Home » Comunicati Stampa »Eventi » Quattro giorni, due ruote. Un viaggio lungo il Canale Cavour per unire la Mole al Duomo:

Quattro giorni, due ruote. Un viaggio lungo il Canale Cavour per unire la Mole al Duomo

giugno 16, 2015 Comunicati Stampa, Eventi

La seconda edizione di Explorando, l’evento di esplorazione in bicicletta lungo le acque e le terre del riso, partendo da Torino attraversando il fiume Ticino e giungendo a Milano, è stata un grande successo. La missione a due ruote dei giorni scorsi, inserita nel programma Party in Bici promosso dall’amministrazione del Piemonte, è stata presentata ieri, sotto forma di report di viaggio, all’Assessore regionale Francesco Balocco, per promuovere la realizzazione del progetto della ciclovia del Canale Cavour.

Dal 30 maggio al 2 giugno il territorio compreso fra Torino e Milano, fra il Po il Ticino e le risaie è stato protagonista dell’evento “4 giorni, due ruote, un viaggio”, organizzato dal Parco del Po e della Collina Torinesi, Parco del Ticino e del Lago Maggiore, e dai Consorzi Irrigui Est Sesia e Ovest Sesia, con l’assistenza tecnica di FIAB – con la quale è stato siglato un accordo di cooperazione per promuovere progetti ed eventi nel settore della mobilità sostenibile.

L’iniziativa, come l’anno scorso, ha proposto la sperimentazione di un itinerario di quattro giorni in bicicletta, da parte di un gruppo di cicloamatori, per sensibilizzare il pubblico e le amministrazioni locali sull’importanza di realizzare una via ciclabile lungo il Canale Cavour che unisca i parchi e le aree metropolitane di Torino e Milano, passando per le alzaie di canali irrigui che percorrono la pianura fra Piemonte e Lombardia, tra Po e Ticino, in particolare lungo lo straordinario tracciato di oltre 80 km del Canale Cavour fatto costruire a metà Ottocento da Camillo Benso Conte di Cavour, normalmente quasi tutto chiuso alla fruizione pubblica. Un progetto che integra e arricchisce il programma di ciclabilità della Pianura Padana promosso già dall’Autorità di Bacino del Fiume Po nel Progetto strategico Valle del Po anni or sono e recentemente ripreso dal progetto VENTO.

I ciclisti sono partiti il 30 maggio da Piazza CLN a Torino e sono arrivati il 2 giugno in piazza Castello EXPO Gate a Milano. Il percorso si è articolato in quattro tappe (Torino-Castel’Apertole; Castel’Apertole – Vercelli, Vercelli – Novara e Novara – Milano) e ha celebrato la nascita della politica regionale dei parchi, che avvenne in Piemonte con la legge n. 43 promulgata il 4 giugno del 1975, mentre la Regione Lombardia aveva già dato linee guida con la legge n. 58 nel 1973. Intanto le attività dei parchi proseguono e soprattutto si alleano, come hanno fatto i Parchi del Po e collina torinese e del Ticino e Lago Maggiore che dal 2012 stanno lavorando insieme per trasformare il progetto del Canale Cavour in bicicletta, nato nel 2006.

“Con questa iniziativa prosegue la nostra attività per far conoscere, scoprire e valorizzare il nostro territorio, ancor di più nell’anno di EXPO – ha sottolineato il Commissario Straordinario del Parco del Ticino e Lago Maggiore Marco Mario Avanza – L’adesione è stata numerosa e questo ci fa comprendere di quanto valore paesaggistico, naturalistico e architettonico sia dotato il nostro territorio e che la costanza e la metodologia di promozione  adottati vanno nella direzione giusta”. ”Dotare le aree protette di linee di percorribilità e accessibilità dei loro territori e dei paesaggi che le circondando è una componente importante delle politiche di conservazione della natura - ha aggiunto il Commissario Straordinario del Parco del Po e Collina Torinese Fabrizio Oddone“, mentre il direttore del Parco Ippolito Ostellino, ritiene che “la connessione con le azioni di valorizzazione del territorio è condizione di base per far crescere la consapevolezza dei valori ambientali che i parchi custodiscono e quindi l’attenzione e l’impegno di tutti, cittadini e istituzioni, per la loro salvaguardia. Il nostro ente è orgoglioso di aver lanciato nel 2006, con il contributo del Politecnico di Torino, il progetto di dotare il Canale Cavour non solo di una importante funzione irrigua, ma anche di una infrastruttura fruitiva che mette in collegamento le due aree metropolitane più importati del paesaggio padano, che confidiamo ora possa tradursi in realtà grazie al sostegno sia dell’Assessorato ai Trasporti che di quello alla Cultura e Turismo che ha già espresso forte interesse per voce dell’Assessore Antonella Parigi“.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

giugno 26, 2020

Circularity, il motore di ricerca per far incontrare domanda e offerta di rifiuti

Circularity, start up innovativa fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare il mondo dei rifiuti in Italia, ha lanciato il primo motore di ricerca per raccogliere informazioni e concludere transazioni che consentano alle imprese industriali di attivare processi di economia circolare e gestire i rifiuti come una risorsa e non soltanto come un costo e [...]

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

giugno 4, 2020

Condizionamento dell’aria e “povertà energetica”. Dati preoccupanti dallo studio di Ca’ Foscari

L’uso del condizionatore gonfia notevolmente le bollette elettriche delle famiglie, con importanti conseguenze sulla loro “povertà energetica”. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca dell’Università Ca’ Foscari Venezia e del Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), appena pubblicato sulla rivista scientifica Economic Modeling. Studi precedenti realizzati negli Stati Uniti stimano un incremento [...]

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

giugno 4, 2020

CONAI e Università della Basilicata: un’opportunità per 80 giovani laureati

E’ in fase di partenza l’edizione 2020 del progetto Green Jobs, nato per promuovere la crescita di competenze e sensibilità nel settore dell’economia circolare attraverso attività formative sul territorio: CONAI e l’Università degli Studi della Basilicata daranno, anche quest’anno, la possibilità a ottanta laureati della Regione di partecipare gratuitamente a un iter didattico per facilitare [...]

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

maggio 27, 2020

Non dimentichiamo l’usato: vale 24 miliardi di euro l’anno

Quanto la second hand economy sia ormai rilevante nell’economia nazionale italiana lo conferma la sesta edizione dell’Osservatorio Second Hand Economy condotto da BVA Doxa per Subito, piattaforma leader in Italia per la compravendita di oggetti usati, con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che ha evidenziato come il valore generato da questa forma di “economia [...]

Möves: a Milano al lavoro in eBike

maggio 20, 2020

Möves: a Milano al lavoro in eBike

Anche a Milano finisce il lockdown e nasce Möves (dal gergo dialettale milanese: “muoviamoci“), un progetto dedicato alle aziende del capoluogo lombardo che vogliono agevolare la mobilità in sicurezza dei propri dipendenti. In base ai dati emersi da un censimento, il numero di residenti milanesi che si sposta quotidianamente per recarsi al luogo di lavoro [...]

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

maggio 15, 2020

Superbonus 110%, Gabetti: “previsti 7 miliardi di investimenti per l’efficienza energetica”

Tra i provvedimenti varati dal Governo il nuovo “Decreto Rilancio” prevede l’innalzamento delle detrazioni dell’Ecobonus e del Sismabonus al 110% a partire dal 1° luglio 2020, aprendo importanti opportunità di rilancio per il settore immobiliare nel dopo emergenza Covid. “Grazie al ‘Decreto Rilancio’ e al Superbonus al 110% sarà possibile intervenire sulle nostre città con [...]

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

aprile 29, 2020

Studio Selectra: il 78% delle offerte di energia elettrica sul mercato è “green”

Le offerte “verdi” dell’energia elettrica (quelle cioè provenienti da fonti rinnovabili) non possono più essere considerate “alternative”, perché ormai rappresentano la maggior parte di tutte le tariffe disponibili sul mercato. Per il gas, invece, c’è ancora tanta strada da fare. Sono, in sintesi, i risultati dell’analisi che Selectra – azienda che mette a confronto le tariffe [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende