Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » Parchi nazionali: tensione tra ministro e associazioni ambientaliste sulle nomine:

Parchi nazionali: tensione tra ministro e associazioni ambientaliste sulle nomine

E’ allarme tra le principali associazioni ambientaliste italiane (CTS, FAI, Italia Nostra, LIPU, Mountain Wilderness, Pronatura, Touring Club Italiano e WWF Italia), per le nomine negli Organi di Governo dei Parchi Nazionali. Le otto associazioni chiedono infatti al Ministro Orlando  di procedere con “nomine di persone autorevoli e competenti nella tutela del patrimonio naturale del nostro Paese”, perché è alto il rischio di una gestione localistica delle più importanti aree naturali protette nazionali con nomine dettate da logiche di partito e condizionate dagli interessi dei territori, non sempre compatibili con la conservazione della natura.

Dopo l’intesa raggiunta tra la Regione Abruzzo e il Ministro Andrea Orlando, sembra essere ormai inevitabile la prossima nomina a Presidente del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise di Antonio Carrara, Presidente in carica della Comunità Montana Peligna. La designazione di Carrara  – dopo la nomina del Sindaco del Comune di Stia, Luca Santini, a Presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi – sarebbe la conferma, secondo le associazioni, di”una pericolosa deriva politica, che viene avallata dal Ministero dell’Ambiente”.

Le associazioni ambientaliste denunciano, in particolare, come questa prassi possa determinare l’assoluta preminenza nei Consigli direttivi di rappresentanti degli interessi localistici e delle logiche partitiche, a discapito di esponenti che diano le necessarie garanzie per la difesa dell’interesse generale alla tutela del paesaggio, della biodiversità, dell’ambiente naturale e culturale, così come sancito dall’art 9 della Costituzione. La nuova composizione dei Consigli Direttivi dei Parchi Nazionali, stabilita dal DPR n.78 del giugno 2013, ha ridotto da 12 a 8 i suoi componenti, prevedendo: 4 rappresentanti dei Comuni, un esperto nominato dal Ministro dell’Ambiente, un esperto nominato dal Ministro delle Politiche Agricole, un esperto dell’ISPRA (Istituto Superiore Protezione e Ricerca Ambientale), un esperto indicato dalle Associazioni di protezione ambientale. Con questa composizione, viene fatto rilevare, diventano determinanti per l’equilibrio degli interessi rappresentati negli Organi di Governo degli Enti Parco sia la nomina dei Presidenti, sia le nomine dei due Consiglieri di competenza diretta dei ministeri.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

settembre 15, 2016

Mai provata un’auto a emissioni zero? A Milano il “Battesimo elettrico” di Share’ngo

Mai provata un’auto a emissioni zero? Come ha scritto il direttore editoriale di Greenews.info, Andrea Gandiglio, al rientro dalla 7° ECOdolomites, “è un’esperienza assolutamente da provare e suggerire a chiunque”. Il giorno del Battesimo Elettrico, per molti milanesi, potrebbe essere Sabato 17 settembre all’appuntamento che Share’ngo ha organizzato dalle 9.30 alle 13.00  presso l’Isola Digitale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende