Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: 165 partecipanti e 8 premiati contro la crisi:

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: 165 partecipanti e 8 premiati contro la crisi

dicembre 17, 2012 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Sui temi ‘Territorio, imprese e cittadini‘ si sono confrontate le 165 realtà che hanno partecipato alla XII edizione del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2012 promosso da Legambiente in parternariato con Confindustria, Regione Lombardia, Politecnico di Milano, Università Bocconi e con il contributo di Fondazione Cariplo e Camera di Commercio di Milano. Un risultato numerico e qualitativo superiore all’edizione 2011 (160 le innovazioni giunte alla passata edizione) che vede l’economia verde in tempo di crisi quale catalizzatore di cambiamento in un rinnovato rapporto tra città e territori, consumatori e aziende, attraverso l’acquisizione di nuovi stili di vita e di innovazione economica e sociale, anche tramite il web.

Vincono l’edizione 2012 del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: Bikedistrict – la mappa online del ciclista urbano, Bosch, linea Verde&Green School, Car2Go, sistema mondiale di car-sharing a flusso libero, Carlsberg Italia, DraughtMaster Modular 20, Grow the Planet, start up digitale per l’autoproduzione agricola e la cultura ambientale, Laboratorio di Architettura Brennone 21, Lelli& Associati Architettura e Magazè Srl, proposta di abitare collettivo, Manifattura Maiano con RecycleTherm Km0.

“Sono otto le innovazioni dell’anno 2012 e ben dodici le segnalazioni della giuria, frutto di una difficile selezione: molte delle 165 candidature presentavano proposte di grande interesse, per l’ambiente, per la qualità della vita dei cittadini, dei lavoratori o delle comunità locali”, ha dichiarato Andrea Poggio, vice direttore di Legambiente. “Scorrendo i premiati si scopre che l’innovazione green, utile, intelligente, spesso economica sta ormai dentro le nuove ristrutturazioni di edifici abitati, il modo di muoversi in città, i beni che acquistiamo, le app che possiamo scaricare sui nostri cellulari. Anzi ci accorgiamo di poter partecipare ai processi innovativi, a determinarne il mercato, influenzarne le caratteristiche. Una rivoluzione è in atto. Dentro la crisi, in risposta alla crisi, nonostante la crisi”.

“Le realtà premiate oggi – ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza - dimostrano la vitalità di una parte del Paese che ha accettato la sfida della green economy e che puntando su innovazione e ricerca riesce a competere creando occupazione qualificata. L’impresa responsabile e sostenibile che coniuga tecnologia e ambiente è l’impresa del futuro perché puntando sul rispetto del territorio, sulla qualità e sulla valorizzazione delle nostre risorse migliori porta a uno sviluppo equilibrato e duraturo. Per sostenere e promuovere questo tipo di sviluppo dovremmo però investire molto di più in innovazione e ricerca. Settori in cui l’Italia risulta essere tra le ultime in classifica destinandogli solo l’1,27% del PIL, meno della Spagna (1,38%) e della Repubblica Ceca (1,53%), e lontanissima dai paesi capofila come la Finlandia che destina al futuro ben il 3, 96% del PIL”.

“Le politiche ambientali – ha aggiunto il Presidente di Assolombarda Alberto Meomartini – sono uno stimolo per l’innovazione e l’aumento della competitività. Da tempo Assolombarda evidenzia la strategicità di puntare su ricerca e innovazione come leve per uscire dalla crisi e creare nuovo sviluppo, recuperando anche il ritardo accumulato in questi anni. Oltre a diffondere nelle imprese la consapevolezza del valore degli investimenti in  conoscenza e  innovazione, siamo impegnati con iniziative di formazione, di comunicazione sull’ambiente rivolte alle imprese associate, ai lavoratori, ai giovani e alla comunità”.

L’ampia partecipazione al Premio 2012 ha registrato 57 innovazioni nell’area Mobilità, Energie, Clean Technology,  50 nell’area Uso efficiente delle risorse e Gestione rifiuti, 40 nell’area Edilizia, riqualificazione e rigenerazione urbana e 18 innovazioni su 165 nell’area Agricoltura, alimentazione, tessile e patrimonio, turismo. Tutte le schede delle innovazioni che hanno partecipato alla selezione saranno visibili  sul sito  premioinnovazione.legambiente.org (insieme alle schede tecniche degli oltre 1.600 progetti candidati nelle passate 11 edizioni del Premio.

La distribuzione geografica delle proposte pervenute pone le Regioni del Nord in testa alla classifica numerica con 99 innovazioni (60% del totale), seguito dalle Regioni del Centro con 36 innovazioni (21,8% sul totale) e le Regioni del Sud e le Isole con 30 innovazioni inviate al premio (12,12%).

Il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente è un riconoscimento nazionale rivolto all’innovazione di impresa in campo ambientale. Ideato da Legambiente, nel 2000 ha lo scopo di contribuire alla diffusione di buone pratiche orientate alla sostenibilità ambientale, valorizzando quelle realtà che sappiano raccogliere le sfide dell’ambiente come valore e opportunità irrinunciabile di sviluppo economico e sociale. La partecipazione al premio è  aperta a imprese, amministrazioni pubbliche, istituti di ricerca, liberi professionisti ed associazioni di cittadini.

I vincitori del premio hanno diritto all’uso del logo “Innovazione Amica dell’Ambiente“, la lampadina dalla foglia verde affiancata al Cigno di Legambiente, sulla comunicazione legata all’innovazione premiata, per la durata di un anno. Greenews.info è, da tre anni, media partner del premio.

In allegato l’elenco completo dei vincitori e le motivazioni.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

agosto 9, 2018

Al Centro Velico Caprera i corsi di navigazione e ambiente

E’ salpato sabato 21 luglio il primo Corso di Navigazione, Ambiente e Cultura del Centro Velico Caprera. Un’assoluta novità per la più prestigiosa scuola di vela del Mediterraneo che ha pensato di unire i contenuti di un classico corso di cabinato ad un’esperienza formativa dal punto di vista culturale e naturalistico, grazie alla presenza di un esperto [...]

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

luglio 19, 2018

“Rinnovare le rinnovabili”: come renderle competitive senza incentivi

Si svolgerà venerdì 20 luglio a Roma presso l’Auditorium del GSE (Viale Maresciallo Pilsudski, 92) dalle 9:00 alle 13:00 il workshop “Rinnovare le rinnovabili: servizi, tecnologie e mercati per un futuro sostenibile senza incentivi”, un’occasione per riflettere sul recente accordo raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, che ha rialzato al 32% il target complessivo [...]

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

luglio 17, 2018

Festival EcoFuturo: a Padova “orti bioattivi” e l’auto elettrica del Conte Carli, datata 1891

Torna dal 18 al 22 luglio a Padova, nella cornice ecologica del Fenice Green Energy Park,  EcoFuturo Festival, giunto alla sua V edizione. Cinque giornate con appuntamenti, incontri, spettacoli, corsi, workshop, esposizioni e cene bio. Il tutto nel segno dell’innovazione ecologica. Il focus di questa edizione sarà l’anidride carbonica che sta alterando il clima e la [...]

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

luglio 12, 2018

“Re Boat Roma Race”, la regata riciclata torna nelle acque dell’EUR

Dal 14 al 16 settembre 2018 torna al Parco Centrale del Lago dell’EUR di Roma la Re Boat Roma Race, la prima regata in Italia d’imbarcazioni costruite con materiali di recupero, in un’ottica di riuso e riciclo. Un evento che accoglie famiglie, bambini, ragazzi e chiunque abbia voglia di porsi in gioco in questa folle e divertente [...]

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

luglio 9, 2018

Rigenerazione post-industriale: a Mirafiori si sperimenta la creazione di un “nuovo terreno”

Tecnologie nature based per riconvertire aree post industriali, trasformandole in infrastrutture verdi, coinvolgendo cittadini, Ong e associazioni del territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto ProGIreg (Productive Green Infrastructure for post industrial Urban Regeneration) che coinvolge, oltre a Torino, con focus del Progetto Mirafiori Sud, le città di Dortmund (Germania), Zagabria (Croazia) e Ningbo (Cina). Il [...]

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

luglio 9, 2018

G34 Lima-Fotodinamico: la barca a vela diventa scuola di vita e di rinnovabili

Ingegneri specializzati  nello studio  delle energie rinnovabili imbarcati su una barca a vela condotta dai ragazzi dell’associazione New Sardiniasail ovvero adolescenti con problemi penali che il Dipartimento di Giustizia  di Cagliari ha affidato nelle mani di Simone Camba – poliziotto e presidente di  New Sardiniasail – per imparare un mestiere.  Un progetto sociale che vede [...]

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

giugno 25, 2018

UE verso la finanza sostenibile. Investimenti “green & social” meno rischiosi?

L’Unione Europea compie un altro passo esplorativo verso il riconoscimento e incoraggiamento della finanza sostenibile, come strumento per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (SDG), ma anche come mezzo per perseguire la stabilità finanziaria nel vecchio continente. Martedì 19 giugno la Commissione per gli Affari Economici e Monetari del Parlamento Europeo ha infatti approvato [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende