Home » Comunicati Stampa » Qualificazione ambientale ed aree produttive: in una ricerca la situazione in Italia:

Qualificazione ambientale ed aree produttive: in una ricerca la situazione in Italia

marzo 15, 2011 Comunicati Stampa

Courtesy of ervetSono sei le Regioni più all’avanguardia sul tema, con oltre 80 aree industriali orientate a qualificarsi come APEA (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate), per una superficie complessiva di quasi 10.000 ettari.

Una ricerca, realizzata da ERVET nell’ambito della Rete Cartesio, analizza stato dell’arte e prospettive. Il lavoro è stato presentato in un convegno a Bologna e rientra tra le iniziative realizzate in Regione all’interno della strategia per la produzione e consumo sostenibile.

Le aree industriali non possono infatti essere dislocate indiscriminatamente sul territorio, ma devono essere pianificate, al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale e conseguire la massima efficienza energetica. In Italia il tema delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate, o APEA, è stato introdotto nell’ordinamento giuridico nazionale quasi 13 anni fa (con il D.Lgs. 112/98) e recentemente sono stati sviluppati nuovi strumenti normativi e finanziari. Le APEA si caratterizzano per progetti innovativi dal punto di vista della sostenibilità ambientale, con particolare attenzione al risparmio energetico, all’utilizzo di fonti rinnovabili, alla razionalizzazione della logistica dei trasporti, con interventi che riguardano in particolare la creazione di centrali di cogenerazione, reti di teleriscaldamento e impianti fotovoltaici.

Emilia-Romagna, Friuli, Liguria, Marche, Piemonte, Toscana: attualmente sono queste sei le regioni più all’avanguardia sul tema, con oltre 80 aree industriali orientate a qualificarsi come APEA  per una superficie complessiva di quasi 10.000 ettari. Il rapporto “Le aree produttive ecologicamente attrezzate in Italia: stato dell’arte e prospettive”, presentato ieri a Bologna nel corso di un convegno, analizza il loro livello di diffusione in Italia e il grado di omogeneità.

La ricerca è stata realizzata da ERVET S.p.A – l’agenzia di sviluppo territoriale della Regione Emilia-Romagna – nell’ambito della Rete Cartesio, un network finalizzato allo sviluppo di politiche di sostenibilità nelle aree e nei distretti industriali al quale aderiscono enti pubblici, istituti di ricerca e rappresentanti del mondo produttivo.

Attraverso il coinvolgimento di 6 regioni è stato possibile ricostruire un quadro degli ambiti produttivi impegnati in un percorso di qualificazione ambientale e di miglioramento gestionale. Il quadro generale che ne risulta conta 83 realtà, di cui 30 in Emilia-Romagna, 21 in Friuli Venezia Giulia, 15 in Liguria, 9 in Toscana, 7 nelle Marche, 1 in Piemonte. Il numero di iniziative per ogni regione è piuttosto variabile, dipendendo dalle scelte strategiche delle amministrazioni, ma anche dalla fase di maturazione degli strumenti messi in atto (norme, regolamenti, linee guida, bandi di finanziamento, ecc.).

L’indagine ha approfondito 14 casi di studio. Si tratta di aree la cui caratterizzazione produttiva vede la prevalenza di aziende manifatturiere che, su una superficie complessiva di oltre 2.000 ettari, ospitano in totale più di 1.000 aziende ed oltre 20.000 addetti.

Anche le dimensioni sono molto variabili (da un minimo di quattro ettari in Liguria ad un massimo di 560 ettari dell’area SPIP Parma in Emilia Romagna), con la presenza di un gestore d’area a prevalente capitale misto (55%) con forte componente pubblica.

La preferenza per la matrice pubblica si giustifica in parte con il fattore garanzia che questa rappresenta a fronte di iniziative spesso sperimentali ed inoltre per il ruolo di interlocutore tra imprese e istituzioni che essa può svolgere.

Sistemi per la raccolta, il trattamento e il recupero e riutilizzo delle acque, dotazioni di verde e valorizzazione degli elementi naturalistici, opere di messa in sicurezza dell’area, centri servizi (mensa, centro direzionale, asilo), reti per le telecomunicazioni di tipo avanzato (wireless, banda larga) e impianti centralizzati per la produzione di energia costituiscono le principali dotazioni rilevate.

Le aree si segnalano inoltre per progetti di sviluppo che porteranno nel breve periodo un incremento di tali dotazioni, in particolare nei settori energia, rifiuti e gestione delle acque (approvvigionamento e smaltimento).

Tuttavia, ad oltre 10 anni dall’introduzione delle Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate nell’ordinamento italiano solo otto regioni hanno disciplinato l’argomento con proprie leggi e norme.

La ricerca evidenzia come le APEA rappresentino comunque un elemento strategico nelle politiche industriali e ambientali delle Regioni che hanno affrontato l’argomento.

Il tema presenta notevoli potenzialità a fronte degli investimenti erogati dalle Regioni analizzate (complessivamente circa 100 milioni di euro), i quali serviranno per finanziare dotazioni impiantistiche e territoriali, ma anche a sostenere le attività del gestore unitario o la predisposizione di studi di fattibilità.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

luglio 20, 2017

“Clothes for Love”: nei punti vendita Auchan il nuovo contenitore digitale per i vestiti usati

La tecnologia al servizio della solidarietà. Parte oggi da Milano, presso il punto vendita Simply di Viale Corsica 21, il progetto Clothes for love, a cura dell’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia e in collaborazione con Auchan Retail Italia e le principali amministrazioni comunali lombarde. Il progetto prevede il posizionamento di un nuovo contenitore [...]

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

luglio 20, 2017

Binari senza tempo: riparte la “Ferrovia del Tanaro”, tra fiabe, trekking e treni storici

La storica Ferrovia del Tanaro si rimette in marcia: dopo la sospensione della circolazione ordinaria nel 2012 e la terribile ferita alluvionale del novembre 2016, la linea ferroviaria Ceva-Ormea, è di nuovo pronta a partire, grazie al progetto “Binari senza tempo” della Fondazione FS Italiane, in collaborazione con Regione Piemonte, Unione Montana Alta Valle Tanaro e il [...]

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

luglio 20, 2017

Ecoturismo in crescita: secondo una ricerca italiana online è boom delle vacanze sostenibili

Attenzione al consumo di risorse, utilizzo di fonti rinnovabili, alimentazione biologica e a km. zero e forme di mobilità condivisa. Sono solo alcune delle buone pratiche che decretano il successo di strutture e località turistiche, apprezzate dal 48% degli Italiani, che pare abbiano deciso di premiare, anche in vacanza, le iniziative con maggiore rispetto dell’ambiente. Sono [...]

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

luglio 17, 2017

Agenzia del Demanio: il 24 luglio apre il bando per la concessione gratuita di 46 immobili pubblici

L’Agenzia del Demanio e il Touring Club Italiano hanno presentato i risultati della consult@zione pubblica online del progetto “Cammini e Percorsi”, iniziativa a rete promossa da MiBACT e MIT che, nell’ambito del Piano Strategico del Turismo 2017–2022, punta alla riqualificazione e riuso di immobili pubblici situati lungo percorsi ciclopedonali e itinerari storico-religiosi. Il report esamina i [...]

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

luglio 17, 2017

ING Italia: la green economy in Italia è più avanzata di quanto percepito

“Lights on sustainability” è il nome dell’evento organizzato venerdì 14 luglio, a Roma, dal gruppo bancario ING Italia per celebrare i suoi dieci anni di impegno nel settore delle energie rinnovabili e per tracciare uno scenario dei principali trend della green economy e della sostenibilità, a livello globale e con un focus sull’Italia. La divisione wholesale [...]

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

luglio 14, 2017

Carovana delle Alpi: le bandiere verdi di Legambiente e i “Pirati della montagna”

La sfida della sostenibilità ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici passa anche per le Alpi. Patrimonio di inestimabile valore per i paesaggi e luoghi unici, oggi l’arco alpino italiano è anche la culla di tante esperienze virtuose, moderne e rispettose dell’ambiente, in grado di dar impulso ad una nuova economia e incentivare un turismo [...]

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

luglio 13, 2017

Ford e Deutsche Post mandano in produzione il furgonato elettrico per le consegne a media distanza

Ford e Deutsche Post DHL Group nel mese di giugno 2017 hanno siglato un accordo con StreetScooter per la produzione di un nuovo veicolo con alimentazione elettrica da dedicare ai servizi di consegna. I partner sono ora all’opera per la realizzazione di un veicolo furgonato di grandi dimensioni da utilizzare per le consegne quotidiane. Deutsche Post [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende