Home » Comunicati Stampa » Intesa tra il Parco Gran Sasso e Bioparco di Roma per una nuova struttura faunistica:

Intesa tra il Parco Gran Sasso e Bioparco di Roma per una nuova struttura faunistica

dicembre 21, 2011 Comunicati Stampa

L’esigenza di una nuova progettualità, per valorizzare la biodiversità del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, trova occasione di condivisione nel progetto del Parco Faunistico del Gran Sasso d’Italia, che sorgerà nell’emozionante cornice del “Paretone”, nel versante teramano del massiccio, e nella località del Vasto, nel comprensorio aquilano.

E’ stato firmato tra l’Ente Parco e la Fondazione Bioparco di Roma, un Protocollo d’Intesa, le cui azioni si concretizzeranno in una consulenza, della Fondazione per fornire all’area protetta il necessario know how e le specifiche competenze sia in fase di realizzazione, sia nella gestione del patrimonio faunistico.

Il Protocollo d’Intesa è stato presentato ieri a Roma in Campidoglio, nell’ambito dell’incontro “L’uso sociale delle aree protette urbane e periurbane”, organizzato dalla Presidenza di Roma Capitale e dalla Fondazione Bioparco di Roma. All’incontro hanno partecipato il Presidente del Parco Arturo Diaconale, il Presidente della Fondazione Bioparco, Paolo Giuntarelli, il Sindaco di Isola del Gran Sasso, Alfredo Di Varano, il Presidente della Società Geografica Italiana Franco Salvatori, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Roma, Marco Visconti, il Prof.Aniello Angelo Avella della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata e il Presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma, Andrea De Priamo.

I parchi faunistici sono una novità del sistema nazionale delle aree protette, perché, pur ispirandosi ai wild park tedeschi, aggiungono a quelle esperienze finalità di conservazione, ricerca ed educazione alla sostenibilità ambientale. Il progetto del Parco Faunistico del Gran Sasso d’Italia, in particolare, farà tesoro delle esperienze scaturite dai molteplici progetti “Life+“ che l’Ente da anni realizza, intercettando finanziamenti europei per la reintroduzione e la salvaguardia di specie peculiari dell’ecosistema appenninico, quali il camoscio, il lupo e il cervo.

Nella piena osservanza delle normative vigenti, il progetto non prevede l’edificazione di nuove strutture ma opere di riqualificazione, con rimozione dei detrattori ambientali residui degli ex cantieri Cogefar, ovvero i villaggi edificati all’epoca della realizzazione del traforo del Gran Sasso. Le aree faunistiche occuperanno porzioni di territorio piuttosto estese ed idonee al mantenimento, in condizioni seminaturali, di animali selvatici e domestici, che i visitatori potranno osservare usufruendo di appositi sentieri attrezzati. La composizione degli habitat avverrà per gradi, partendo dagli elementi più facilmente gestibili ed unendo via via i più complessi.

L’opportunità di un’intesa istituzionale con il Parco Gran Sasso Laga è stata bene accolta dal Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Paolo Giuntarelli, per il quale «Le finalità del progetto sono pienamente rispondenti alle attese della Fondazione di operare per una vasta ed eterogenea cultura ambientale, facendo leva sull’emotività che scatena l’incontro ravvicinato con gli animali».

Soddisfazione per l’accordo è stata espressa anche dal Presidente del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Arturo Diaconale, in quanto il Parco «potrà sostenere un progetto che unisce finalità di tutela e di sviluppo e che prefigura effetti rivitalizzanti, anche in termini di occupazione, per l’economia delle aree interne».

Non ultimo, in un’ottica di sistema, la prossimità con il Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, nel versante teramano, e con il Santuario del Beato Giovanni Paolo II, in quello aquilano, potrà consentire al Parco Faunistico di intercettare differenziati flussi di visitatori. Il progetto, naturalmente, dovrà essere condiviso, sia in fase di concertazione che in fase progettuale, non soltanto con le Amministrazioni Comunali di Isola del Gran Sasso e dell’Aquila, ma anche con tutti i portatori d’interesse territoriali, in particolare con i proprietari dei terreni e le comunità residenti.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

gennaio 17, 2017

A Rimini tornano i “Giardini d’Autore”

“Giardini d’Autore“, la mostra di giardinaggio che accoglie i migliori vivaisti italiani rinnova l’appuntamento a Rimini, presso il Parco Federico Fellini, location dal fascino intramontabile, per l’edizione di primavera 2017, in programma dal 17 al 19 marzo. La manifestazione giunge al suo ottavo anno aprendo la stagione delle mostre di giardinaggio in Italia. Un appuntamento [...]

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

gennaio 17, 2017

Italia Nostra su Parco Alpi Apuane: “Bisogna tutelare un ecosistema unico al mondo”

Il Parco Regionale delle Alpi Apuane, in Toscana, è nato nel 1985 in seguito a una proposta di legge di iniziativa popolare per tutelare dagli scempi estrattivi una catena montuosa unica al mondo, impervia e affacciata sul mare, con una biodiversità eccezionale (vede la presenza del 50% delle specie vegetali riconosciute in Italia, 28 habitat [...]

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

gennaio 16, 2017

“Presidente Trump, ci sorprenda!”. La campagna ambientalista per sensibilizzare il nuovo inquilino della Casa Bianca

Venerdì 20 gennaio, in concomitanza con l’insediamento alla Casa Bianca del nuovo presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, i presidenti di alcune associazioni ambientaliste italiane si ritroveranno in Piazza Barberini a Roma, per presentare la campagna “Surprise us, President Trump!”. La Campagna nasce, come azione “preventiva”, a seguito delle preoccupazioni destate, tra gli ambientalisti di [...]

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

gennaio 13, 2017

AAA Provvedimenti Attuativi Cercasi. Il ritardometro di Assorinnovabili per pungolare la politica

La normativa c’è ma non è applicabile. Questa è oggi la situazione nel settore delle energie rinnovabili in Italia. Risultato? Se ne parla tanto, i politici si riempono la bocca di “green”, ma lo stallo rischia di danneggiare gravemente l’intero comparto delle rinnovabili e dell’efficienza energetica. Le regole, spiega Assorinnovabili, dunque ci sono, ma mancano [...]

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

gennaio 12, 2017

A Klimahouse 2017 tornano gli Enertour e arriva il modulo Biosphera 2.0

Un’edizione “ad alto grado di innovazione” per Klimahouse 2017, fiera di riferimento internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, in programma a Fiera Bolzano dal 26 al 29 gennaio. Formula vincente di Klimahouse è l’ormai calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte da 450 selezionate aziende di settore [...]

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

gennaio 12, 2017

Artico, Inuit e cambiamenti climatici. Una mostra fotografica a Venezia

La difesa di uno degli ultimi ambienti naturali non ancora sfruttati dall’uomo, il pericolo imminente del riscaldamento globale, la sensibilizzazione verso i temi della sostenibilità ambientale e del cambiamento climatico, la dialettica tra natura e civiltà. Sono questi gli argomenti attorno cui ruota la mostra “Artico. Ultima frontiera” in programma dal 15 gennaio al 2 aprile 2017 [...]

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

gennaio 11, 2017

Energia 100% pulita per le società pubbliche del servizio idrico lombardo

Dal 1° gennaio 2017 le aziende pubbliche del servizio idrico lombardo, che nei mesi scorsi avevano emesso una gara congiunta per la fornitura di energia elettrica, si riforniscono solo più con energia prodotta da fonti rinnovabili. L’opzione “verde”, che impegna il fornitore a consegnare energia al 100% ottenuta da fonti rinnovabili certificate, consentirà di evitare l’immissione [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende