Home » Comunicati Stampa »Green Economy »Progetti » Real estate: arrivano le linee guida per investimenti immobiliari sostenibili:

Real estate: arrivano le linee guida per investimenti immobiliari sostenibili

La sostenibilità è sempre più centrale anche nei processi di pianificazione e sviluppo del mercato immobiliare; il grande rinnovamento imposto dalla crisi degli ultimi anni ha accelerato un percorso di profondo ripensamento di approccio al business da parte degli operatori del settore, ponendo maggiore enfasi sulla qualità degli edifici e sulla soddisfazione della domanda: questa è la prima e principale considerazione emersa dall’incontro organizzato dal Forum per la Finanza Sostenibile e Fondazione Riccardo Catella “Una prospettiva sostenibile per l’investimento immobiliare in Italia”.

L’incontro è stato un’occasione di confronto e dialogo, voluto dai partecipanti al primo Tavolo di Lavoro in Italia sull’Investimento Immobiliare Sostenibile e Responsabile, realizzato con il sostegno di Hines Italia SGR e CBRE S.p.A., Studio Legale Clifford Chance, Gruppo FBH, Société Générale Securities Services. Il Tavolo, che rappresenta la prima fase di attuazione di un Protocollo di intesa pluriennale tra Forum per la Finanza Sostenibile e Fondazione Riccardo Catella, ha visto il coinvolgimento di tutti gli attori della filiera immobiliare con l’obiettivo di realizzare un manuale operativo contenente indicazioni concrete e casi studio per l’implementazione di strumenti e pratiche di investimento responsabili e sostenibili nel processo di investimento immobiliare.

Il tema della sostenibilità negli investimenti immobiliari si è diffuso grazie alla sensibilità sviluppata dai clienti finali, alla comparsa di casi studio d’eccellenza e allo sviluppo di un approccio metodologico strutturato: basti pensare che l’impatto ambientale provocato dagli immobili rappresenta il 38% delle emissioni inquinanti e il 40% dei consumi energetici a livello globale.

La gestione sostenibile e responsabile degli asset immobiliari (SRPI, Sustainable and Responsible Property Investment) è un approccio all’investimento immobiliare che riconosce il valore di considerazioni di tipo ambientale e sociale accanto ai più convenzionali obiettivi finanziari: un approccio che si spinge oltre il rispetto della disciplina legislativa, con l’obiettivo di migliorare la prestazione ambientale e sociale degli edifici attraverso strategie di rivitalizzazione urbana e conservazione delle risorse naturali.

I principi SRPI accompagnano il processo d’investimento immobiliare lungo tutte le sue fasi, che vanno dall’acquisto di edifici e lo sviluppo d’interventi con elevate caratteristiche ambientali e sociali (come i green buildings e gli interventi di housing sociale) alla ristrutturazione degli edifici volta a migliorarne la prestazione ambientale e/o sociale, dalla gestione degli edifici finalizzata a minimizzarne l’impatto ambientale lungo tutto il ciclo di vita e favorire il comfort degli occupanti alla demolizione degli edifici, ponendo enfasi su recupero e riciclo dei materiali, ecc.

Molti investitori si stanno già allineando alle nuove esigenze della domanda, verificando le politiche ESG (Environmental, Social, Governance) dei fondi per meglio comprendere le opportunità e i rischi associati agli investimenti e integrarle nelle loro valutazioni: il ruolo dei gestori è costruire strumenti d’investimento che soddisfino le esigenze di investitori e clienti finali, coinvolgendo attivamente costruttori e fornitori di servizi, per tenere conto degli aspetti legati alla qualità del prodotto finale durante ogni stadio del processo di sviluppo e in relazione ad ogni tipo d’interlocutore. Secondo l’esperienza maturata nell’ambito degli incontri del Tavolo di Lavoro, supportata da numerosi studi di settore, l’attenzione alla sostenibilità e responsabilità sociale nel processo d’investimento produce e continuerà a produrre effetti positivi anche sui risultati economici.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

settembre 29, 2016

Fotovoltaico: Italia Solare propone al GSE la “risoluzione anticipata degli incentivi”. Liquidità ai proprietari

L’Associazione Italia Solare di Monza vuole proporre al GSE un modello di risoluzione anticipata degli incentivi per impianti fino a 3 kWp, quindi residenziali, così che i proprietari degli impianti possano avere immediata liquidità. In Sicilia, ad esempio, ci sono oggi circa 11.000 impianti fotovoltaici incentivati con i vari “Conto Energia” (dal 1° al 5°) [...]

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

settembre 27, 2016

“Energy citizens”: secondo Greenpeace potrebbero produrre metà del fabbisogno energetico europeo

La metà della popolazione dell’Unione Europea, circa 264 milioni di persone, potrebbe produrre la propria elettricità autonomamente e da fonti rinnovabili entro il 2050, soddisfacendo così il 45% della domanda comunitaria di energia. È quanto dimostra il report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’istituto di ricerca ambientale CE Delft [...]

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

settembre 23, 2016

Tra fontane, cisterne e acquedotti: trekking alla scoperta della rete idrica di Bergamo

«Le malvagità degli uomini vivono nel bronzo, le loro virtù le scriviamo sulle acque», diceva William Shakespeare. Ed è sulle orme delle virtù che si snoda «Le Vie dell’Acqua», il progetto patrocinato dal Comune di Bergamo e sostenuto e finanziato da UniAcque che celebra così i suoi primi 10 anni di attività, per far riscoprire [...]

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

settembre 20, 2016

Wadis Mar: un progetto europeo per conservare l’acqua nei paesi aridi

La ricarica artificiale degli acquiferi come soluzione per conservare l’acqua nei paesi aridi e a rischio desertificazione, rendendola così disponibile per l’agricoltura e gli altri settori. E’questa la tecnica sviluppata grazie a Wadis-Mar (Water harvesting and Agricultural techniques in Dry lands: an Integrated and Sustainable model in MAghreb Regions), un progetto che negli ultimi quattro [...]

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

settembre 20, 2016

Al Liceo Keplero di Roma si fa lezione sul tetto (verde)

Al Liceo Scientifico Keplero di Roma il verde pensile ha trasformato il lastrico solare in un’aula di sperimentazione dove i ragazzi coltivano piante e ortaggi. Ma non solo: lezioni di microbiologia, sperimentazioni agronomiche ma anche approfondimenti pratici su idraulica e capacità termica dei tetti verdi. Il tutto, in quest’aula davvero speciale, un grande giardino pensile [...]

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

settembre 19, 2016

Carburanti alternativi: si apre la strada alla realizzazione delle infrastrutture

Il Consiglio dei Ministri ha approvato nei giorni scorsi, in esame preliminare, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2014/94/UE, del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2014, sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi. La finalità della direttiva è di ridurre la dipendenza dal petrolio e attenuare l’impatto ambientale nel settore [...]

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

settembre 16, 2016

Macfrut 2017: CCPB partner dei contenuti per l’area bio

MACFRUT 2016 si chiude con un accordo per la prossima edizione di maggio 2017: l’ente di certificazione CCPB sarà partner per i contenuti di MACFRUT Bio, area dedicata all’ortofrutta biologica.  “Il  biologico  cresce  enormemente”  commenta  Fabrizio  Piva amministratore  delegato CCPB “solo nei primi sei mesi del 2016 ci sono 12.000 nuove aziende bio, +20% rispetto al 2015. Perché [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende