Home » Comunicati Stampa » “Raccolta 10+”, CONAI distribuisce il Decalogo della differenziata nelle stazioni italiane:

“Raccolta 10+”, CONAI distribuisce il Decalogo della differenziata nelle stazioni italiane

ottobre 26, 2012 Comunicati Stampa

Ha preso il via il 23 ottobre dalla Stazione Centrale di Milano e si concluderà il 10 novembre a Napoli Centrale la terza edizione di “Raccolta 10+, Le Giornate del Riciclo e della Raccolta Differenziata di Qualità”, promosse da CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi – con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e di ANCI.

Importanti passi avanti sono già stati fatti in termini di raccolta differenziata: nell’ultimo anno la quantità di rifiuti da imballaggio conferiti al sistema è cresciuta del 2,8%, sfiorando i quasi 3,3 milioni di tonnellate.

Dalla ricerca Ipsos emerge che l’89% degli Italiani si dichiara molto attento alla difesa dell’ambiente e l’81% asserisce di fare regolarmente la raccolta differenziata a casa propria. E tuttavia, nonostante i buoni propositi collettivi, permangono degli errori piuttosto comuni che rischiano di inficiare i risultati della raccolta differenziata e conseguentemente il successivo processo di riciclo degli imballaggi di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Per esempio, occorre ricordare che lampadine, piatti e tazzine in ceramica, oggetti in pirex come pirofile, ecc. non vadano messi nella raccolta del vetro: pochi sanno che basta 1 kg di ceramica per compromettere il riciclo di 20 kg di vetro. E ancora: gli scontrini non vanno nel contenitore della carta, eppure solo 1 Italiano su 4 lo sa. Così come i giocattoli di plastica non possono essere buttati nel contenitore della plastica, ma devono essere portati alle isole ecologiche.

L’obiettivo di Raccolta 10+ è dunque proprio quello di spiegare ai cittadini come sia possibile, attraverso le 10 semplici regole del Decalogo, fare una raccolta differenziata di qualità così da ridurre scarti ed impurità e migliorare i risultati di riciclo. Quest’anno il Consorzio ha voluto coinvolgere anche i cittadini stranieri che vivono nel nostro Paese, oltre 4,5 milioni cui si aggiungono i circa 500.000 senza permesso di soggiorno. Da una ricerca commissionata da CONAI a IPSOS è infatti emerso che circa 3 milioni di stranieri dichiarano di avere piccole e grandi difficoltà nel fare la raccolta differenziata a causa soprattutto dell’assenza di informazioni in lingua (30%) e della poca chiarezza delle regole (22%). Oggi il 42% afferma di farla sempre nel nostro Paese con picchi di eccellenza tra chi proviene dal Centro-Sud America (46%). C’è anche un 57%, pari a quasi 2 milioni di persone, che confida di non aver mai fatto la raccolta differenziata nel proprio paese di origine. Come a dire: l’integrazione passa anche attraverso l’acquisizione e l’attuazione di atteggiamenti eco-sostenibili. Alla luce di tutto ciò, dunque, il Consorzio ha deciso di tradurre il Decalogo in cinese, arabo, inglese, spagnolo, russo.

La manifestazione, alla terza edizione, si svolgerà in undici stazioni (Bari, Bologna, Genova, Firenze, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Verona) dove saranno collocati punti informativi presso i quali sarà in distribuzione il “Decalogo della Raccolta Differenziata di Qualità”. Circa due milioni di persone, ogni giorno, saranno informate sulle dieci semplici mosse da mettere in atto per fare una raccolta differenziata di qualità e, dunque, favorire un miglior riciclo. Nelle stazioni di Milano (23-27 ottobre), Roma (30 ottobre-3 novembre) e Napoli (6-10 novembre) sarà inoltre possibile giocare a Re-Basket, un videogioco appositamente ideato per l’evento, in cui i partecipanti potranno mettere alla prova la loro abilità nel riconoscere e separare correttamente gli imballaggi in acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro. Si tratta di un modo divertente e innovativo per mostrare ai cittadini come, con azioni semplici e accorgimenti mirati, sia facile fare una raccolta di qualità. All’evento è abbinato il sito raccolta10piu.it dove, oltre al decalogo, sarà possibile trovare tutte le informazioni relative alle tappe e scaricare la versione per web del gioco Re-Basket.

Il miglioramento della qualità della raccolta differenziata, inoltre, può fare la differenza sia in termini ambientali che economici. Questi ultimi si traducono, infatti, in maggiori corrispettivi messi a disposizione dei Comuni da parte del Sistema Consortile nell’ambito di un accordo quadro con ANCI volto alla promozione della raccolta differenziata. Secondo una stima CONAI, un comune di 100.000 abitanti, con una raccolta differenziata complessiva intorno al 45%, in prima fascia di qualità per la raccolta di tutti gli imballaggi, può arrivare a ricevere corrispettivi pari a circa 1 milione di euro, quattro volte l’importo che percepirebbe se la qualità degli imballaggi differenziati fosse nell’ultima fascia di qualità. Allo stesso modo un comune di 1 milione di abitanti potrebbe arrivare a ricevere corrispettivi pari a circa 10 milioni di euro.

Il concetto di qualità assumerà sempre più rilevanzaha affermato Roberto De Santis, Presidente CONAI – alla luce della direttiva europea sui rifiuti che fissa per il 2020 obiettivi di riciclo ancora più ambiziosi, spostando l’attenzione dalla fase di raccolta a quella della effettiva  valorizzazione dei rifiuti. La quantità di materia effettivamente recuperata dipende anche dalla qualità della raccolta ed in particolare dalla percentuale di frazioni estranee presenti nel rifiuto differenziato. CONAI, da anni, concentra i propri  sforzi nel sensibilizzare e coinvolgere sempre più i cittadini nel fare una raccolta di qualità”.

Nel 2011, il riciclo degli imballaggi è stato del 64,4% dell’immesso al consumo, per circa la metà dovuto alla gestione diretta del Sistema Consortile. Il recupero complessivo di imballaggi ha invece raggiunto la percentuale del 73,7%, equivalente a 8,59 milioni di tonnellate recuperate su un totale di 11,65 milioni di tonnellate immesse al consumo. Dal 1998 a oggi il recupero dei rifiuti da imballaggio è aumentato del 140%. Nel 2011, 3 imballaggi su 4 sono stati recuperati, erano 1 su 3 nel 1998.

Il salto di qualità degli ultimi 15 anni è stato significativo: si è infatti registrata una crescita notevole dei rifiuti avviati a recupero, rispetto all’immesso al consumo (da 33,2% a 73,7%), con una conseguente riduzione dei quantitativi di rifiuti di imballaggio destinati a smaltimento, che sono passati da 66,8% a 26,3%.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

gennaio 16, 2018

Klimahouse Startup Award 2018: 10 finaliste del “costruire secondo natura”

Dai Concentratori Solari Luminescenti che trasformano comuni finestre in pannelli solari semitrasparenti  in grado di soddisfare  il  fabbisogno energetico di un edificio, al sistema robotizzato che velocizza il montaggio di ponteggi nei cantieri, inventato da una startup di Monaco di Baviera, fino alle mattonelle fatte di funghi sviluppate da una giovane azienda di Varese, perfette come materiale da costruzione [...]

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

gennaio 12, 2018

Stefano Boeri Architetti: a Eindhoven il “Bosco Verticale” si fa social

Lo studio Stefano Boeri Architetti prosegue nella progettazione di “boschi verticali” nel mondo: dopo i progetti di Milano, Nanjing, Utrecht, Tirana, Losanna, Parigi – e  dopo  la  diffusione  globale  del  videoappello per  la  Forestazione  Urbana in vista del World Forum on Urban Forests di Mantova 2018 -  è arrivato nei giorni scorsi l’annuncio  del nuovo [...]

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

gennaio 11, 2018

“Mi abbatto e sono felice”. L’ecomonologo di Daniele Ronco in scena a Roma

Fino al 14 gennaio, al Teatro Belli di Roma, torna in scena, con la regia di Marco Cavicchioli, “Mi abbatto e sono felice“, l’ecomonologo di Daniele Ronco prodotto da Mulino ad Arte, vincitore di numerosi premi e ispirato al concetto di “decrescita felice” di Maurizio Pallante. “Mi abbatto e sono felice” è un monologo a [...]

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

gennaio 8, 2018

“Out of Fashion”: un percorso formativo nella moda sostenibile

Riprenderà venerdì 12 gennaio 2018 alla Fondazione Ferrè di Milano il percorso formativo di “Out of Fashion“ nell’ambito della moda sostenibile, etica e consapevole. Ideato nel 2014 da Connecting Cultures con l’ambizioso obiettivo di promuovere una nuova cultura della moda attraverso un pensiero originale e indipendente, il progetto Out of Fashion si è sviluppato attraverso l’offerta [...]

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

gennaio 8, 2018

Ujet lancia lo scooter elettrico “di lusso”

La lussemburghese Ujet ha presentato ieri, al Consumer Electronics Show di Las Vegas, il suo primo scooter elettrico, che punta sulla “nuova mobilità urbana” attraverso un mix di praticità, design, divertimento e facilità d’uso. Progettato da zero in Germania, lo scooter “bandiera” di Ujet combina connettività intelligente e materiali ad alte prestazioni – tipici del settore [...]

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

dicembre 20, 2017

Camerlenghi, nuovo presidente AIGAE: “Il turismo ambientale è in grande crescita”

Filippo Camerlenghi, coordinatore delle Guide Ambientali Escursionistiche (GAE) della Lombardia è il nuovo Presidente Nazionale di AIGAE. Camerlenghi, 52 anni, laureato in Scienze della Terra presso l’Università Statale di Milano, è ideatore e promotore di importanti progetti di educazione ambientale e divulgazione scientifica e opera anche come guida europea in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Islanda, in [...]

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

dicembre 18, 2017

AccorHotels e l’agricoltura verticale: debutta al Novotel Milano il “Living Farming Tree”

Debutta a Milano con AccorHotels la prima installazione del Living Farming Tree, l’innovativo orto verticale indoor firmato Hexagro Urban Farming, startup italiana composta da un team internazionale di ingegneri, designer industriali e gastronomi. In linea con gli obiettivi del proprio programma di sviluppo sostenibile Planet21 volto a promuovere un’ospitalità positiva e virtuosa, il gruppo leader mondiale [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende