Home » Comunicati Stampa »Nazionali »Normative »Politiche » Raccolta RAEE verso la svolta con il decreto “1 contro 0″. Soddisfazione di Ecolamp:

Raccolta RAEE verso la svolta con il decreto “1 contro 0″. Soddisfazione di Ecolamp

Il 22 luglio è entrato in vigore il nuovo Decreto 121 (DM 121/2016), il cosiddetto “uno contro zero”, che disciplina le modalità semplificate per il ritiro gratuito, da parte dei distributori, dei RAEE, i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche di piccolissime dimensioni (massimo 25 cm. di lunghezza) provenienti dai nuclei domestici.

L’obiettivo del decreto, attraverso la definizione delle regole del ritiro “uno contro zero” contenute, è quello di favorire e incrementare il conferimento di questa tipologia di rifiuto da parte degli “utilizzatori finali”, ovvero i cittadini-consumatori, che avranno vita molto più semplice rispetto alle regole precedenti e non saranno più obbligati ad acquistare un apparecchio nuovo (modello “1 contro 1″).

Per agevolare la raccolta differenziata dei RAEE è infatti fondamentale offrire un contributo concreto al cittadino, sia in termini di informazione sul corretto smaltimento che di accessibilità di spazi di prossimità adeguati. A seguito del Decreto 49/2014, nel corso del 2015, erano già stati sottoscritti importanti accordi di programma tra le parti (Rappresentanti dei Sistemi Collettivi dei RAEE, dei Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, delle Aziende di Raccolta, dei Comuni, della Distribuzione) per incentivare un migliore funzionamento della filiera del riciclo ed evitare il più possibile che questi rifiuti vengano mal gestiti da canali non adeguati (se non illeciti), ma questi interventi non consentiranno, da soli, di raggiungere gli obiettivi nazionali di raccolta differenziata. Nel 2016 sono poi entrati in vigore i nuovi obiettivi di raccolta differenziata dei RAEE – pari al 45% del peso medio di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE) immesse sul mercato nei 3 anni precedenti – e nel 2015 l’Italia ha raggiunto il 30%, con una raccolta in costante crescita. Ma tutto questo ancora non basta.

Dalle lampadine ai rasoi elettrici, dai telefonini ai giochi elettronici di ogni tipo:  qualsiasi apparecchio elettrico di piccole dimensioni potrà ora essere smaltito presso i punti vendita di fiducia vicino a casa, che abbiano una superficie dedicata agli AEE di almeno 400 mq. (grandi negozi specializzati, ipermercati ecc.). Ma anche i negozi più piccoli, seppure non obbligati per legge, potranno offrire un servizio di ritiro gratuito analogo, contribuendo così ad un’opportunità che potrebbe realmente cambiare in meglio le abitudini degli italiani.

Il decreto introduce inoltre una semplificazione burocratica non banale e apprezzabile tanto dal consumatore quanto dal negoziante: per questo tipo di raccolta non sarà infatti più necessario richiedere e registrare i dati di chi conferisce il rifiuto; rendendo la procedura più facile e rapida per tutti.

Ecolamp, il Consorzio per il Recupero e lo Smaltimento di Apparecchiature di Illuminazione, ha accolto con grande favore l’uscita del nuovo decreto e auspica che la raccolta differenziata di telefonini e lampadine usate diventi un’abitudine al pari della separazione di carta, plastica e vetro per gli Italiani. La tanto acclamata economia circolare si realizza infatti, prima di tutto, in casa propria e non soltanto grazie alle norme nazionali ed europee. Ma è anche comprensibile, d’altro canto, che il cittadino si aspetti di non dovere percorrere chilometri per buttare uno spazzolino elettrico. Anche perché spesso si corre il rischio che la decisione di non disfarsi irresponsabilmente di un piccolo rifiuto elettrico insieme ai rifiuti indifferenziati – ma di tenerlo da parte, in attesa di passare da un centro di raccolta – si trasformi nella segregazione di quell’oggetto in un cassetto o un ripostiglio, impedendogli di rientrare correttamente nel circolo delle risorse utili e facendolo diventare un “rifiuto inutile”.

La distribuzione, grazie all’applicazione concreta dei sistemi di raccolta uno contro uno e uno contro zero, e insieme al contributo di tutti i soggetti della filiera del riciclo, potrà dunque dare nuovo impulso affinché i cosiddetti giacimenti urbani di piccoli rifiuti elettrici, conservati nelle case dei consumatori, alimentino concretamente il circolo virtuoso dell’economia circolare. A questo scopo Ecolamp riproporrà, anche quest’anno, in collaborazione con FME, la Federazione italiana dei grossisti di Materiale Elettrico,  l’iniziativa “Rifiuto senza Pensiero“, avviata con successo nel 2015, per offrire un ulteriore contributo all’obiettivo di raccolta, con contenitori dedicati e ben visibili, in alcuni punti vendita selezionati, dove potranno essere conferiti i piccoli RAEE, senza alcun vincolo d’acquisto di nuovi prodotti.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

novembre 20, 2017

Da Altromercato arriva la “Ri-capsula” per caffè, riutilizzabile 250 volte

Altromercato, la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia, lancia Ri-capsula, una capsula per caffè riutilizzabile, grazie ad una tecnologia innovativa, proposta in esclusiva da Altromercato sul mercato italiano, che accoppia alluminio e tappo in silicone alimentare. Ricaricabile fino a 250 volte e personalizzabile con il macinato Altromercato che si desidera, Ri-Capsula è compatibile con le macchine per [...]

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

novembre 17, 2017

1° EcoForum Legambiente: l’economia circolare dei rifiuti arriva in Piemonte

Dalla naturale evoluzione del Forum Nazionale Rifiuti – promosso a livello italiano da Legambiente Onlus, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club – che negli ultimi tre anni è stato l’evento di riferimento sulla gestione sostenibile dei rifiuti in Italia, nasce l’”EcoForum per l’Economia Circolare del Piemonte”. L’EcoForum piemontese si svilupperà, il 22 novembre 2017, in occasione della Settimana Europea per [...]

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

novembre 16, 2017

Restructura 2017: la 30° edizione tra passato e futuro del settore edile

Apre al pubblico nella mattinata di oggi, a Torino, la trentesima edizione di Restructura, uno dei punti di riferimento fieristici in Italia nel settore della riqualificazione, del recupero e della ristrutturazione in ambito edilizio. Un osservatorio privilegiato per professionisti e visitatori che dal 16 al 19 novembre 2017 all’Oval del Lingotto Fiere avranno l’opportunità di confrontarsi con i protagonisti del [...]

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

novembre 15, 2017

Simboli e costi del decommissioning nucleare: demolito il camino della centrale del Garigliano

La fine di una triste era dell’energia in Italia ha bisogno anche di simboli. Sogin ha completato nei giorni scorsi lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano (Caserta), una struttura tronco-conica in cemento armato alta 95 metri, con un diametro variabile dai 5 metri della base ai 2 metri della sommità. La struttura, [...]

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

novembre 15, 2017

GRETA, il progetto europeo per diffondere la geotermia nello spazio alpino

“Dobbiamo diffondere le tecnologie rinnovabili e a basse emissioni” ha ribadito Kai Zosseder della Technical University of Munich, leader del progetto GRETA (near-surface Geothermal REsources in the Territory of the Alpine space), aprendo la mid-term conference del 7 novembre scorso, a Salisburgo. “Ma per ora – ha aggiunto – il potenziale della geotermia a bassa [...]

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

novembre 13, 2017

DEMOSOFC: un impianto a idrogeno alimentato a biogas da fanghi di depurazione

Si chiama DEMOSOFC il progetto europeo che sta per dare il via all’impianto con celle a combustibile alimentate a biogas più grande d’Europa. Si tratta di un impianto di energia co-generata recuperando i fanghi prodotti dal processo di depurazione delle acque reflue di Torino, da cui, grazie alla digestione anaerobica e alle fuel cell, le [...]

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

novembre 10, 2017

E’possibile riciclare i rifiuti plastici delle spiagge? Dati incoraggianti dal primo studio di settore

Cotton fioc, frammenti, oggetti e imballaggi sanitari, tappi e cannucce sono i rifiuti più presenti sulle nostre spiagge. La causa è da attribuire principalmente ad abitudini errate da parte di consumatori e imprese. Quello che in molti però non sanno è che anche questo tipo di rifiuto potrebbe essere avviato a riciclo, con vantaggi sia [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende