Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Politiche » Post olimpico: Cesana punta sulla riconversione a basso impatto della pista da bob:

Post olimpico: Cesana punta sulla riconversione a basso impatto della pista da bob

La pista olimpica da Bob di Cesana Pariol dovrebbe restare in funzione fino al 2022. È una delle proposte avanzate dal Collegio dei Soci Fondatori della Fondazione 20 Marzo 2006, riunitosi ieri mattina presso la sala Giunta della Regione Piemonte, con l’obiettivo di delineare i criteri a cui dovrà necessariamente rispondere lo studio di fattibilità ambientale, la cui bozza dovrà essere pronta entro fine luglio.

Il Collegio, di cui fanno parte per la Regione Piemonte l’assessore al post olimpico Roberto Ravello, per la Provincia di Torino il vice Presidente e assessore allo Sport e Post olimpico Gianfranco Porqueddu, per il Comune di Torino il vicesindaco Tommaso Dealessandri , per il Coni Flavio Roda, presidente FISI- Federazione Italiana Sport Invernali, ha posto l’accento soprattutto su alcune indicazioni di cui la conversione della pista dovrà tener conto: l’individuazione di un orizzonte temporale entro cui tenere in funzione l’impianto(la data presumibilmente sarà appunto il 2022); il numero di giorni annui in cui resterà operativo l’impianto ed i relativi costi di gestione; la riconversione dell’impianto di refrigeramento con fluidi antigelo di nuova generazione a basso impatto ambientale.

Il Collegio ha inoltre valutato la possibilità di prevedere l’utilizzo di fonti alternative per ridurre i costi di esercizio. Da una prima ipotesi i costi di gestione potrebbero ammontare a circa 600 mila euro, di cui si farebbero carico, ognuno per una quota di 200 mila euro, il Comune di Cesana, il Coni e l’Associazione Albergatori Val di Susa.

A questi si aggiungerebbero poi i costi di gestione sportiva e cioè di preparazione e manutenzione del ghiaccio anche in funzione dei giorni in cui sarà operativo l’impianto. Il risparmio energetico dato dall’utilizzo di fonti alternative potrebbe permettere, secondo i Soci Fondatori, di compensare i costi derivanti dalla gestione del ghiaccio. Il costo totale di ripristino dell’impianto per un valore di oltre 4 milioni di euro, verrebbe finanziato con i fondi risparmiati dall’Agenzia Torino 2006 e messi a disposizione dalla legge 65 per la valorizzazione e la promozione turistica delle valli e dei comuni olimpici.

L’incontro si è concluso con la proposta della Provincia di Torino (attuale proprietario dell’impianto) di cedere la proprietà al Comune di Cesana, permettendo così all’amministrazione comunale di gestire e seguire in modo più semplice e diretto il progetto di rinnovamento dell’impianto olimpico.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

febbraio 21, 2017

Obiettivo Alluminio: 10 giovani reporter per il Giffoni Film Festival

Obiettivo Alluminio giunge alla sua decima edizione e anche quest’anno si appresta a coinvolgere migliaia di studenti in oltre 5.000 scuole superiori italiane. Il progetto didattico organizzato dal CIAL (Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclo dell’Alluminio), in collaborazione con il Giffoni Film Festival e il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela [...]

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

febbraio 21, 2017

Biogas Italy: la nuova rivoluzione agricola parte dal “biogasfattobene”

L’«alba di una nuova rivoluzione agricola»  è  lo slogan scelto dalla terza edizione di Biogas Italy, l’evento annuale del CIB, Consorzio Italiano Biogas, che si terrà a Roma il prossimo 24 febbraio allo Spazio Nazionale Eventi del Rome Life Hotel. L’evento, promosso in collaborazione con Ecomondo Key Energy, ospiterà gli “Stati Generali del Biogas e [...]

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

febbraio 20, 2017

Tisana 2017, torna a Locarno la fiera del benessere olistico

Dopo il successo della prima edizione a Locarno, nel 2016, con circa 10.000 visitatori, Tisana, la ventennale fiera svizzera del benessere olistico, del vivere etico e della medicina naturale, torna al Palexpo Fevi dal 3 al 5 marzo 2017. In mostra le eccellenze del mercato internazionale in un percorso ispirato a 9 aree tematiche: Armonia, [...]

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

febbraio 17, 2017

Fondazione Unipolis: un bando da 400.000 euro per rigenerare edifici abbandonati

Prende il via la quarta edizione del bando “culturability” promosso dalla Fondazione Unipolis: 400 mila euro per  progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale che rigenerino e diano nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione. Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti [...]

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

febbraio 16, 2017

Le novità del Ciclopi di Pisa, laboratorio nazionale di bike sharing

24  nuove stazioni, tutte  attivate  (l’ultima  in  ordine  cronologico  quella di  Piazza  dei Cavalieri) e per  altre  10 c’è  la  domanda  di  finanziamento al Ministero  dell’Ambiente. Con 5.300  abbonamenti, 170 bici (di cui 30 nuove) e 1.000 viaggi al giorno, Pisa si conferma, tra le città italiane di medie dimensioni, una buona pratica per il bike [...]

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

febbraio 15, 2017

Il Parlamento UE firma il CETA. Slow Food: “si innesca una guerra al ribasso che distruggerà i piccoli produttori”

Con 408 voti a favore e 254 contrari, il Parlamento Europeo apre le porte al CETA l’accordo economico e commerciale globale tra l’UE e il Canada: «Ancora una volta siamo di fronte a un trattato che intende affermare gli interessi della grande industria, a scapito sia dei cittadini che dei produttori di piccola scala. Ciò [...]

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

febbraio 14, 2017

Fiper e il mistero dei prezzi dei Titoli di Efficienza Energetica. Un’analisi per capire i rialzi anomali

Fiper, la Federazione dei Produttori da Energia Rinnovabile, ha presentato ai propri associati la ricerca “Analisi sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)” allo scopo di fare chiarezza sull’andamento a dir poco anomalo sul mercato dell’energia proprio dei TEE.  Nel corso del 2016, infatti, si sono registrati scambi a prezzi particolarmente alti rispetto alla [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende