Home » Comunicati Stampa »Progetti » Qualità dell’aria: un progetto europeo per monitorarla ad alta quota con aerei civili:

Qualità dell’aria: un progetto europeo per monitorarla ad alta quota con aerei civili

giugno 28, 2013 Comunicati Stampa, Progetti

Da qualche giorno, un Air France A340, equipaggiato ad hoc grazie al progetto europeo IAGOS-ERI, rileva dati relativi alla qualità dell’aria. Il velivolo fa parte di una serie di aerei commerciali usati per raccogliere dati che aiutano gli scienziati a misurare i gas a effetto serra, gli aerosol e le particelle nelle nuvole. Questo permette di raccogliere informazioni basate sull’osservazione su una scala e con numeri impossibili da ottenere usando solo gli aeroplani destinati alla ricerca.

Il progetto IAGOS-ERI (“In-service Aircraft for a Global Observing System – European Research Infrastructure“) ha sviluppato strumenti ad alta tecnologia per regolari misurazioni sul posto di dati atmosferici. Questo contributo è fondamentale per la ricerca sul clima, il monitoraggio delle emissioni, le previsioni del tempo e quelle sulla qualità dell’aria.

Il progetto, finanziato dall’UE con oltre 3 milioni di euro, si basa su 20 anni di esperienza scientifica e tecnologica ottenuta grazie a precedenti progetti di ricerca supportati dall’UE: MOZAIC (“Measurement of Ozone and Water Vapour on Airbus in-service Aircraft“) e CARIBIC (“Civil Aircraft for the Regular Investigation of the Atmosphere Based on an Instrument Container“). Questo ha permesso al progetto di inserirsi in una crescente comunità di enti di ricerca e compagnie aeree, all’interno di un consorzio internazionale formato da 15 partner. La sperimentazione ha già installato i dispositivi di controllo su due aerei di Lufthansa e China Airlines e entro fine anno estenderanno l’adozione dei dispositivi su mezzi Air France, Cathay Pacific e Iberia Airlines, fino ad equipaggiare una ventina di aeroplani di compagnie europee di linea per aumentare ulteriormente la precisione dei dati registrati.

Andreas Volz-Thomas dell’Istituto per la ricerca sull’energia e sul clima del Forschungszentrum Jülich, in Germania, che guida il gruppo di ricerca, spiega: “Siamo appena ritornati da Malta, dove abbiamo testato il funzionamento sicuro di nuovi strumenti su un aereo Lufthansa. Ogni sei mesi l’attrezzatura viene sostituita sull’aereo per effettuare la manutenzione e per la garanzia di qualità. I dati su ozono e monossido di carbonio vengono analizzati in Francia, quelli su ossidi di nitrogeno, vapore acqueo e aerosol in Germania, mentre le misurazioni delle particelle nelle nuvole avvengono nel Regno Unito. Si tratta di un processo piuttosto complesso. Ma così facendo, siamo in grado di mantenere un database completo per la ricerca su clima e qualità dell’aria”.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

dicembre 11, 2018

“Heritage & Sustainability”: a Ferrara tre giorni sulla riqualificazione del patrimonio architettonico

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano dall’11 al 13 dicembre 2018 “Heritage & Sustainability“, un workshop internazionale incentrato sugli strumenti energetico-ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente. L’evento, in collaborazione con la fiera RemTech Expo, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici storici della città di Ferrara, il Castello Estense e il Palazzo Ducale. [...]

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

dicembre 7, 2018

Bando “Distruzione”. La Fondazione CRC aiuta a demolire le brutture

Dopo la positiva esperienza del 2017, anche nel 2018, la Fondazione CRC (Cassa di Risparmio di Cuneo) prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il “Bando Distruzione“, con il duplice obiettivo di distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e [...]

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

dicembre 6, 2018

I muretti a secco Patrimonio UNESCO. Italia Nostra: “Una rivincita della pietra sul cemento. Tramandiamo questa tecnica”

I “muretti a secco” sono  stati inseriti, nei giorni scorsi, nel Patrimonio immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, confermando le motivazioni dei Paesi europei che congiuntamente ne avevano presentato la candidatura - Italia, Croazia, Cipro, Francia, Grecia, Slovenia, Spagna e Svizzera – facendo leva sulla “relazione armoniosa tra l’uomo e la natura”. L’arte dei muretti a secco, come si [...]

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

dicembre 3, 2018

Ecoforum Piemonte: Legambiente fotografa gli sviluppi dell’economia circolare 4.0

Dopo il successo della prima edizione torna mercoledì 5 dicembre 2018, all’Environment Park di Torino, l’EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte, un momento di confronto e dibattito sulla gestione virtuosa dei rifiuti con i principali operatori locali del settore (aziende, pubblica amministrazione, consorzi), per concentrarsi sulle criticità del ciclo dei rifiuti e sulle soluzioni per minimizzare lo smaltimento [...]

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

novembre 30, 2018

MOTUS-E bacchetta il Governo sulla Finanziaria: “non contiene misure per la mobilità elettrica”

MOTUS-E, l’associazione costituita da operatori industriali, mondo accademico e associazionismo ambientale e consumeristico con l’obiettivo di accelerare lo sviluppo della mobilità elettrica in Italia attraverso il dialogo con le Istituzioni, il coinvolgimento del pubblico e programmi di formazione e informazione, ha rilasciato un comunicato stampa in cui rileva che la manovra finanziaria arrivata in Parlamento [...]

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

novembre 30, 2018

Origine del cibo: Coldiretti chiede all’UE l’etichettatura obbligatoria e lancia la petizione

Ieri a Bruxelles è stata ufficialmente lanciata l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) EAToriginal, la campagna di Coldiretti e altre associazioni europee per chiedere alla Commissione Europea di introdurre un’etichettatura obbligatoria sull’origine del cibo. La contraffazione e l’adulterazione di prodotti alimentari rappresentano infatti un grave rischio per la salute dei consumatori, soprattutto quando vengono utilizzati ingredienti di bassa [...]

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

novembre 28, 2018

Dissalatori, soluzione alla carenza d’acqua? Ma serve una normativa sugli scarichi

Con la siccità che, ogni anno, coinvolge anche il nostro Paese, a causa dei cambiamenti climatici, il mare potrebbe diventare la principale risorsa idrica disponibile. La dissalazione dell’acqua marina può dunque rappresentare una valida soluzione alla crisi idrica che quasi sicuramente ci troveremo ad affrontare. Serve però una normativa specifica sul funzionamento degli impianti e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende