Home » Comunicati Stampa » Rinnovato il diploma europeo per il Gran Paradiso e il Parc National De La Vanoise:

Rinnovato il diploma europeo per il Gran Paradiso e il Parc National De La Vanoise

luglio 22, 2011 Comunicati Stampa

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa ha rinnovato negli scorsi giorni il Diploma Europeo delle aree protette al Parco Nazionale Gran Paradiso e al Parc National de la Vanoise.

Il Diploma Europeo delle aree protette è il prestigioso riconoscimento istituito nel 1965 dal Consiglio d’Europa che è stato attribuito nel 2006 al Parco del Gran Paradiso e nel 1976 a quello della Vanoise. Un atto che ha posto il primo parco nazionale italiano e il parco transalpino direttamente sotto l’alto patronato dell’istituzione europea in virtù delle notevoli qualità scientifiche, culturali, di biodiversità e sviluppo sostenibile presenti nelle due aree protette.

I due parchi, in collaborazione con UISP Piemonte, festeggeranno la conferma del riconoscimento il 23 e 24 luglio con un programma di incontri al centro visitatori del Parco a Ceresole Reale e con la lettura della “Carta di buon vicinato” in italiano e francese al colle del Nivolet nella mattinata di domenica, seguita dal Coro degli Alpini del Monte Cervino e da uno spettacolo di aquiloni acrobatici tra i laghetti.

Per la prima volta il rinnovo è stato concesso congiuntamente dopo la richiesta dei due parchi di considerare univocamente il Diploma, nell’ottica di consolidare ancora di più la cooperazione, già in atto tra le due aree transfrontaliere, nel campo della biodiversità e della conservazione del paesaggio. I due parchi sono infatti “uniti” da un confine comune lungo una decina di chilometri  lungo la dorsale  alpina, ma anche da legami storici, naturali ed umani che ne hanno favorito il gemellaggio fin dal 1972. Nella stessa ottica la “carta di buon vicinato” firmata nel 1999 ha concordato l’avvicinamento degli organismi di gestione dei parchi attraverso una reciproca partecipazione, iniziative comuni e promozione di un turismo naturalistico di qualità. Nel campo della ricerca scientifica sono attivi monitoraggi sull’andamento della popolazione di stambecco con censimenti coordinati e scambio di personale tra i due parchi.

Caratteristica del Diploma Europeo è appunto il rinnovo, previsto dopo i primi cinque anni e a seguire ogni dieci, in base al raggiungimento delle indicazioni e raccomandazioni poste dal Consiglio d’Europa per mantenere un elevato livello di protezione e promuovere modelli di gestione sostenibile. La scorsa estate un esperto ha visitato le sedi ed i territori dei Parchi verificando lo stato di conservazione, il patrimonio culturale e il contesto socio-economico, l’interesse scientifico e di educazione ambientale delle aree protette e la gestione delle stesse. La valutazione effettuata direttamente sul territorio e l’invio di resoconti annuali da parte degli enti di gestione dei due parchi garantiscono un continuo miglioramento delle prospettive di conservazione della biodiversità.

Il presidente del Parco del Gran Paradiso Italo Cerise commenta:“Nel corso di questi cinque anni abbiamo lavorato con volontà ed impegno in collaborazione con il Parco Nazionale della Vanoise per raggiungere gli obiettivi richiesti dal Consiglio d’Europa. Il rinnovo del Diploma Europeo ha confermato la serietà e la responsabilità nelle scelte effettuate dall’Ente Parco e dalle istituzioni locali nello sviluppo sostenibile dell’area protetta e rappresenta un primo passo per porre le premesse dell’istituzione di un’unica area protetta transfrontaliera”.

Il Presidente del Consiglio d’amministrazione del Parco Nazionale della Vanoise, Alain Marnézy ha dichiarato: “L’attribuzione del prestigioso Diploma europeo delle aree protette al Parco nazionale della Vanoise, per la prima volta insieme con il Parco Nazionale Gran Paradiso, è un riconoscimento sia per le politiche di tutela condotte dai nostri due parchi per la protezione dei patrimoni che ci sono affidati, sia per la partnership transfrontaliera attiva da lunga data. Mi rallegro di questo riconoscimento e assicureremo con fierezza e responsabilità il proseguimento delle nostre azioni comuni nei prossimi dieci anni”.

 

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

maggio 28, 2017

“Valorizziamo l’esistente”. A Mombello di Torino torna la Biennale dello Sviluppo Durevole

La Biennale dello Sviluppo Durevole della riserva MAB UNESCO CollinaPo, organizzata dall’Associazione Culturale di Promozione Sociale CioChevale, torna a Mombello di Torino domenica 28 maggio 2017 con il patrocinio del Comune. Una Biennale (alla sua seconda edizione) sulle buone pratiche per lo sviluppo durevole del territorio con tante realtà locali, ma non solo, che si incontreranno in [...]

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende