Home » Comunicati Stampa »Eventi » Paesaggio zerO: Biennale dell’Osservatorio del paesaggio:

Paesaggio zerO: Biennale dell’Osservatorio del paesaggio

marzo 30, 2010 Comunicati Stampa, Eventi

Courtesy of Paesaggio ZerOE’giunta alla seconda edizione “Paesaggio zerO”, la Biennale dell’Osservatorio del Paesaggio dei Parchi del Po e della Collina Torinese, manifestazione promossa e organizzata dall’Ente Parco, diretto da Ippolito Ostellino, che ha inaugurato venerdì 18 Marzo 2010 e si concluderà il 21 Maggio. Il programma è costituito da un seminario, una mostra scientifica, un trekking letterario e un laboratorio di narrazione per le scuole.

Paesaggio zerO si svolge in due momenti principali: il primo, a carattere scientifico (rivolto in particolar modo agli esperti del settore: professori, studiosi, tecnici, studenti e borsisti) durante il quale i temi del paesaggio e della tutela del territorio sono stati oggetto del seminario di confronto e della mostra scientifica – che dettaglia e racconta, attraverso pannelli ed immagini (fino al 21 maggio) gli argomenti del seminario: gli strumenti di tutela, l’habitat, le specie lungo il Po, i progetti di tutela attiva. Il seminario si è inoltre concluso con la presentazione della mostra Art Program – Diverse Forme Bellissime, doppia personale di Piero Gilardi e Francesco Monico, in corso al Parco d’Arte Vivente di Torino, a cura di Claudio Cravero. Alla presentazione sono intervenuti Piero Gilardi, Gilles Clèment e Brandon Ballengée, il quale effettuerà dei “prelievi” per il suo lavoro artistico, proprio nei territori del Parco Fluviale del Po, come la Riserva Naturale della Lanca di Santa Marta.

Il secondo momento della Biennale è invece a carattere culturale e mira a trasmettere i valori del paesaggio del fiume e delle colline torinesi attraverso diverse forme espressive – in questo caso la letteratura e la danza - ponendosi come obiettivo l’avvicinamento e il coinvolgimento del maggior numero di cittadini alla conoscenza del paesaggio fluviale e delle meravigliose zone limitrofe. Non solo, dunque, il contatto fisico con i luoghi, ma anche l’esperienza sensoriale ed emotiva che ne derivano, mediante le diverse forme d’arte.

Nel progetto è stata coinvolta la Scuola Holden di Torino, fondata da Alessandro Baricco, che curerà un trekking letterario di tre giorni all’interno del Parco Fluviale del Po, da venerdì 16 a domenica 18 aprile 2010, improntato su momenti di cammino alternati a momenti di laboratorio di scrittura e di sosta, per trasformare un’esperienza d’immersione nella natura in pagine scritte, attraverso lo stimolo dei sensi, l’attenzione ai particolari, il confronto con i compagni di viaggio. Il trekking,  accompagnato da un docente della Scuola Holden e da una guida del parco, è aperto a tutti coloro che vogliono sperimentare un’esperienza unica da vivere attraverso la scrittura e il paesaggio. Sono previste cene e pernottamenti nelle aree ricettive della zona.

E’ stato inoltre organizzato un laboratorio di narrazione sull’ambiente per gli allievi delle scuole comprese nel territorio del Parco Fluviale che più assiduamente collaborano con l’Ente, dalle primarie alla secondarie di primo e secondo grado, nel periodo che va da febbraio ad aprile 2010. L’itinerario didattico consiste in un lavoro sulla narrazione, l’ambiente e la possibilità d’interazione tra di essi e comprende due momenti, che saranno differenziati a seconda dell’età dei partecipanti.

Le scuole elementari saranno coinvolte nell’ “Isola che non c’è”, un laboratorio che si propone di avvicinare i bambini alla drammaturgia, attraverso il gioco d’interazione.

Per le scuole medie è in programma “La storia dell’acqua dolce” con l’obiettivo di realizzare un artefatto e di scrivere un racconto che parli del rapporto tra l’umanità e l’acqua dolce.

Per le scuole superiori, con “Nelle terre selvagge”, si punterà invece a stimolare nei ragazzi, attraverso lo strumento della narrazione, una riflessione sulle proprie aspirazioni.

Il secondo momento di questo itinerario didattico è costituito per ogni classe da un’escursione della durata di una giornata al parco del Po, durante la quale i ragazzi saranno accompagnati da un docente della Scuola Holden, da un insegnante della classe coinvolta e da una guida del parco del Po torinese. Al termine del percorso didattico ad ogni alunno sarà richiesto di realizzare un “manufatto verde”, che resterà al Parco del Po.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende