Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche »Progetti » NEZEH. Verso l’ospitalità alberghiera a energia quasi zero:

NEZEH. Verso l’ospitalità alberghiera a energia quasi zero

Il progetto Nearly Zero-Energy Hotels NEZEH, presentato all’’interno del Programma di cooperazione Intelligent Energy Europe nel maggio 2012 da un consorzio costituito da dieci partner europei, tra i quali SiTI - Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione, ha superato positivamente la selezione su più di 400 progetti in gara.

SiTI – centri di ricerca senza scopo di lucro fondata da Compagnia di San Paolo e Politecnico di Torino, ha il ruolo di Regional Leader, ossia di coordinatore nazionale del progetto, affiancato da un Comitato Locale di Coordinamento nel quale gli Enti Locali, in primis Città di Torino e Fondazione Torino Smart City, sono i facilitatori del processo di implementazione delle attività.

L’’E.A.C.I. – Executive Agency for Competitiveness & Innovation della Commissione Europea ha considerato favorevolmente il progetto grazie anche al supporto strategico, in fase di candidatura, di enti locali istituzionali che hanno mostrato il loro interesse ad impegnarsi verso il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità operativi prefissati da NEZEH. Per l’Italia: Città di Torino, Fondazione Torino Smart City, Regione Piemonte, Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero, Consorzio Turistico Langhe Roero e Monferrato e IS.NA.R.T scpa – Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, Unioncamere Piemonte.

““Il progetto NEZEH testimonia la capacità del nostro territorio di fare sistema a fronte di importanti opportunità che permettono di convogliare risorse dall’’Unione Europea e da altri Enti internazionali per finanziare progetti di innovazione –- ha affermato Enzo Lavolta, assessore all’’Innovazione, sviluppo e sostenibilità ambientale della Città di Torino – Questa capacità di porsi in rete è al centro del progetto Torino Smart City e ci rende ottimisti di fronte al prossimo avvio dell’’8° Programma Quadro della Commissione europea 2014-2020, dove il tema dell’’energia sarà in primissimo piano. La stessa forza di coesione dovrà essere messa in campo sul piano delle norme, ad esempio nella redazione di un Allegato Energetico Metropolitano oggi all’’esame di una quindicina di comuni dell’’Area metropolitana torinese. Inoltre, questo progetto europeo consentirà di arricchire la crescente vocazione turistica della città, permettendo agli operatori di agire sulla spesa energetica con notevoli risparmi economici e intercettando quella parte della domanda turistica sensibile ai temi green””.

Come ricorda il direttore di SiTI, Giulio Mondini, SiTI si occupa ormai da alcuni anni anche dei temi relativi al rapporto tra energia e territorio quali l’approvvigionamento energetico, l’efficienza, la governance e il risparmio energetico. ”SiTI – spiega Mondini – ha colto l’’obiettivo, introdotto dalla Direttiva Energy Performance of Buildings Directive 2010/31/UE (EPBD), in fase di recepimento da parte dell’’Italia, di avere un parco edilizio ad altissima prestazione degli edifici, nel quale il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo sia coperto in misura molto significativa da energia da fonti rinnovabili: il principio del Nearly Zero Energy Buildings (NZEB)””.

NEZEH intende accelerare il processo di trasformazione degli edifici esistenti nell’’ambito del settore privato dell’’ospitalità turistico alberghiera, secondo il principio Nearly Zero Energy Buildings (NZEB). Concentrare l’’attenzione sul settore dell’’ospitalità turistica può comportare del resto alcuni importanti vantaggi: gli ospiti delle strutture ricettive possono testare la comodità di vivere in NZEB, imparando come alcune soluzioni architettoniche e tecniche possano essere utilizzate anche nelle proprie case; il consumo di energia è di solito maggiore negli alberghi che negli edifici residenziali, pertanto vi è un più grande margine di efficienza per le misure di risparmio energetico; poiché il settore alberghiero è altamente competitivo, i vantaggi  acquisiti dagli alberghi più efficienti spingerà il mercato ad adottare le medesime soluzioni.

Inoltre il target del progetto è quello degli alberghi di piccole – medie dimensioni che rappresentano il 90% della ospitalità europea e proprio le piccole medie imprese sono solitamente meno inclini, per motivi di sostenibilità economica, ad impegnarsi ad adottare misure di efficientamento energetico.

NEZEH, che ha preso avvio il 1 aprile 2013 e durerà 36 mesi, intende lavorare considerando il quadro giuridico di ogni paese per aumentare il numero di strutture ricettive NZEB. Si studieranno i principali ostacoli del mercato che impediscono ai proprietari di hotel di PMI di investire nei progetti di retrofitting per ottenere livelli di consumo di energia quasi zero, affiancando alcuni casi pilota (due per ogni paese aderente al Progetto) nelle fasi operative di efficientamento energetico: audit energetico, studio di fattibilità tecnico-economica, supervisione dei lavori, promozione e comunicazione sul mercato di riferimento delle strutture ricettive più virtuose.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

novembre 10, 2017

Gruppo Sanpellegrino pubblica il primo report sul “valore condiviso”

Il Gruppo Sanpellegrino, leader italiano del settore beverage e acque minerali, con 1.500 dipendenti e 900 milioni di euro di fatturato, ha realizzato, per la prima volta, un Report sulla “creazione di valore condiviso”, per raccogliere e diffondere i dati relativi alle azioni di CSR (corporate social responsibility) avviate negli ultimi anni. Dal quadro tracciato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende