Home » Aziende »Comunicati Stampa »Pratiche » Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: 165 partecipanti e 8 premiati contro la crisi:

Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: 165 partecipanti e 8 premiati contro la crisi

dicembre 17, 2012 Aziende, Comunicati Stampa, Pratiche

Sui temi ‘Territorio, imprese e cittadini‘ si sono confrontate le 165 realtà che hanno partecipato alla XII edizione del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente 2012 promosso da Legambiente in parternariato con Confindustria, Regione Lombardia, Politecnico di Milano, Università Bocconi e con il contributo di Fondazione Cariplo e Camera di Commercio di Milano. Un risultato numerico e qualitativo superiore all’edizione 2011 (160 le innovazioni giunte alla passata edizione) che vede l’economia verde in tempo di crisi quale catalizzatore di cambiamento in un rinnovato rapporto tra città e territori, consumatori e aziende, attraverso l’acquisizione di nuovi stili di vita e di innovazione economica e sociale, anche tramite il web.

Vincono l’edizione 2012 del Premio Innovazione Amica dell’Ambiente: Bikedistrict – la mappa online del ciclista urbano, Bosch, linea Verde&Green School, Car2Go, sistema mondiale di car-sharing a flusso libero, Carlsberg Italia, DraughtMaster Modular 20, Grow the Planet, start up digitale per l’autoproduzione agricola e la cultura ambientale, Laboratorio di Architettura Brennone 21, Lelli& Associati Architettura e Magazè Srl, proposta di abitare collettivo, Manifattura Maiano con RecycleTherm Km0.

“Sono otto le innovazioni dell’anno 2012 e ben dodici le segnalazioni della giuria, frutto di una difficile selezione: molte delle 165 candidature presentavano proposte di grande interesse, per l’ambiente, per la qualità della vita dei cittadini, dei lavoratori o delle comunità locali”, ha dichiarato Andrea Poggio, vice direttore di Legambiente. “Scorrendo i premiati si scopre che l’innovazione green, utile, intelligente, spesso economica sta ormai dentro le nuove ristrutturazioni di edifici abitati, il modo di muoversi in città, i beni che acquistiamo, le app che possiamo scaricare sui nostri cellulari. Anzi ci accorgiamo di poter partecipare ai processi innovativi, a determinarne il mercato, influenzarne le caratteristiche. Una rivoluzione è in atto. Dentro la crisi, in risposta alla crisi, nonostante la crisi”.

“Le realtà premiate oggi – ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza - dimostrano la vitalità di una parte del Paese che ha accettato la sfida della green economy e che puntando su innovazione e ricerca riesce a competere creando occupazione qualificata. L’impresa responsabile e sostenibile che coniuga tecnologia e ambiente è l’impresa del futuro perché puntando sul rispetto del territorio, sulla qualità e sulla valorizzazione delle nostre risorse migliori porta a uno sviluppo equilibrato e duraturo. Per sostenere e promuovere questo tipo di sviluppo dovremmo però investire molto di più in innovazione e ricerca. Settori in cui l’Italia risulta essere tra le ultime in classifica destinandogli solo l’1,27% del PIL, meno della Spagna (1,38%) e della Repubblica Ceca (1,53%), e lontanissima dai paesi capofila come la Finlandia che destina al futuro ben il 3, 96% del PIL”.

“Le politiche ambientali – ha aggiunto il Presidente di Assolombarda Alberto Meomartini – sono uno stimolo per l’innovazione e l’aumento della competitività. Da tempo Assolombarda evidenzia la strategicità di puntare su ricerca e innovazione come leve per uscire dalla crisi e creare nuovo sviluppo, recuperando anche il ritardo accumulato in questi anni. Oltre a diffondere nelle imprese la consapevolezza del valore degli investimenti in  conoscenza e  innovazione, siamo impegnati con iniziative di formazione, di comunicazione sull’ambiente rivolte alle imprese associate, ai lavoratori, ai giovani e alla comunità”.

L’ampia partecipazione al Premio 2012 ha registrato 57 innovazioni nell’area Mobilità, Energie, Clean Technology,  50 nell’area Uso efficiente delle risorse e Gestione rifiuti, 40 nell’area Edilizia, riqualificazione e rigenerazione urbana e 18 innovazioni su 165 nell’area Agricoltura, alimentazione, tessile e patrimonio, turismo. Tutte le schede delle innovazioni che hanno partecipato alla selezione saranno visibili  sul sito  premioinnovazione.legambiente.org (insieme alle schede tecniche degli oltre 1.600 progetti candidati nelle passate 11 edizioni del Premio.

La distribuzione geografica delle proposte pervenute pone le Regioni del Nord in testa alla classifica numerica con 99 innovazioni (60% del totale), seguito dalle Regioni del Centro con 36 innovazioni (21,8% sul totale) e le Regioni del Sud e le Isole con 30 innovazioni inviate al premio (12,12%).

Il Premio Innovazione Amica dell’Ambiente è un riconoscimento nazionale rivolto all’innovazione di impresa in campo ambientale. Ideato da Legambiente, nel 2000 ha lo scopo di contribuire alla diffusione di buone pratiche orientate alla sostenibilità ambientale, valorizzando quelle realtà che sappiano raccogliere le sfide dell’ambiente come valore e opportunità irrinunciabile di sviluppo economico e sociale. La partecipazione al premio è  aperta a imprese, amministrazioni pubbliche, istituti di ricerca, liberi professionisti ed associazioni di cittadini.

I vincitori del premio hanno diritto all’uso del logo “Innovazione Amica dell’Ambiente“, la lampadina dalla foglia verde affiancata al Cigno di Legambiente, sulla comunicazione legata all’innovazione premiata, per la durata di un anno. Greenews.info è, da tre anni, media partner del premio.

In allegato l’elenco completo dei vincitori e le motivazioni.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende