Home » Comunicati Stampa »Progetti » “Risparmiamo il Pianeta”: educazione ambientale contro lo spreco:

“Risparmiamo il Pianeta”: educazione ambientale contro lo spreco

dicembre 2, 2014 Comunicati Stampa, Progetti

La Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio e la Fondazione Barilla Center For Food and Nutrition (BCFN), presentano, in occasione del 6° Forum on Food and Nutrition organizato dal BCFN (3-4 dicembre, Università Bocconi, Milano), il progetto educativo “Risparmiamo il Pianeta”, dedicato alle classi del primo e del secondo ciclo.

Pensato e realizzato dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria nell’ambito del protocollo di collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, “Risparmiamo il pianeta” ha ottenuto il riconoscimento del Comitato Scuola Expo quale strumento di impulso e supporto alla progettualità per le scuole che vogliano lavorare sui temi dell’Esposizione universale. Il percorso propone contenuti di approfondimento sull’economia sostenibile con una modalità didattica innovativa e divertente che coinvolge gli studenti nella produzione di ricerche multimediali da condividere online.

Il programma, che si colloca nel più vasto ambito dei percorsi di educazione alla cittadinanza economica promossi dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio nelle scuole italiane, approfondisce alcuni contenuti delle categorie tematiche di EXPO 2015, in particolare: sviluppo sostenibile; cibo e sostenibilità; imprese e sostenibilità; cibo ed economia dei Paesi; filiera produttiva; micro credito e finanza etica, in quattro moduli da svolgere in classe, comprensivi di contenuti divulgativi e attività pratiche.

“Risparmiamo il Pianeta” è fruibile, previa iscrizione gratuita da parte dei docenti, sulla piattaforma online www.risparmiamoilpianeta.it, dove è disponibile tutto il materiale didattico. Il percorso educativo prevede il coinvolgimento diretto dei ragazzi, attraverso la creazione di ricerche multimediali da realizzare online direttamente sulla piattaforma. Gli studenti dovranno: sintetizzare l’argomento in 140 caratterirealizzare video e immagini fotografiche originali, elaborare un approfondimento in 300 parole e comporre una canzone che rappresenti il lavoro svolto in classe. I ragazzi dovranno poi pubblicare almeno 3 informazioni curiose o segrete che hanno scoperto sull’argomento e farsi aiutare dai propri insegnanti a scrivere una bibliografia per riportare tutte le fonti utilizzate per lo sviluppo della ricerca.

Nella sua fase finale prevede la partecipazione ad un concorso diversificato per i tre gradi scolastici: alle scuole primarie verrà proposto di realizzare salvadanai utilizzando materiali di riciclo, alle scuole secondarie di primo grado di lavorare alla stesura di racconti e a quelle di secondo grado di sviluppare un’idea imprenditoriale ispirata alla green economy o a progetti di ottimizzazione nella produzione e uso del cibo.

Il primo appuntamento riservato alle scuole superiori è previsto per il 3 dicembre 2014 dalle 14 alle 15,30, presso l’Università Bocconi di Milano, nel corso del 6° Forum on Food and Nutrition. Le scuole potranno partecipare a tre laboratori didattici incentrati sulle tre grandi sfide per rendere il sistema alimentare globale realmente sostenibile: promozione di stili di vita sani per contrastare fame e obesità (prendendo come riferimento la piramide alimentare, i ragazzi dovranno stimare quanto mangia un coetaneo di 17 anni in un giorno medio e quanto spende per ognuna delle varie tipologie di cibo, più o meno sano); promozione di un’agricoltura sostenibile (i ragazzi dovranno riflettere sulle domande da fare per capire quanto è sostenibile il cibo prima di acquistarlo); riduzione dello spreco alimentare (i ragazzi dovranno immaginare di essere i proprietari di un ristorante e individuare le fonti di spreco e i possibili rimedi per ridurle).

I lavori prodotti dalle classi che parteciperanno ai laboratori saranno esposti presso la sede stessa dell’Università nella giornata del 4 dicembre 2014 per tutta la durata del Forum BCFN. Per partecipare ai laboratori è richiesta l’iscrizione via e-mail all’indirizzo scuola@feduf.it specificando la scuola, la classe, il numero di partecipanti e i recapiti del docente di riferimento.Le classi interessate potranno inoltre partecipare alla successiva presentazione dei 10 progetti internazionali finalisti del concorso BCFN YES! nell’aula Magna della stessa Università, dalle ore 16:00 alle 18:30.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

luglio 26, 2017

Wow! Anche i sex toys diventano naturali

E’ una delle tendenze di questa estate, ma è in crescita da diversi mesi a giudicare dai dati Google e social: gli italiani amano sempre di più utilizzare prodotti “per il benessere sessuale della coppia”. Solo nelle ultime settimane le ricerche sul web per i sex toys hanno registrato un aumento del 300%. Tendenza che riguarda [...]

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

luglio 25, 2017

Cocoons, le ciambelle di cartone con tecnologia “plant & forget” per riforestare i terreni degradati

Cocoon, incubatrice biodegradabile brevettata dall’azienda olandese Land Life Company, potrebbe aiutare a riforestare i territori italiani colpiti da siccità e incendi rivitalizzando ecosistemi degradati e comunità, come sta già succedendo in 24 Paesi nel mondo. Sono infatti due miliardi gli ettari di terreno degradati nel mondo, un’area più grande di quella dell’intero Sudamerica. Tanto che [...]

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

luglio 25, 2017

Test in Emilia Romagna per EFLAME, il sistema per monitorare i principi di incendio

Reti wireless, fibra ottica e tecnologie di visione digitale in campo per prevenire e contrastare gli incendi estivi che stanno causando ingenti danni in molte regioni italiane. E’ la Regione Emilia Romagna, con il supporto della Protezione Civile, a lanciare  un progetto pilota che interessa due siti dell’Appennino tra Modena e Ferrara. Qui sono state installate stazioni di monitoraggio composte da [...]

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

luglio 25, 2017

“Basta con l’emergenza! Si usi il sottosuolo come banca dell’acqua”: il Consiglio dei Geologi interviene sul problema siccità

“È necessario uscire dalla logica dell’emergenza per la mancanza di risorse idriche poiché l’intervento emergenziale, in una fase di grave siccità come quella che stiamo attraversando, rischia di portare al nulla”. Lo afferma Arcangelo Francesco Violo, segretario nazionale e coordinatore della Commissione Risorse idriche del Consiglio Nazionale dei Geologi. Il binomio caldo-siccità, in questa torrida estate [...]

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

luglio 24, 2017

Panasonic mette il fotovoltaico sul tetto della Toyota Prius PHV

Un’autovettura a energia solare? E’ già in circolazione sulle nostre strade, si tratta della Toyota Prius PHV, lanciata sul mercato a febbraio 2017, è dotata dei “Moduli Fotovoltaici HIT per Automobile” di produzione Panasonic. Il modello è definito un plug-in hybrid (PHV) perché rappresenta l’evoluzione dal sistema hybrid verso un veicolo sempre più elettrico. La [...]

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

luglio 24, 2017

L’Abruzzo guida la rivolta delle Regioni contro le trivelle

Seconda vittoria legale dell’Abruzzo in pochi giorni: la Corte Costituzionale, con sentenza 198/2017, ha annullato il decreto “Trivelle” del 2015 in quanto emanato senza preventiva intesa con le Regioni: “Non spettava allo Stato e per esso al Ministro dello Sviluppo Economico – scrive la Consulta – adottare il decreto del 25 marzo 2015 senza adeguato coinvolgimento [...]

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

luglio 21, 2017

Come recuperare il calore dai data center. La soluzione di Climaveneta esportata in Finlandia

Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, tramite il suo brand Climaveneta ha recentemente fornito due pompe di calore al District Heating di Fortum a Espoo, in Finlandia. Fortum, società energetica finlandese, aveva infatti la necessità di recuperare il calore espulso da un data center di Ericsson – multinazionale di servizi di telecomunicazione – per fornirlo alla rete [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende