Home » Comunicati Stampa » A Siena il nuovo Master universitario in Valutazione della Qualità dell’Ambiente Marino:

A Siena il nuovo Master universitario in Valutazione della Qualità dell’Ambiente Marino

novembre 18, 2011 Comunicati Stampa

“Abbiamo docenti che sono stati pionieri nel campo della tutela del mare, e che oggi sono punti di riferimento a livello internazionale per i loro progetti di ricerca. Abbiamo un’esperienza universitaria di 40 anni in campo ambientale: è arrivato il momento di trasmettere questo patrimonio ai giovani, creando figure professionali che stanno diventando sempre più importanti per la conservazione dell’ambiente marino e di tutto l’ecosistema”. Così la professoressa Maria Cristina Fossi, del dipartimento di Scienze ambientali dell’Università di Siena, presenta il nuovo master universitario di II livello in “Valutazione integrata della qualità dell’ambiente marino e costiero, gestione e conservazione”, che partirà nel mese di febbraio. La stessa Fossi, promotrice del master, è tra le prime ricercatrici al mondo ad aver studiato e applicato sistemi di campionamento sugli animali vivi, per ottenere tutti i dati necessari per le ricerche ecotossicologiche senza arrecare nessun danno o disturbo a cetacei, tartarughe e altri abitanti del mare. Oggi è presidente della sezione italiana della SETAC, la Società di Tossicologia e Chimica Ambientale. Svolge un ruolo di primo piano nella salvaguardia dei mammiferi marini come delegato nazionale al comitato scientifico della International Whailing Commission e membro permanente del comitato scientifico di Pelagos, il “Santuario dei mammiferi marini”, per incarico del ministero dell’Ambiente.

“La tutela delle acque marine e delle coste, la salvaguardia della fauna e della biodiversità sono una priorità non procrastinabile, come ha anche prescritto l’Unione Europea – continua la Fossi -. C’è dunque un’esigenza crescente avvertita a livello  regionale, ma anche nazionale ed europeo, per non dire mondiale, di creare figure professionali di alto livello capaci di svolgere attività  legate al monitoraggio e alla conservazione dell’ambiente marino”.

Il corso attivato all’Università di Siena è riservato a laureati con titolo specialistico o del vecchio ordinamento in Scienze biologiche, Scienze geologiche o Scienze ambientali. Per fare domanda c’è tempo fino al 15 dicembre. Un aspetto essenziale della formazione saranno gli stage che si svolgeranno sia presso aziende che presso strutture legate alla gestione e conservazione delle aree protette, come ad esempio il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, o enti di controllo.

Tra gli insegnanti, oltre ai docenti e ricercatori del dipartimento di Scienze ambientali dell’Università di Siena, ci saranno rappresentanti dell’ISPRA, Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, del Parco dell’Arcipelago toscano, del Ministero dell’Ambiente, dello European Centre for Environnement and Human Health.

Il bando e la modulistica sono scaricabili dal sito web.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

giugno 20, 2018

A Chieri il 2° Festival Internazionale dei Beni Comuni

Come dare nuova vita agli spazi dismessi delle città? Come riempire i vuoti urbani non solo attraverso una riqualificazione fisica ma anche culturale, sociale e ambientale? Quale futuro collettivo immaginare per le aree abbandonate? Come creare rete tra istituzioni e associazioni cittadine per intervenire in modo partecipato nei processi di riattivazione degli immobili inutilizzati, come [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende