Home » Comunicati Stampa »Finanziamenti »Green Economy » PonyZero: nuovi finanziamenti per la start up torinese delle consegne in bici:

PonyZero: nuovi finanziamenti per la start up torinese delle consegne in bici

Nuovo round di finanziamenti per Pony Zero, startup incubata in Treatabit, progetto del principale incubatore italiano I3P, che ha l’obiettivo di rivoluzionare il delivery dell’ultimo miglio urbano, una della sfide economiche europee più attuali. Il round è di 235.000 euro e gli investitori sono due. L’operazione è stata guidata da Club Digitale, club di investimento in startup, con l’apporto di 200.000 euro e Club Italia Investimenti 2, veicolo di pre-seed a fianco degli acceleratori italiani, che ha partecipato per 35.000 euro.CII2 decide di scommettere nuovamente sulla startup torinese, già finanziata precedentemente con un round pre-seed di 50.000 euro.

Grazie alla crescita esponenziale dell’e-commerce, il mercato delle spedizioni ultimo miglio risulta essere un settore in forte crescita, infatti queste vendite hanno contribuito ad un aumento significativo delle spedizioni di merce. L’e-commerce in Italia vale oltre 13.2 miliardi di euro e per tutto il 2015 il commercio elettronico registrerà una crescita continua che sfiorerà il 17% di aumento rispetto al 2014 (fonte: School of Management del Politecnico di Milano/NetComm). Pony Zero punta a diventare il partner indispensabile dei player internazionali del settore spedizioni, proprio dove queste registrano grosse perdite di efficienza legate ad un sistema di consegne tradizionale non più adeguato alle esigenze delle città contemporanee.

L’investimento ricevuto da Club Digitale permetterà di accelerare il processo di crescita ed espansione. Pony Zero, già operativa su Torino e Como, investirà soprattutto in ricerca, innovazione di materiali, sviluppo software e nell’apertura di quattro grandi piazze italiane Milano, Bologna, Padova e Genova, nonché nell’espansione estera, prevista per inizio 2016, attraverso l’apertura di sedi in due capitali Europee: Parigi e Londra.

“Ricevere la fiducia di un investitore professionale, che rappresenta 250 investitori privati, ci motiva ulteriormente a raggiungere i nostri obiettivi e i nostri ideali di sviluppo in un mercato in crescita esponenziale, che ora come non mai ha una forte necessità di innovare – spiega Marco Actis, founder e CEO di Pony Zero -. Questo investimento è la conferma degli ottimi risultati che il team ha perseguito, sia in termini di messa a punto del modello di business sia in termini di fatturato. Per Pony Zero, ovviamente, questo non è un traguardo, ma il nostro ennesimo punto di partenza, consci di quello che di buono abbiamo fatto, ma più che mai motivati ad andare avanti lungo la strada che stiamo costruendo”. Massimiliano Ceaglio, direttore I3P e COO e mentor di Pony Zero, ha sottolineato i motivi per cui Pony Zero meritava di ricevere una nuova iniezione di capitale: “Il team di Pony Zero non ha attaccato un nuovo mercato, ma è entrato in uno consolidato, quello delle spedizioni. Ed è riuscito a fare la differenza offrendo ai grandi player del settore la flessibilità che gli manca in questo momento di transizione: in un momento in cui i normali spedizionieri subiscono perdite, Ponyzero va loro incontro offrendo un servizio funzionale per quanto riguarda l’ultimo miglio”.

Pony Zero fornisce oggi il più veloce ed efficace servizio di consegne urbane a impatto ambientale zero. La startup riesce a garantire una media di 15 consegne ora effettuate, la gestione di picchi improvvisi di spedizioni ed una media di 3.000 pacchi giorno consegnati. Con il software sviluppato da Pony Zero, inoltre, e’ possibile ottenere il calcolo della CO2 risparmiata ad ogni consegna, ed inserire questo valore nel bilancio sociale aziendale. Questi dati hanno permesso di concludere con successo un beta test, a dicembre, nella città di Torino, con un importante player internazionale del settore spedizioni.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

maggio 21, 2018

Come diventare eco-istruttori di windsurf. Il nuovo corso AICS

Si chiamano eco-istruttori di sport da tavola e rappresentano l’ultima frontiera dell’unione tra sport professionale, ambiente e alimentazione. Nella pratica, i corsi di formazione oltre a prevedere temi rigorosamente didattici per lo svolgimento dell’insegnamento sportivo, includeranno elementi di cultura ambientale ed alimentare. Sono quindi riservati a chi vuole fare del brevetto di istruttore di surf [...]

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

maggio 18, 2018

Il MAcA di Torino inaugura il nuovo “guscio” per le mostre sui temi ambientali

Il Museo A come Ambiente – MAcA di Torino ha inaugurato, il 16 maggio, il Padiglione Guscio, la nuova area del Museo destinata ad accogliere le mostre temporanee e le iniziative pensate per il grande pubblico. Progettato dall’architetto Agostino Magnaghi, il “Guscio” è una struttura a quarto di cilindro che occupa un’area di 245 mq [...]

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

maggio 16, 2018

“Aree interne”: come contrastare spopolamento e carenza di servizi?

La comunità delle “aree interne”, di cui fanno parte più di mille Comuni in tutta Italia, ha scelto quest’anno la Val Maira per il proprio incontro annuale. Ad Acceglio (CN), il 17 e 18 maggio, sono infatti attese circa duecento persone, per discutere insieme l’avanzamento nell’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), che la [...]

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

maggio 15, 2018

“Green Apple Days”: GBC Italia entra nelle scuole per parlare di sostenibilità ambientale

Anche quest’anno GBC Italia, il Green Building Council di Rovereto, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un’iniziativa lanciata, in origine, negli USA da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Con più di 700 milioni [...]

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

maggio 14, 2018

Kloters lancia RepAir, la t-shirt che cattura l’inquinamento

Ogni anno nel mondo si vendono miliardi di t-shirt. Cosa succederebbe se tra queste ne esistesse una in grado di pulire l’aria? Se lo è chiesto Kloters, start up di moda maschile, 100% made in Italy. La risposta è RepAir, una maglia genderless in cotone, prodotta interamente in Italia, che pulisce l’aria utilizzando un inserto [...]

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

maggio 14, 2018

ADSI: accordo a quattro per la tutela dei beni artistici e architettonici italiani

ADSI – Associazione Dimore Storiche Italiane ha annunciato oggi di aver siglato accordi di partnership con tre importanti aziende italiane, a diverso titolo impegnate nella salvaguardia del patrimonio culturale del nostro Paese: Mapei, Repower e Urban Vision. Obiettivo delle partnership è promuovere iniziative comuni che contribuiscano a diffondere la consapevolezza e le competenze necessarie a proteggere e tutelare i beni [...]

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

maggio 7, 2018

“I Venti Buoni”: al mercato Testaccio di Roma api e scoperte scientifiche

Inaugurata al mercato Testaccio di Roma l’istallazione fotografica “I Venti Buoni” che vede come protagoniste 20 arnie scelte per rappresentare alcuni dei più importanti scienziati della storia. Dal padre del metodo scientifico Galileo Galilei fino al recentemente scomparso Stephen Hawking, passando dalle pionieristiche scoperte di Marie Curie (unica donna ad aver vinto due premi Nobel) [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende