Home » Comunicati Stampa »Servizi » OV|Sun2.0, la piattaforma per i parchi fotovoltaici di Officinae Verdi:

OV|Sun2.0, la piattaforma per i parchi fotovoltaici di Officinae Verdi

settembre 18, 2015 Comunicati Stampa, Servizi

Recuperare efficienza e ridurre i costi di gestione, fino al 35%, integrando in una sola piattaforma tutti i servizi di gestione, controllo e manutenzione per i parchi fotovoltaici. E’ questo l’obiettivo di OV|Sun2.0 il nuovo progetto di Officinæ Verdi per supportare i proprietari di grandi impianti su asset management, operation&maintenance (O&M), monitoraggio h.24 delle performance grazie al sistema di metering avanzato OV | mætrics®, revamping, valutazione e rifinanziamento degli impianti, riciclo dei pannelli a fine vita.

Con quasi 19 GWp di potenza installata e 650mila impianti che generano 22.306 GWh di energia elettrica, il 7,9% della produzione nazionale (dati Terna 2014), l’Italia occupa la seconda posizione a livello globale per parco fotovoltaico installato e offre opportunità interessanti per gli investimenti nel mercato secondario, ossia quello degli impianti già operativi da anni e dei cosiddetti distressed, che non riescono più a garantire performance redditizie.

In Italia, dopo un primo boom del fotovoltaico sostenuto da politiche fortemente incentivanti, gli investitori si sono dovuti scontrare con numerose difficoltà, a partire dai cambiamenti intervenuti nel quadro legislativo, che hanno ridotto gli incentivi, introdotto IMU e nuovi oneri di gestione per gli impianti, con effetti diretti sui business plan e il risultato di far saltare i tempi di rientro degli investimenti.

Alcuni impianti presentano problematiche tecniche che inficiano le performance; molti operatori che dopo l’installazione si sono concentrati sulla manutenzione degli impianti, con il crollo del mercato legato al taglio degli incentivi, non sono più riusciti a garantire il servizio. Queste le problematiche che si trovano ad affrontare gli asset owners oggi sul mercato fotovoltaico italiano.

“Officinæ Verdi, che già gestisce con il proprio sistema di monitoraggio mætrics® advanced 253 impianti fotovoltaici installati in tutta Italia, per 271 MWp di potenza complessiva – ha commentato Giovanni Tordi, Amministratore Delegato di Officinæ Verdi – per rispondere alle esigenze di questa nuova fase del settore fotovoltaico, più spostata sulla capacità di proteggere e valorizzare gli investimenti fatti, ha realizzato OV|Sun2.0 . La piattaforma vede già il coinvolgimento in filiera di alcuni grandi player dell’O&M e aggregherà a breve altri soggetti, per garantire efficienza e capacità di intervento su tutto il territorio nazionale. Intendiamo così – ha aggiunto Tordi – diventare nei prossimi tre anni il primo polo di riferimento nella gestione degli asset esistenti ma anche nello sviluppo di nuovi investimenti basati su autoconsumo, SEU (sistemi efficienti utenza) e Smart Grid, oggi ancora in una fase iniziale in Italia”.

I servizi integrati in questo modello comprendono asset management, gestione degli interventi di manutenzione programmata e straordinaria, monitoraggio completo e continuo delle performance, ottimizzazione nella vendita dell’energia verde prodotta. Officinæ Verdi propone soluzioni anche nel caso in cui a valle della due diligence sia necessario il rifinanziamento dell’impianto, il suo revamping o il recycling dei moduli a fine vita.

A fronte di una riduzione dei costi operativi, Officinæ Verdi offre il vantaggio di lavorare come un operatore di asset management indipendente, in grado di supervisionare i risultati degli interventi di manutenzione realizzati dagli operatori O&M che fanno parte del network.

Grazie al proprio sistema di misurazione e controllo delle performance mætrics® advanced Officinæ Verdi realizza una vera e propria control room per monitorare h24 produttività e parametri di funzionamento dell’impianto, con sistemi di alert e ticketing che permettono la razionalizzazione degli interventi di manutenzione, che solitamente si riducono e diventano sempre più mirati.

Investitori e banche possono monitorare in modo puntuale la redditività delle operazioni finanziate: in progetti complessi, con investimenti elevati, il debt service coverage ratio (DSCR) è infatti direttamente collegato alle performance energetiche degli impianti.

“Un impianto fotovoltaico – ha prosegue Tordi – deve essere in grado, nell’intero periodo di vita, di generare energia in maniera stabile e sicura, garantendo prestazioni sempre al massimo delle potenzialità. L’idea che una manutenzione programmata fosse sufficiente a garantire il buon rendimento degli impianti si è rivelata insufficiente a garantire il ritorno degli investimenti. Inoltre è ormai emersa chiaramente sul mercato la necessità di affidare ad un unico soggetto la gestione di tutti gli aspetti tecnici e amministrativi relativi alla vita di un impianto: solo così si possono ottimizzare gli interventi, prevenire il malfunzionamento, limitare i tempi di mancata produzione e infine impedire il degrado. L’obiettivo di OV|Sun 2.0 è rispondere con l’innovazione tecnologica e finanziaria alla sfida della sostenibilità economica per il settore fotovoltaico, a prescindere dalle politiche di incentivazione”.

Nel caso di un impianto fotovoltaico da 1 MWp installato nel Sud Italia con una perdita di produttività del 20% legata a difetti di progettazione, mancanza di monitoraggio e  manutenzione appropriati, l’installazione di un nuovo sistema di monitoraggio e interventi di operation&manteinance monitorati h.24 (es. verifica stringhe di moduli, inverter, etc) hanno permesso, ad esempio, di ritornare ai valori di producibilità attesi, con ricavi pari a 90.000 euro/anno e un incremento del DSCR del +23%.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende