Home » Comunicati Stampa » Il Parco del Gran Sasso lancia il progetto Fruttantica:

Il Parco del Gran Sasso lancia il progetto Fruttantica

gennaio 26, 2010 Comunicati Stampa

Courtesy of Martin LaBar (Flickr)

Il territorio del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga possiede un patrimonio agricolo e frutticolo d’inestimabile valore genetico, nel quale spesso compaiono specie ingiustamente considerate minori, perché poco conosciute e commerciali. Proprio queste ultime oggi sono al centro di una nuova iniziativa dell’Ente Parco, che nell’Anno Internazionale della Biodiversità, si pone a vantaggio della conservazione ambientale e delle future generazioni. E’ il progetto “Fruttantica”, che mira alla catalogazione, al recupero e alla reintroduzione dei fruttiferi antichi locali.

L’iniziativa si pone in continuità con il progetti “Cerere” e “Demetra”, promossi dallo stesso Ente Parco, grazie ai quali, tramite la creazione di una rete di Agricoltori Custodi, sono state reperite numerose specie di frutticole rare, antiche e a rischio di estinzione nei versanti aquilano e teramano dell’area protetta. Tramite il progetto “Fruttantica”, la ricerca verrà ora estesa a tutto il territorio protetto, alla riscoperta degli ultimi esemplari di fruttiferi antichi, risparmiati all’incuria dell’uomo e all’inclemenza della natura.

Per la realizzazione degli obiettivi del progetto è stato messo a punto un Avviso pubblico, la cui scadenza è fissata al 25 febbraio, che può essere visionato sul sito www.gransassolagapark.it e che è stato inviato agli Albi di tutti gli Enti Locali ricadenti nell’area protetta. Potranno rispondere all’avviso gli operatori agricoli, anche hobbisti, che siano in possesso di almeno un esemplare, presumibilmente appartenente a varietà antiche o locali, e che siano intenzionati a metterlo a disposizione dei tecnici dell’Ente Parco per il prelievo e la conseguente riproduzione. Possono inoltre rispondere all’Avviso coloro i quali siano disposti a realizzare nuovi impianti su una superficie minima di 1.000 mq di estensione. A tali fini, il bando prevede la corresponsione di piccoli contributi economici per la realizzazione degli impianti e delle relative recinzioni, oltre alla fornitura di quaranta alberi da frutto innestati con le varietà che saranno riscoperte nel corso del progetto stesso.

«Il progetto “Fruttantica” ha dichiarato il Commissario Straordinario del Parco, Arturo Diaconale – costituisce un’altra tappa nella missione dell’Ente di salvaguardare le colture tradizionali locali, all’interno di un progetto complessivo di tutela della biodiversità. Sono convinto che tali produzioni, come altre che il Parco ha provveduto a rilanciare, per il loro plusvalore culturale e antropologico, e per l’attenzione che i consumatori sempre più mostrano per i prodotti territoriali di qualità, potranno presto tradursi in risorsa per le comunità locali dell’area protetta».

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

maggio 8, 2017

A REbuild 2017 è protagonista l’edilizia “off-site”: dal cantiere alla fabbrica

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto negli appuntamenti 2017 di REbuild, l’evento dedicato al settore delle costruzioni e riqualificazioni, in programma a Riva del Garda il 22 e 23 giugno prossimi. La produzione tende infatti a spostarsi in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell’assemblaggio di parti prodotte industrialmente. Già in [...]

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

maggio 5, 2017

ANARF e Federforeste: un protocollo per rilanciare la filiera bosco-legno tra pubblico e privato

ANARF (Associazione Nazionale delle Attività Regionali Forestali), presieduta da Alberto Negro, Direttore di Veneto Agricoltura, e FederForeste, con a capo il trentino Gabriele Calliari, hanno siglato nei giorni scorsi a Mestre, presso la sede di Coldiretti Veneto, un protocollo per la gestione del patrimonio forestale improntato, tra l’altro, al dialogo tra realtà pubbliche e private. [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende