Home » Comunicati Stampa »Eventi » OBIS Handbook, il primo manuale di bike sharing per gli enti pubblici:

OBIS Handbook, il primo manuale di bike sharing per gli enti pubblici

marzo 12, 2012 Comunicati Stampa, Eventi

Il bike sharing  non si ferma più. Continua a diffondersi in tutta Europa e nel resto del mondo, con esperienze molto differenti tra loro, ma tutte accomunate dall’integrazione di più sistemi di mobilità, unica carta vincente per ridurre il traffico automobilistico privato.

Questo fenomeno in continua ascesa è stato ora fotografato da OBIS (Optimising Bike Sharing in european cities), un progetto finanziato e sostenuto dall’Unione Europea attraverso il programma Intelligent Energy Europe, che ha visto lavorare assieme, in tre anni di analisi e ricerca, esperti di enti pubblici, università, aziende di trasporto pubblico e associazioni provenienti da nove diversi paesi (fra cui l’Italia, rappresentata da Legambiente ed Ecoistituto Alto Adige), che hanno studiato e messo a confronto, in modo dettagliato, il servizio di bike sharing di 51 città europee, oltre ad aver mappato decine e decine di altre esperienze e nuovi progetti di bike sharing.

Un percorso che ha portato a realizzare il primo manuale europeo del bike sharing, l’OBIS Handbook, la cui versione in inglese è stata presentata in una conferenza internazionale a Praga nel giugno scorso, mentre in questi mesi si è provveduto alla traduzione del manuale in ben undici lingue (tra cui l’italiano), alla sua stampa e predisposizione su CD, così da poterlo distribuire ad amministrazioni pubbliche ed esperti di mobilità.

La presentazione del manuale avverrà in Italia, per la prima volta, giovedì 15 marzo, a Torino – città con il primato di 14.400 utenti iscritti al servizio e prima a dotarsi di una Fondazione Smart Citypresso la sala delle Colonne del Comune, in un evento organizzato da Legambiente in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Torino, TOBIKE e Greenews.info.

In Italia il bike sharing si sta diffondendo molto più che in altre realtà europee, ma ancora a macchia di leopardo, con sistemi differenti tra loro, a chiave meccanica o tessera elettronica, pensati in alcuni casi per rispondere alle esigenze dei cittadini residenti e dei pendolari delle grandi città; in altri, ad esempio, per offrire un servizio aggiuntivo ai turisti che si recano nelle nostre località di mare. E’ già attivo in più di 160 città, a cui si stanno pian piano aggiungendo altre esperienze finanziate dal Ministero dell’Ambiente, che prevedono anche l’utilizzo di biciclette elettriche a pedalata assistita. Le esperienze più mature sono, in questo momento, quelle di BikeMI a Milano, con 208 stazioni e 1.800 biciclette e TOBIKE a Torino, con 64 punti di prelievo e 540 biciclette.

Nella realtà italiana il manuale OBIS si preannuncia quindi di grande utlità, un vero e proprio strumento a supporto delle decisioni che gli amministratori pubblici e i tecnici comunali devono assumere per valutare lo stato del proprio bike sharing e migliorarlo (dove già esiste) o per decidere, in modo più consapevole e senza conflitti di interessi, su come attrezzarsi – per lanciarlo ex-novo.

Il manuale europeo del bike sharing è diviso in sezioni, arricchito dalla descrizione di alcune delle esperienze analizzate in modo più approfondito, dal recente servizio di Londra - pronto per le Olimpiadi - al sistema di noleggio di biciclette pubbliche adottato in una vasta area dell’Austria Meridionale. La parte principale del manuale è costituita dalle sezione “Guida e raccomandazioni”, che indica i passi, le scelte e gli elementi da valutare in tre fasi distinte e bene specifiche: la pianificazione del servizio, il suo lancio e, successivamente, l’attività di ottimizzazione. Si parla infine di fattori che influenzano il bike sharing e che ne possono determinare il successo, misurabile innanzitutto dalla continuità nel tempo del servizio, dall’incremento del numero di utilizzatori e dalla capacità degli operatori di saper soddisfare le richieste e le aspettative dei propri utenti target.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

maggio 26, 2018

Pistaaa! Inaugura il primo tratto della ciclabile tra Monferrato e Torinese

Le associazioni CioCheVale, Fiab-MuovitiChieri, Il Tuo Parco e Asset, hanno comunicato che il 27 maggio 2018 alle ore 17.00 a Moriondo Torinese, verrà inaugurato il primo tratto della ciclovia su strade bianche del progetto “Pistaaa: La Blue Way Piemontese“, che permette di collegare i Comuni di Moriondo Torinese e Buttigliera d’Asti. Si tratta di un primo piccolo tratto, ma dal [...]

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

maggio 25, 2018

Alstom premiata in Germania per il treno a idrogeno

Il Coradia iLint di Alstom, il primo treno regionale del mondo a celle a combustibile idrogeno ha vinto il 4 maggio scorso il premio GreenTec Award 2018 nella categoria Mobility by Schaeffler. Il premio è stato ufficialmente conferito ad Alstom nel sito produttivo di Salzgitter, in Germania, dove si è svolta una cerimonia dedicata, prima [...]

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende