Home » Comunicati Stampa »Non-Profit »Pratiche » Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: aperte le iscrizioni al bando 2015:

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: aperte le iscrizioni al bando 2015

Il 2015 è l’anno ONU dedicato alla luce e alle sue tecnologie, ma è anche l’anno dedicato all’uso del suolo nel mondo, e il decennale del Millenium Goal, della Conferenza sui cambiamenti climatici a Parigi e dell’Expo a Milano. Tanti contenuti per un Paese che ha bisogno di nuove idee per uscire dalla crisi. La quattordicesima edizione del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente lanciata da Legambiente, proprio da questi contenuti vuole partire per far emergere le positività del nostro tessuto economico e sociale. “Vogliamo valorizzare in particolare chi sta costruendo, di fatto, un nuovo paradigma anche economico che vada oltre il PIL, soprattutto oltre quello che include, con un calcolo sciagurato, anche l’economia dell’illegalità. Chi innova ha in Italia un coraggio doppio – ricorda Andrea Poggio, presidente della Fondazione Legambiente Innovazione che ha promosso il Premio in tutti questi anni – entrare da soli in un territorio inesplorato, vincendo consuetudini e pregiudizi, e rompere regole, scritte e non, che difendono interessi consolidati, talvolta leciti ma talvolta no. Sono tantissimi, in questi anni, ad averci provato partecipando al premio di Legambiente: governi locali, società piccole e grandi, molte giovani start up, cittadini e imprese intelligenti di molti territori, che stanno modificando, con idee, azioni e progetti innovativi, alcuni parametri di un sistema economico che, nella sua crisi, ha mostrato il volto duro della povertà e dello spreco. Quest’anno più di altri, dunque, vogliamo valorizzare le realizzazioni che riescono a coniugare eco-innovazione e innovazione sociale”.“Nonostante la crisi – dichiara Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente – c’è un mondo di nuova imprenditoria che si muove e che fa ben sperare. Basti pensare alle centinaia di esperienze di economia della condivisione, economia circolare che rappresentano aspetti innovativi della green economy, dell’economia sana e duratura del futuro. Così come eco-innovazione e innovazione sociale sono strumenti non solo per creare nuovi posti di lavoro, ma anche per garantire ai consumatori una rinnovata qualità della vita. Nella nostra visione la green economy è generatrice di bellezza in senso complessivo, di migliore qualità della vita sia per i singoli individui che per i territori”. Dal Premio Innovazione Amica dell’Ambiente hanno avuto origine notevoli storie di successo, dalle prime casette con consumi energetici ridotti ai complessi condominiali a zero energia, dalle prime generazioni solari e eoliche all’industria nazionale di inverter e sistemi di controllo delle reti, dai primi brevetti di bioplastiche alle bioraffinerie, dalle prime esperienze di car e bike sharing alle nuove politiche di mobilità urbane. Il Bando 2015 vuole intercettare iniziative, interventi, piani, progetti che si muovano verso questo paradigma nei seguenti ambiti:

· Suolo, agricoltura e sistemi alimentari (es. valorizzazione dei territori, sistemi di tracciabilità, integrazione innovativa di sistemi agricoli ed energetici, capacità di fare sistema, efficienza negli usi di energia, acqua, fitofarmaci, attivazione di sistemi agrocolturali per la difesa di specie e paesaggio, progetti di adattamento al cambiamento climatico); l’ONU ha proclamato il2015 Anno Internazionale dei suoli con l’impegno di pubblicare – fine 2015 – il primo rapporto sullo stato delle risorse dei suoli del mondo.

· Sistemi e comunità energetiche (es. nuove tecnologie ed energie rinnovabili, reti intelligenti, capacità di accumulo, gestione risorse limitate, sistemi autosufficienti, efficientamento dei processi produttivi, progetti che riducano la povertà energetica, efficienza e qualità negli usi finali).

· Abitare in comunità smart (es. riqualificazione energetica e ambientale del patrimonio costruito anche sulla base delle indicazioni europee sulla sostenibilità dei materiali, della durabilità degli edifici, riutilizzo e riciclabilità dei materiali dopo le demolizioni, riqualificazione spinta di interi edifici; rigenerazione di interi spazi urbani, ecoquartieri, nuove tecnologie e internet delle cose nella vita quotidiana, nelle abitazioni, negli uffici e nei luoghi produttivi). Il 2015 è statoproclamato dall’ONU anche Anno Internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla luce.

· Comunità smart in movimento (es. piani urbani per la mobilità sostenibile, progetti per lo sharing, integrazione di strumenti di governo per il miglioramento della qualità dell’aria, per la salvaguardia delle utenze deboli, sistemi innovativi per la distribuzione delle merci).

· Green economy per comunità smart (innovazioni nelle filiere, nei distretti, sui processi, nelle produzioni, economia circolare).

La partecipazione è gratuita. Per candidare la propria innovazione è necessario compilare una scheda di iscrizione e redigere una scheda tecnica on line dal sito. Le iscrizioni verranno accolte entro le ore 24 del 2 marzo 2015.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende