima efficienza energetica

Aruba S.p.A., leader nei servizi di web hosting e tra le prime aziende al mondo per la crescita dei servizi di data center e cloud, ha annunciato la pre-apertura del più grande data center campus d’Italia, a Ponte San Pietro (Bergamo). Il Global Cloud Data Center, è stato concepito per andare incontro alle esigenze di colocation [...]

I premi del 20° Cinemambiente. Vince l’angoscia per la plastica

giugno 6, 2017

I premi del 20° Cinemambiente. Vince l’angoscia per la plastica

Il 20° Festival CinemAmbiente si è concluso nella Giornata Mondiale dell’Ambiente con la cerimonia di premiazione, al Cinema Massimo di Torino, e la proiezione del film La Vallée des loups di Jean-Michel Bertrand (Premio “Movies Save the Planet”). Pur in assenza degli eventi “di piazza” in cartellone nell’edizione 2016, anche quest’anno il Festival ha registrato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende