Home » Comunicati Stampa »Prodotti »Servizi » Risparmio sostenibile: Banca Popolare di Cividale lancia Conto Green al 2%:

Risparmio sostenibile: Banca Popolare di Cividale lancia Conto Green al 2%

dicembre 15, 2014 Comunicati Stampa, Prodotti, Servizi

Mentre cresce la propensione al risparmio delle famiglie – contanti e depositi sono saliti  del 4,9% tra il 2007 e il 2013 secondo il Censis – aumenta anche la sensibilità rispetto alla destinazione degli investimenti, così come l’attenzione alle condizioni vantaggiose per l’utente. Per rispondere alla domanda di forme di gestione del risparmio in grado di unire convenienza e facilità ad aspetti etici e sostenibili, il Gruppo Banca Popolare di Cividaleche grazie al proprio impegno nel sostegno alla green economy ha vinto il Green Globe Banking Award e il primo premio Banca Territoriale dell’Anno - ha lanciato, nelle settimane scorse, il conto di deposito online Conto Green.

Semplice da aprire e gestire, Conto Green consente di destinare i propri risparmi a progetti dell’economia verde, che permettano di creare sviluppo sul territorio nel rispetto dell’ambiente. In particolare, Conto Green può essere aperto on line in pochi minuti, e non prevede alcuna spesa di apertura, gestione e chiusura. Il suo rendimento è trasparente e calcolabile, più elevato rispetto ad altri conti di deposito simili. Una formula flessibile, che si adatta ad esigenze anche molto diverse tra loro: l’utente può infatti modulare la scadenza del conto in base alle proprie necessità (6, 12, 18 o 24 mesi) e investire importi compresi fra 5.000 e 250.000 euro. Gli interessi, a un tasso fisso del 2%, sono liquidati ogni tre mesi. Conto Green è tutelato dalla garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD), fino ad un importo massimo di 100.000 euro per ciascun depositante.

La liquidità raccolta attraverso il conto di deposito Conto Green consente alla Banca Popolare di Cividale di finanziare progetti legati all’economia verde, seguendo precise politiche aziendali, con interventi già partiti da alcuni mesi. Il Gruppo, a partire dai primi mesi del 2014, ha infatti creato una struttura completamente destinata alla green economy. In dieci mesi di attività del nuovo settore, l’istituto di credito ha investito oltre 140 milioni di euro nel finanziamento dei progetti di sviluppo delle energie rinnovabili e di risparmio energetico, sostenendo 3.700 famiglie e circa 300 aziende agricole. Coniugando così  le competenze storiche nel comparto di credito agrario con le specializzazioni sulle energie rinnovabili, significativo patrimonio della Nord Est Banca, recentemente acquisita dal Gruppo.

“Con tale scelta strategica la banca cividalese intende rafforzare il sostegno al settore agroalimentare del Friuli Venezia Giulia e del Veneto orientale per il tramite di una struttura specialistica trasversale che integri gli interventi su energie rinnovabili, agricoltura ed agroalimentare di qualità”, spiegano dal Gruppo, che in questi anni ha finanziato la realizzazione di circa 4.000 impianti fotovoltaici. “In questi mesi di lavoro con la struttura green economy – spiegano ancora dalla Banca – abbiamo creato valore sociale erogando credito a tutela della persona e della comunità locale. Abbiamo evitato gli interventi su impianti speculativi; abbiamo sempre verificato che per il cliente ci fosse una reale convenienza finanziaria nella realizzazione; ci siamo assunti il rischio tasso; siamo stati di supporto agli operatori locali; siamo costantemente impegnati nella ricerca e nell’aggiornamento delle migliori soluzioni presenti sul mercato; non abbiamo investito le risorse in prodotti derivati”.

A supporto del comparto la divisione Green Economy della Popolare ha stipulato le convenzioni con ISMEA-SGFA, SACE, Fondo di Rotazione in Agricoltura LR 80, Creditagri ed altri interlocutori del settore, pubblici e privati, che rendono disponibili alle aziende agricole un ampio numero di interventi di sostegno all’attività caratteristica, al risparmio energetico ed all’internazionalizzazione.

Conto Green è stato pensato per rispondere alla domanda di prodotti di risparmio che coniughino condizioni vantaggiose per l’utente con scelte etiche di investimento. “Con Conto Green la Banca Popolare di Cividale vuole dare la possibilità ai risparmiatori di condividere questo progetto perché la banca crede che anche gli istituti bancari debbano promuovere la diffusione delle fonti di energia rinnovabile e stimolare gli interventi volti al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente. Questo non solo a parole ma orientando opportunamente gli investimenti perché un’economia sostenibile è possibile”, spiega Gianluca Picotti, Vice Direttore Generale della Banca Popolare di Cividale.

Share and Enjoy:
  • Print
  • PDF
  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Digg
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Current
  • Wikio IT
  • Netvibes
  • Live




PARLA CON LA NOSTRA REDAZIONE

Newsletter settimanale


Notizie dalle aziende

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

maggio 23, 2017

Second Hand Effect: il secondo report di Subito sul valore ecologico del riuso

Quanta CO2 è possibile risparmiare vendendo o acquistando beni usati? Ogni giorno milioni di persone in 8 Paesi in cui opera Schibsted Media Group comprano e vendono oggetti di seconda mano contribuendo al risparmio di ben 16,3 milioni di tonnellate di CO2, di cui 6,1 milioni di tonnellate solo in Italia (+77% in più rispetto [...]

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

maggio 23, 2017

Torino e Venaria partner di STEVE, il progetto europeo per la mobilità elettrica urbana

Le città di Torino e Venaria insieme alla spagnola Calvià e all’austriaca Villach saranno i siti pilota dove si svilupperà il progetto STEVE (Smart-Taylored L-category Electric Vehicle demonstration in hEtherogeneous urbanuse-cases) finanziato dall’Unione Europea all’interno della programmazione di azioni innovative:  “Horizon 2020 – Green Vehicles 2016-2017”. Al centro del progetto l’utilizzo di un veicolo elettrico [...]

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

maggio 22, 2017

A Slow Fish il nuovo report del WWF sull’industria ittica: “scegliamo la biodiversità nel piatto”

I prodotti ittici costituiscono la fonte di proteine per 3 miliardi di persone e il reddito di 800 milioni di persone si fonda sulla pesca e sull’industria ittica. Nel 2014 nei paesi europei sono stati spesi 34,57 miliardi per acquistare prodotti ittici. In totale nei paesi europei si consumano 7,5 milioni di tonnellate di pesce [...]

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

maggio 18, 2017

All’Università di Siena torna il Millenials Lab dedicato a cibo e ambiente

Conciliare la produzione di cibo e il rispetto per l’ambiente, per gli agricoltori, per la salute di produttori e consumatori. Un tema di grande attualità e di rilevanza globale, che è al centro, all’Università di Siena, del “Millennials Lab”, dal 10 al 21 maggio, e della riunione degli imprenditori che collaborano al programma internazionale PRIMA [...]

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

maggio 18, 2017

Oli esausti vegetali trasformati in biocarburanti. Accordo tra Eni e CONOE

Gli oli vegetali esausti diventano biocarburanti. Eni e Conoe, il Consorzio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali ed animali esausti, alla presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti e del Dirigente Generale Direzione Generale per la Sicurezza dell’Approvvigionamento e per le Infrastrutture Energetiche Ministero dello [...]

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

maggio 10, 2017

Gli alveari urbani di Green Island a New York, tra ecologia e design

Green Island, progetto internazionale fondato da Claudia Zanfi 16 anni fa e dedicato alla biodiversità urbana attraverso iniziative culturali, progetti espositivi, educazione alla sostenibilità, porta a New York la sua visione innovativa degli Alveari Urbani: Urban Bee Hives , parte di un percorso focalizzato sulla salvaguardia delle api e sulla valorizzazione del territorio. “Un progetto” spiega Zanfi [...]

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

maggio 8, 2017

Commoventi storie ai tempi dei cambiamenti climatici. Il vincitore del 65° Trento Film Festival

Samuel in the clouds (Belgio, 2016) del regista belga Pieter Van Eecke, una straordinaria e commovente storia ambientata in Bolivia e legata alle conseguenze dei cambiamenti climatici, è il film vincitore del 65° Trento Film Festival, conclusosi domenica 7 maggio 2017. La giuria internazionale composta da Timothy Allen (fotografo e regista) Gilles Chappaz (giornalista e [...]

Visualizza tutte le notizie dalle Aziende