Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche »Pratiche »Pubblica Amministrazione » PMI e cambiamenti climatici: a Torino un progetto di adattamento:

PMI e cambiamenti climatici: a Torino un progetto di adattamento

Le città del mondo si attrezzano per affrontare i mutamenti climatici e Torino, tra le italiane, è una delle più attive nel percorso finalizzato alla predisposizione di un piano di adattamento. In particolare attraverso il progetto europeo Life DERRIS, nato tre anni fa per favorire la creazione di una partnership pubblico-privato nella definizione di una strategia per affrontare i fenomeni atmosferici eccezionali conseguenti al surriscaldamento del pianeta e di cui il capoluogo piemontese è città pilota.

Il percorso, che termina a settembre, ha permesso di affrontare il tema dell’adattamento nell’ambito delle aree industriali, coinvolgendole nell’identificazione delle vulnerabilità per le imprese e delle azioni per ridurre quest’esposizione. DERRIS, in sostanza, ha avuto l’obiettivo di testare un metodo di approccio e di favorire la crescita di una cultura del rischio nelle Pubbliche amministrazioni e nelle PMI.

L’amministrazione comunale ha scelto di agire in sei ambiti territoriali con elevata presenza di PMI nell’area Nord della città, dove ha identificato trenta imprese valutando la loro capacità di difendersi da eventi atmosferici di forte intensità e scrivendo con loro un “Piano di Adattamento” che permetterà di ridurre i possibili danni e di ridurre il tempo di ripartenza dopo eventuali interruzioni della produzione. Si stima infatti che il 90% delle PMI che interrompono la produzione per più di una settimana falliscano entro un anno. E negli ultimi cinque anni sono state ben 22.000 le imprese danneggiate da eventi riconducibili a terremoti e dissesto idrogeologico; circa 800.000 imprese, inoltre, sono collocate in aree a dissesto idrogeologico, eppure mancano degli strumenti per affrontare, gestire e valutare questi stessi rischi e spesso li sottovalutano.

Il progetto ha offerto l’opportunità di svolgere una prima analisi di vulnerabilità che ha sottolineato come il territorio è effettivamente interessato da mutamenti climatici importanti, soprattutto in termini di ondate di calore, periodi di siccità, aumento delle precipitazioni e della loro intensità ed eventi estremi.

L’esperienza torinese è replicata in altre dieci città italiane. Oltre all’accompagnamento alle imprese, l’azione della Città di Torino si è orientata all’interno della macchina comunale – costituendo un gruppo di lavoro interassessorile – e verso gli altri enti e utility per diffondere la cultura del rischio e predisporre il terreno per la nuova fase di lavoro: la definizione di un Piano di adattamento cittadino. Un percorso che Torino non farà da sola: si confronterà con altre esperienze italiane ma soprattutto proseguirà nel confronto con Portland, la città dell’Oregon che è tra le più avanzate nel mondo in questo ambito ed è giunta alla quarta revisione del suo “Piano Climatico”.

“L’attuale momento rappresenta una grande opportunità per lo sviluppo di strategie e azioni – spiega l’Assessore all’Ambiente Alberto Unia – considerando che come Città stiamo portando avanti la revisione del Piano Regolatore Generale e del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile e che stiamo per avviare lo sviluppo di un Piano Strategico dell’Infrastruttura Verde. Entro l’estate del 2019 auspichiamo di avere anche un primo Piano di Adattamento che potrà dialogare attivamente con questi processi”.

Giovedì 7 giugno, gli amministratori torinesi si confronteranno con i colleghi della Città di Portland nell’ambito del terzo appuntamento di “Torino Climate Lab”, incontro aperto al pubblico (Via Corte d’Appello 16, Sala Bobbio, ore 17.00).

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

dicembre 14, 2018

Con “Torino ti dà la carica” la colonnina elettrica arriva sotto casa

Privati cittadini, operatori commerciali e liberi professionisti residenti o domiciliati a Torino potranno chiedere di disporre di una colonnina di ricarica elettrica sotto la propria abitazione o davanti al negozio o all’ufficio. Si tratta del nuovo progetto “Torino ti dà la carica“, presentato oggi dall’amministrazione comunale guidata da Chiara Appendino. Lo scorso 28 settembre la Città [...]

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende