Home » Comunicati Stampa »Progetti » ReStartAlp: in Val d’Ossola un campus per imprenditori di montagna:

ReStartAlp: in Val d’Ossola un campus per imprenditori di montagna

giugno 21, 2016 Comunicati Stampa, Progetti

Recuperare antiche coltivazioni alpine e allevare razze in via d’estinzione, come il Maiale lanuto; avviare piccole reti di teleriscaldamento a biomassa per comunità dell’arco alpino; dare nuova vita a luoghi abbandonati come un’ex stazione ferroviaria in disuso per farne il cuore di un’attività di bike sharing e cicloturismo; coltivare Stelle alpine per estrarne oli essenziali ad uso cosmetico, erboristico e alimentare.

Sono questi alcuni dei progetti dei 15 giovani che partecipano ReStartAlp, il primo incubatore temporaneo per facilitare la creazione di nuove imprese sulle Alpi, promosso da Fondazione Edoardo GarroneFondazione Cariploinaugurato ufficialmente ieri a Premia, nella provincia del Verbano Cusio Ossola.

9 ragazzi e 6 ragazze, di età compresa tra i 20 e i 34 anni (età media 29 anni), provenienti  principalmente dal Piemonte, ma anche da Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Veneto e Valle d’Aosta. Le loro idee sono state selezionate secondo criteri di sostenibilità economica e ambientale, con riguardo al livello di innovazione e per il potenziale contributo al rilancio del territorio alpino nel suo complesso.

Fino al 30 settembre 2016 (con una pausa dal 23 luglio al 28 agosto), saranno accompagnati nella concretizzazione dei propri progetti imprenditoriali da un team qualificato di docenti, esperti e professionisti, in un percorso formativo ricco e originale, che comprende momenti di didattica, laboratorio d’impresa, tirocinio ed esperienza sul campo.

Per agevolare l’avvio dei tre migliori progetti di impresa sviluppati dai partecipanti, al termine del Campus, la Fondazione Edoardo Garrone metterà inoltre a disposizione premi per un totale di 60.000 euro (e ulteriori incentivi sono previsti grazie al contributo dei partner).

Il Campus ha preso il via ieri con la Tavola Rotonda “ReStartAlp: fare impresa in montagna. Strategie per un’economia del territorio”. Attraverso gli interventi di autorità, istituzioni pubbliche e private, esperti del settore e giovani imprenditori, si sono approfonditi i temi legati alla creazione d’impresa e allo sviluppo economico e sociale delle aree montane, sempre più spesso considerate un vero potenziale strategico per il rilancio del Paese.

“ReStartAlp è la naturale evoluzione di quanto abbiamo realizzato in Appennino con ReStartApp, a partire dal 2014. Siamo consapevoli, insieme a Fondazione Cariplo e a tutti gli altri partner, che la vera opportunità riguardi l’intero ambiente naturale, economico e sociale delle montagne italiane. Ci sono risorse importanti ma, soprattutto, senza distinzione tra Appennino e Alpi, dovunque sono disseminate esperienze e progetti di grande interesse che devono essere incoraggiati, sostenuti e diffusi. Questo comporta impegno e sfide continue per tutti noi ma in particolare per i ragazzi che scelgono il binomio “impresa-montagna”. Abbiamo finora formato e accompagnato in tutto 45 giovani aspiranti imprenditori e ci siamo resi conto che i grandi ostacoli che incontrano riguardano prevalentemente dinamiche che si realizzano sui territori. Dalla burocrazia alla difficoltà di intercettare finanziamenti e contributi, oltre ad alcune peculiarità amministrative delle zone rurali e montane – spiega Alessandro Garrone, Presidente della Fondazione Edoardo Garrone. – Eppure la montagna è una risorsa straordinaria per il nostro Paese. Abbiamo bisogno di una continua attenzione in termini di interventi legislativi e incentivi ad hoc: il movimento c’è, è concreto, diffuso e crescente. Servono strategie di rete con competenze e responsabilità complementari perché i nostri giovani possano lavorare efficacemente a favore delle nostre montagne”.

“Attraverso il progetto Green jobs, di cui ReStartAlp è uno dei cardini, la Fondazione Cariplo è impegnata a promuovere il lavoro verde tra i giovani. Si tratta di una risposta concreta in termini di occupazione e di ripercussioni sulla sostenibilità ambientale del tessuto produttivo, sia in settori e luoghi innovativi che in ambiti e luoghi più tradizionali, come ad esempio l’imprenditoria neorurale – commenta Sergio Urbani, Direttore Generale Fondazione Cariplo – Le opportunità date dall’agricoltura e dalle altre filiere della montagna, quali occasioni di realizzazione professionale e di vita, specie per i giovani, sono valorizzate in diversi strumenti della Fondazione, tra cui il nuovo programma intersettoriale ATTIV·AREE. Il programma è mirato a riattivare e aumentare l’attrattività delle aree interne per gli abitanti, i nuovi residenti e i potenziali investitori, riducendone l’isolamento e favorendo buone pratiche di ritorno. In particolare, intende promuovere lo sviluppo locale sostenibile, valorizzando le risorse ambientali, economiche, sociali e culturali del territorio, nonché legami di collaborazione, solidarietà e appartenenza. Infine, proprio nel Verbano Cusio Ossola il nostro progetto Agriseed ha attivato, in collaborazione con le amministrazioni locali, un processo per cui terreni privati abbandonati sono resi disponibili per giovani del luogo che vogliano coltivarli realizzando una propria impresa. Si tratta di una sfida impegnativa e ambiziosa, ma siamo convinti che il futuro sostenibile del nostro Paese debba passare anche dal rilancio delle aree montane”.

ReStartAlp è organizzato da Fondazione Edoardo Garrone e da Fondazione Cariplo e vede la collaborazione di una rete di partner accomunati dall’impegno per il territorio montano e la valorizzazione delle eccellenze italiane: Fondazione Symbola, Università della Montagna, Associazione Italiana Alberghi Diffusi, Fondazione CIMA, UNCEM, Federbim e Federforeste. Il progetto è inoltre patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero dello Sviluppo Economico, dalla Convenzione delle Alpi, dalla Regione Piemonte e dal Comune di Premia (VCO).

 

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

febbraio 16, 2018

Mais OGM? No, grazie. La risposta di Greenpeace allo studio dell’Università di Pisa

Commentando lo studio scientifico sul mais OGM reso noto ieri dalle Università di Pisa e Scuola Superiore Sant’Anna, l’associazione ambientalista Greenpeace sottolinea come le colture OGM, considerate “una panacea per la produzione di cibo”, costituiscano in realtà un freno per l’innovazione ecologica in agricoltura. Sottopongono l’agricoltura al controllo e ai brevetti di poche aziende agrochimiche e [...]

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

febbraio 15, 2018

In diretta Facebook da un’auto elettrica: Margot Robbie online grazie alla batteria di una Nissan Leaf

Margot Robbie, attrice e produttrice australiana, di recente candidata al Premio Oscar 2018 come “Miglior attrice protagonista” per la sua interpretazione di Tonya Harding nel film “I, Tonya” (2017) è stata protagonista, in qualità di ambasciatrice dei veicoli elettrici Nissan, della sua prima diretta streaming su Facebook. Una diretta molto speciale perché alimentata per la prima [...]

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

febbraio 9, 2018

“Sulle tracce dei ghiacciai”: stessa prospettiva ma cent’anni dopo. I cambiamenti climatici in due foto gemelle

ll clima continua a cambiare e i ghiacciai proseguono nel loro inesorabile arretramento. Per aumentare la consapevolezza pubblica su questo devastante fenomeno il fotografo ambientalista Fabiano Ventura ha avviato, a partire dal 2009, un progetto internazionale fotografico-scientifico decennale, articolato su sei spedizioni, che documenta gli effetti dei cambiamenti climatici sulle più importanti catene montuose della Terra [...]

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

febbraio 5, 2018

Guida ecologica: il Ministero dell’Ambiente propone una certificazione per le autoscuole

Una certificazione per la guida ecologica. È quanto annunciato sabato 3 febbraio dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, per ridurre le emissioni di inquinanti nell’aria attraverso un nuovo approccio alla guida delle auto. Lo smog è infatti una vera e propria “spada di Damocle” che pende sulle grandi città italiane, in particolare del Nord Italia, [...]

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

febbraio 5, 2018

Giornata Nazionale contro lo Spreco Alimentare: ogni famiglia butta via 85 kg. di cibo all’anno

Il 2018 sarà l’anno zero per le rilevazioni sullo spreco del cibo in Italia: perché per la prima volta arrivano i dati reali sullo spreco alimentare nelle nostre case, integrati da rilevazioni nella grande distribuzione e nelle mense scolastiche. Gli innovativi monitoraggi, su campione statistico di 400 famiglie di tutta Italia e su campioni significativi [...]

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

febbraio 1, 2018

Ricerca Schneider Electric: le grandi aziende fanno progressi sulla sostenibilità ma non sono ancora “smart”

Una nuova ricerca resa nota da Schneider Electric, leader mondiale dell’automazione e trasformazione digitale dell’energia, rivela che benché la gran parte delle grandi aziende si sentano pronte per affrontare un futuro decentralizzato, decarbonizzato e digitalizzato, molte, in realtà, non stanno ancora prendendo le necessarie misure per integrare e fare evolvere i loro programmi energetici e [...]

Greenpeace: “è criminale non agire contro lo smog”. Azione dimostrativa a Bruxelles

gennaio 30, 2018

Greenpeace: “è criminale non agire contro lo smog”. Azione dimostrativa a Bruxelles

Attivisti di Greenpeace sono entrati in azione stamattina a Bruxelles, scoprendo il loro petto e mostrando un lavoro di body art che ritrae i loro polmoni, per chiedere aria pulita e provvedimenti contro lo smog ai Paesi convocati d’urgenza oggi dal Commissario europeo per l’ambiente Karmenu Vella. Nel 2017 la Commissione europea aveva già messo [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende